1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è giovedì 14 dicembre 2017, 3:20

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 43 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 30 maggio 2017, 9:57 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 600
Località: Manziana (Rm)
Salve a tutti,volevo esporre un dubbio che mi è venuto osservando le enormi dimensioni di certi telescopi,soprattutto dobson ma anche catadiottrici che superano i 14/16" di diametro...quello che mi sono chiesto,guardando le immagini e i video che mostrano le proporzioni di tali strumenti confronto ad una persona,è: quanto sono utilizzabili in realtà tali strumenti considerato che puntandoli per osservare certi punti nel cielo hanno l oculare posto ad altezze inaccessibili per un essere umano di altezza media? Ad esempio se io ho un dobson di quelle dimensioni o piu,e lo punto verso lo zenith non riuscirò ad arrivare all oculare... Mi chiedevo questo perche una postazione fissa piazzata in un bel giardino sarebbe una cosa bellissima e magari pensando ad un dobson,non è nemmeno troppo irraggiungibile come sogno...uno se la cava con 2-3000euro per uno strumento cosi,ma quello che mi chiedo,è in quanta porzione di cielo è veramente utilizzabile poi? Ma lo stesso vale per i catadiottrici...ad esempio ho visto un meade lx200 14" o 16" ora non ricordo di preciso,comunque questo telescopio sopra una montatura compiuterizzata enorme,mi dava proprio l impressione di non riuscire ad arrivare all oculare...nemmeno se fossi stato 190cm di altezza... Potete spiegarmi un attimino se ci sono veramente dei limiti di dinamismo e di utilizzabilità in questi strumenti o se esiste un modo per sfruttarli al 100%?

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Celestron Astromaster 90az
Oculari: Celestron 20mm kellner,Celestron 15mm kellner,Celestron 10mm kellner,Celestron 9mm kellner, Celestron Omni Plossl 6mm,Celestron H.20mm,Celestron H.4mm - Filtri: Celestron lunare,Celestron #80A blu,Celestron #25 rosso - Diagonale a specchio Omegon - Adattatore fotografico per smartphone Solomark - Fotocamera: smartphone Lgk10 13mp.

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 30 maggio 2017, 10:19 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 18541
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Un Dobson è usabile senza ricorrere ad uno sgabello sino alla dimensione di circa 16". L'Obsession fa un 18" che ha l'oculare che allo zenith è a 178 mm dal suolo, quindi ancora usabile senza salire sulla scala. Poi occorre avere dei gradini. Ci sono alcuni che usano Dobson così alti da necessitare di uno scaleo molto alto. io non potrei mai usarli, soffro di vertigini! :ook: naturalmente anche il puntamento è un poco laborioso se si deve usare la scala. Per uno S.C. è più facile, si capisce che oltre ad una certa misura, visto che non si può smontare, a differenza del Dobson, va posto su una montatura fissa, in un piccolo osservatorio. In modo non fisso si può usare uno S.C. Meade 12" (peso 20 kg) o un C14 (peso quasi eguale), oltre si capisce che non si riesce più a metterlo sulla montatura. In questo caso lo sgabello non serve, si osserva prevalentemente seduti.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 30 maggio 2017, 10:33 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13853
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Per arrivare all'oculare nel caso sia troppo alto, si usa semplicemente un rialzo, come potrebbe essere uno scaletto piu o meno alto.
In ogni caso se non si è particolarmente bassi i dobson "grossi" sono tutti f/4,5 (max f/5), quindi fino a 350 mm non si hanno problemi perché si avrebbe l'oculare tra il metro e 45 ed il metro e 70 (dipende quanto è alta la base, aka la "rockerbox") anche in un 400 mm l'oculare non arriva il piu delle volte oltre il metro e 80, per tutti gli altri (piu grossi ed alti) c'è lo scaletto, sul mio Barile mi basta un cubotto di legno di 20 cm d'altezza per non aver problemi.

Sul fatto del puntamento, non trovo la cosa particolarmente laboriosa, a parte il scendere dallo scaletto, puntare e risalire sullo scaletto (questo per oggetti lontani tra loro), nel caso, si sceglie una zona con diversi oggetti vicini puntabili mentre si è sullo scaletto (come ad esempio la vergine o l'orsa maggiore, ecc).
Per i catadiottrici, per arrivare all'oculare in qualsiasi situazione, basta regolare l'altezza del treppiede/colonna prima di metterci su il tubo. :D

Non ho capito la questione porzione di cielo utilizzabile e "dinamicità", se non si hanno ostacoli (come sui balconi o palazzi alti che coprono) si può sftruttare tutto il cielo a 360°, sulla dinamicità (secondo me) non c'è nulla di piu immediato ed intuitivo nel puntamento con un'altazimutale (come lo è il dob).

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Bresser/lidl 10x50, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 30 maggio 2017, 10:36 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 23175
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Scala.
Auto di generose dimensioni.
Spazio in casa.
Montagna.

Questi sono gli ingredienti preferiti per un telescopio di grande diametro. :)

E' un peccato tenere un 16 pollici in giardino, se abiti in mezzo alle campagne vicino Roma.
Non sfrutterai mai le sue potenzialità.

Con i dobson f/4.5 e f/5, oltre i 16 pollici c'è bisogno della scala.
Se diminuisce il rapporto focale (o se usi un lowrider) puoi anche salire di diametro e usare uno sgabellino.

L'utilizzo della scala non pregiudica la porzione di cielo che puoi osservare.
Osservare allo zenit è molto più scomodo, vero, ma ipoteticamente, puoi farlo.

_________________
In attesa di uscire a riveder le stelle

volpetta.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 30 maggio 2017, 10:54 

Iscritto il: lunedì 3 dicembre 2012, 20:09
Messaggi: 1274
Scala, scaletta, cubetto, non sta lì il problema per un dobsoniano: se occorrono si usano e basta. Il Dobson non è un telescopio, ma una filosofia: bisogna sentirlo tutto tuo, perché è totalmente nelle tue mani e gli errori, le difficoltà, le eventuali imprecisioni, non dipendono da lui, ma soltanto da te se non lo ami abbastanza.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 30 maggio 2017, 11:01 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 23175
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ah che belle parole moebius



_________________
In attesa di uscire a riveder le stelle

volpetta.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 30 maggio 2017, 11:14 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 600
Località: Manziana (Rm)
Quindi secondo voi se un giorno dovessi piazzare uno strumento abbastanza generoso in giardino qui nelle campagne nella periferia di roma nordowest (bracciano) fino a che dimensione strumentale potrei spingermi per non rischiare di fare un acquisto che non sfrutterò mai al meglio delle sue possibilità dato il luogo in cui vivo? Sarebbe piu consigliato un catadiottrico come un c8 celestron ad esempio,che è piu ergonomico per poter essere trasportato dove voglio? Cioè tra un c8 e un dobson da 300mm nel giardino dove vivo voi cosa prendereste al posto mio? Piu in la si intende...

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Celestron Astromaster 90az
Oculari: Celestron 20mm kellner,Celestron 15mm kellner,Celestron 10mm kellner,Celestron 9mm kellner, Celestron Omni Plossl 6mm,Celestron H.20mm,Celestron H.4mm - Filtri: Celestron lunare,Celestron #80A blu,Celestron #25 rosso - Diagonale a specchio Omegon - Adattatore fotografico per smartphone Solomark - Fotocamera: smartphone Lgk10 13mp.

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 30 maggio 2017, 11:40 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13853
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Secondo me su questo dovresti decidere tu, perché solamente tu puoi sapere quale strumento sei (o ti senti) in grado di gestire quanto a pesi, ingombri e caratteristiche (senza contare le preferenze personali, che anche in questo caso solo tu puoi conoscere), noi potremo consigliarti solo in base ai nostri gusti e preferenze.
Secondo me la cosa migliore in questi casi è sempre porvarli direttamente, dovresti quindi accodarti ad'una uscita tra astrofili per avere l'opportunità di provare siffatti strumenti.

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Bresser/lidl 10x50, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 30 maggio 2017, 11:43 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 23175
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
La risposta te la puoi dare soltanto tu, con i tuoi occhi e con le tue possibilità economiche e di spostamento.

Ogni aumento di diametro porta a un guadagno di luce raccolta, dettagli percepibili, magnitudini raggiungibili.
Ovviamente anche ingombri diversi.

Trova un gruppo di astrofili delle tue parti ed esci con loro.
Provando di persona potrai decidere.

_________________
In attesa di uscire a riveder le stelle

volpetta.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 30 maggio 2017, 12:09 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 600
Località: Manziana (Rm)
Io mi riferivo alla frase in cui dici che è un peccato tenere un dobson da 16" nel giardino di casa se abito nelle campagne vicino roma....quindi suppongo che tu ti riferisca alla genuinità del seeing in queste zone dato che giustamente mi consigli la montagna..quindi la mia domanda era: cosa stazionereste al massimo in un giardino qui nelle campagne periferiche di roma? Non so se qvete ben presente la zona ma per precisare,considerate che roma è a circa 45km da me e che vicino ho solo paesini e nemmeno troppo vicini...diciamo che io nel mio vivo in un complesso di villette a schiera in una zona boscosa dislocata di 1km circa dal paese e i paesi piu vicini nei dintorni sono a non meno di 5km.... Se mi sposto e vado in spiaggia invece con le metà del cielo libero che ho a seconda del litorale in cui mi staziono,ho i paesi sulla sponda opposta a 9-10km di distanza,ma sono per farvi capire centri urbani da 15000-20000 abitanti massimo...e la circonferenza del lago è disturbata da soli 3 paesi costieri ben distanziati tra loro. Come facevo notare ad angelo,purtroppo non riuscivo a vedere la galassia di andromeda qualche giorno fa perche era bassa all orizzonte proprio nei pressi di un paese chiamato trevignano romano mentre io osservavo dal lungolago di bracciano...ma vi assicuro che moltissimi oggetti sono ben visibili..il leggero fastidio è circoscritto alla luminosità in prossimita dei paesi. Quello che volevo sapere è se nella mia situazione sarebbe piu appropriato un attrezzo che posso spostare meglio o se sia profiquo anche uno da postazione fissa a casa se si ha un campo visivo libero in una zona come da me descritta....

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Celestron Astromaster 90az
Oculari: Celestron 20mm kellner,Celestron 15mm kellner,Celestron 10mm kellner,Celestron 9mm kellner, Celestron Omni Plossl 6mm,Celestron H.20mm,Celestron H.4mm - Filtri: Celestron lunare,Celestron #80A blu,Celestron #25 rosso - Diagonale a specchio Omegon - Adattatore fotografico per smartphone Solomark - Fotocamera: smartphone Lgk10 13mp.

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 43 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010