1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è giovedì 14 dicembre 2017, 16:17

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 76 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Mi presento...
MessaggioInviato: domenica 14 maggio 2017, 14:30 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 430
Si hai ragione Ares, ma i telescopi del confronto erano, a paritá di prezzo e lunghezza focale, un rifrattore da 90 e un riflettore da 130.
Mi aspettavo che le prestazioni del rifrattore da 90 fossero simili al riflettore da 130, ma a questo punto, sulla carta, non è cosí.
Quindi mia, conclusione, forse nella fascia dei 100euro meglio un rifrattorino mentre dai 200 euro in su a pari prezzo un riflettore da di piú, poi ovviamente ci sono una miriade di altre considerazioni da fare.

_________________
Nell'avatar: Galassia Sombrero, disegno realizzato da Peter
Astronomia in 90mm - Spazio web creato da neofiti, per neofiti


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mi presento...
MessaggioInviato: domenica 14 maggio 2017, 20:57 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13854
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
I confronti tra schemi diversi non sono cosa facile, perché vi sono diversi parametri che vanno a concorrere, un telescopio trasferische all'occhio la luce che raccoglie, la sua capacità di risolvere i dettagli e il contrasto tra zone di diversa luminosità.

La risoluzione (la capacità di risolvere dettagli) la dà solo il diametro dello strumento, indipendentemente se questo abbia o meno un'ostruzione, quindi un rifrattore da 130 mm e un riflettore da 130 mm risolvono gli stessi identici dettagli, quindi un rifrattore da 90 mm le prende di santa ragione dal riflettore da 130 mm (salvo marcate differenze qualitative tra i due strumenti).

La luce invece è funzione della superfice dell'obiettivo e come è facile capire a parità di diametro c'è differenza tra un rifrattore (senza ostruzione) ed un riflettore (ostruito), quindi tra due 130 mm il rifrattore avrà una superficie "di focalizzazione" di circa 133 cm² mentre il riflettore (con una ostruzione tipica del 36%) di "soli" 115 cm²; però il rifrattore da 90 mm ha una superficie di focalizzazione di soli 64 cm² quindi molta meno luce rispetto al riflettore.

Il contrasto, qui le cose si fanno piu complicate, iniziamo col dire che tra rifrattore e riflettore dello stesso diametro, il primo ha piu contrasto (ovvero riesce a distiguere due zone con differenza di luminosità) rispetto al secondo è un po come dire (maccheronicamente parlando) che uno strumento riesce a distiguere 256 tonalità di colore (o di grigi) mentre l'altro solo 128 tonalità; quando invece si confrontano diametri diversi, la cosa si complica oltremodo, c'è una "formula" che si chiama funzione MTF che mette insieme tutti questi parametri, diametro, ostruzione, grado delle varie aberrazioni, ecc che in teoria può dirci delle prestazioni potenziali dell'obiettivo. Comunque senza andare su robe tanto complicate, per esperienza, anche in contrasto il riflettore da 130 mm è percepibilmente superiore al rifrattore da 90 mm.

In definitiva, a meno chè il riflettore non sia fatto con uno specchio da barba, il 130 mm è superiore in tutto (risoluzione, luce e contrasto) ad un qualsiasi rifrattore (lungo, medio o corto) da 90 mm, ripeto, sempre ché la differenza qualitativa tra i due strumenti non sia veramente tanta.

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Bresser/lidl 10x50, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mi presento...
MessaggioInviato: lunedì 15 maggio 2017, 2:42 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 600
Località: Manziana (Rm)
Grazie della delucidazione,l unica cosa è che stando cosi le cose non capisco come mai si dice che un riflettore puo raggiungere un potere ingrandente massimo di 2x diametro specchio primario mentre per il rifrattore si puo arrivare a 2.3-2.5x. Da cio avevo erroneamente dedotto che come minimo un rifrattore di tot diametro equivale ad un riflettore del 20% di diametro in piu circa...ed invece le cose non sono cosi...pensavo che il mio 70ino sarebbe stato paragonabile a un newton da 90mm...

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Celestron Astromaster 90az
Oculari: Celestron 20mm kellner,Celestron 15mm kellner,Celestron 10mm kellner,Celestron 9mm kellner, Celestron Omni Plossl 6mm,Celestron H.20mm,Celestron H.4mm - Filtri: Celestron lunare,Celestron #80A blu,Celestron #25 rosso - Diagonale a specchio Omegon - Adattatore fotografico per smartphone Solomark - Fotocamera: smartphone Lgk10 13mp.

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mi presento...
MessaggioInviato: lunedì 15 maggio 2017, 10:28 

Iscritto il: giovedì 21 gennaio 2016, 14:23
Messaggi: 152
Chiedo scusa per l'O.T. facendo sul discorso dell'interessante rapporto degli ingrandimenti, un ragionamento per esperienza personale, che arriva ad affermare che se il "seeing" lo permette e gestendo un riflettore come si deve, si arriva senza alcun problema con esso ad osservare coi rapporti di ingrandimento indicati per i rifrattori. I quali, nei riflettori, e ad esempio nella osservazione planetaria, offrono particolari delle immagini veramente mozzafiato, grazie ovviamente al diametro ben maggiore di quello possibile per i rifrattori.

I fattori di ingrandimento massimo raggiungibili nei due tipi diversi di telescopi (rifrattori o riflettori) sono una indicazione generica, empirica e di massima, perchè quegli ingrandimenti dipendono, oltre che da una ostruzione media stimata, anche dal disturbo dato dai due tipi di turbolenza esterna e interna ed esterna al tubo stesso, cioè:
1) quella ambiente (seeing) e
2) quella causata dal calore dello specchio alla quale solo i riflettori sono soggetti, e che aumenta con l'aumentare della massa del vetro dello specchio stesso, e cioè col suo diametro.

Quindi mentre non si può fare quasi nulla contro la turbolenza atmosferica, cioè il "seeing", che affliggerà in egual modo i due tipi di telescopio, (salvo scegliere di mettersi ad osservare su un prato erboso, e non su una terrazza o sull'asfalto che creano colonne d'aria calda non riuscendo mai a smaltire nel corso della notte tutto il calore accumulato durante il giorno).

La turbolenza interna al tubo di un riflettore è sicuramente sempre presente e maggiore di quella presente in un rifrattore, dato che la massa del vetro dell'obiettivo dei due, sta, nel caso del rifrattore, a contatto con l'ambiente, mentre al contrario nel riflettore sta al fondo del tubo che è il percorso ottico dei raggi che disturbano la formazione della immagine al fuoco.

Quindi portando il telescopio all'aperto per la osservazione, in quasi tutti i periodi dell'anno lo specchio primario rimarrà sempre più caldo della temperatura dell'ambiente esterno nella sua discesa nel corso della intera notte.
Questo succede dato che la sera la temperatura scende con un gradiente impossibile da inseguire (almeno "da vicino") da parte di uno specchio intubato. A meno di non attivare una estrazione dell'aria calda turbolenta che sta davanti allo specchio, per mezzo di una aspirazione dal retro dello specchio.

(Vedi:
http://www.grattavetro.it/acclimatazion ... possibili/ )

Attuando quella estrazione che in un certo senso "pettina" la turbolenza del percorso ottico trasformandola in flusso laminare ordinato, ci si rende conto nello star test del miglioramento che avviene, vedendo la comparsa o la scomparsa degli anelli di diffrazione mentre si accende e spegne l'aspirazione.

Pure interessante è un altro lavoro in argomento: http://www.grattavetro.it/raffreddament ... elescopio/

_________________
WWW.GRATTAVETRO.IT, blog del fai da te astronomico


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mi presento...
MessaggioInviato: lunedì 15 maggio 2017, 11:17 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 430
Io con il mio rifrattore da 90mm non oserei mai e poi mai andare oltre il limite teorico di 180x
Anzi, a dirla tutta, non sento nessuna necessità di spingerlo al massimo se non quando cerco di risolvere doppie strette in cui la perdita di risoluzione non è un problema.
Insomma, alla fine, penso che osservare col proprio telescopio debba essere un piacere, e preferisco il livello di nitidezza che ottengo a 100x/120x sul planetario, si volendo arrivo a 180x ma diventa un osservazione difficoltosa.

_________________
Nell'avatar: Galassia Sombrero, disegno realizzato da Peter
Astronomia in 90mm - Spazio web creato da neofiti, per neofiti


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mi presento...
MessaggioInviato: lunedì 15 maggio 2017, 12:35 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13854
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ares86 ha scritto:
Grazie della delucidazione,l unica cosa è che stando cosi le cose non capisco come mai si dice che un riflettore puo raggiungere un potere ingrandente massimo di 2x diametro specchio primario mentre per il rifrattore si puo arrivare a 2.3-2.5x. Da cio avevo erroneamente dedotto che come minimo un rifrattore di tot diametro equivale ad un riflettore del 20% di diametro in piu circa...ed invece le cose non sono cosi...pensavo che il mio 70ino sarebbe stato paragonabile a un newton da 90mm...

Queste evidenze empiriche sono vecchie, risalgono a ben prima del 2000, quando la produzione di strumenti astronomici non era ancora al livello industriale attuale, di conseguenza, si producevano perlopiu rifrattori "lunghi" come gli 80 mm f/12 o f/15, i 100 mm f/8 o f/10, ecc e riflettori newton da 114 mm f/7,9 e 130 mm f/6 (discorso a parte per gli SCT celestron e meade) e dal punto di vista della lavorazione ottico era piu semplice fare delle lenti di tali caratteristiche molto precise, rispetto agli specchi sopra elencati, stessa cosa per la meccanica (il newton è un po piu complicato), quindi capitava spesso che i rifrattori davano piu facilmente il "massimo" rispetto agli omologhi newton.
Ora però che la produzione industriale si fa su grande scala e praticamente quasi totalmente a macchina (in pratica escono dalla fabbrica quasi tutti bene), queste differenze qualitative si sono ridotte moltissimo o del tutto annullate, quindi anche il newton riesce a dare il massimo, come faceva prima anche il rifrattore, il risultato è che nel 99% dei casi prestazionalmente vince il diametro indipendentemente dallo schema ottico.

Giusto per fare un esempio degli anni 90 del secolo scorso, il classico rifrattorino acromatico 80/400 (strumento molto "spinto") della konus era un bellissimo peso piuma per i campi larghi, ma utilizzabile intorno ai 60/70 ingrandimenti, oltre le aberrazioni e le imprecisioni di lavorazione davano un'immagine penosa, quindi altro che ingrandimento pari a due volte il diametro in mm. :mrgreen:

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Bresser/lidl 10x50, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 76 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010