1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 18 ottobre 2017, 10:01

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Dubbio su filtri non parafocali
MessaggioInviato: domenica 31 agosto 2014, 8:23 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 8 dicembre 2012, 12:35
Messaggi: 1039
Località: Pinerolo
Ciau, domandina: ma se i filtri non sono parafocali, le dimensioni del soggetto una volta messo a fuoco, variano da filtro a filtro (parlo del soggetto, non del frame)? Credo di si, ma aspetto conferme dagli esperti....
Ale


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Dubbio su filtri non parafocali
MessaggioInviato: domenica 31 agosto 2014, 22:54 

Iscritto il: mercoledì 11 gennaio 2012, 16:26
Messaggi: 330
Località: Busto Arsizio
Tipo di Astrofilo: Fotografo
si esatto. se devi rimettere a fuoco e focheggiare di 1 millimetro significa che il telescopio avrà una lunghezza focale di 1mm in più (o in meno a seconda della direzione). questo significa che hai un ingrandimento maggiore (o minore) dell'immagine. maggiore è la differenza nella messa a fuoco e maggiore sarà la differenza tra le immagini ottenute.

questo comunque non dovrebbe essere un grosso problema perché è sufficiente scalare le dimensioni delle singole immagini (del master frame già calibrato di ogni filtro) e portarle tutte alla stessa dimensione.
se fai una LRGB dovrai usare la solita procedura di calibrazione (light + dark + flat + dark flat + bias) per ogni canale ottenendo così master L + master R + master G + master B. poi dovrai scegliere una delle 4 e portare le altre alla stessa dimensione.
se compri un set RGB e un filtro L non parafocale agli altri 3 dovrai scalare solo L.

_________________
Alessio Pariani

Montature: SkyWatcher EQ6 Pro; Triton FGX1; Tecnosky eLLe; iOptron SkyTracker Pro
OTA: TS APO65Q (65/420 f/:6,5); Bresser Messier 152S (152/760 f/:5)
Filtri: Hutech IDAS LPS-P2 EOS-Clip; Baader H-Alpha 7nm 2"; 2x TS UHC 1,25"
Camera: Canon 450D Baader; Magzero 5M; Sony A7RII
Obiettivi: Canon EF 50mm f/1.8; Sony Zeiss 24-70mm f/2,8


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Dubbio su filtri non parafocali
MessaggioInviato: lunedì 1 settembre 2014, 7:45 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 13952
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
secondo me no: la lunghezza focale equivalente rimane sempre la stessa, essendo il filtro un elemento a facce piane parallele. Può cambiare solo in strumenti tipo l'SC, quelli cioè in cui cambiare la posizione di fuoco comporta cambiare anche (leggermente) la focale.

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Dubbio su filtri non parafocali
MessaggioInviato: lunedì 1 settembre 2014, 11:03 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 8 dicembre 2012, 12:35
Messaggi: 1039
Località: Pinerolo
Se per focheggiare, sposti avanti o indietro il tubo del focheggiatore, la focale non cambia?

Da prova sul campo: filtri ha, o3 e s2 di marche diverse (non ho pensato al fatto che dovessero essere parafocali :facepalm: ), su stesso soggetto.
Premetto che ho rifatto la messa a fuoco per ciascun filtro e che il tele è uno sw80ed.
Preso come riferimento l'ha, che è parafocale al set che ho lrgb.
L's2 è per fortuna parafocale, o quasi, e i frame ottenuti sono sovrapponibili.
Con l'o3 invece c'è qualche problema: ho ottenuto delle stelle puntiformi ma di dimensioni eccessive e inoltre con un alone attorno alla stella stessa. Messa a fuoco mal fatta? condensa sul filtro? Sulla lente no, ho verificato.
Allegato:
ngc281@rgb rid.tif [994.41 KiB]
Mai scaricato

Ridimensionato il fit e unito l'o3 (B) all'ha (R) e s2(G).
Non so a cosa dare la colpa.

p.s. perdonate la scarsa capacità elaborativa! ;-)

Ale


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Dubbio su filtri non parafocali
MessaggioInviato: lunedì 1 settembre 2014, 13:12 

Iscritto il: mercoledì 11 gennaio 2012, 16:26
Messaggi: 330
Località: Busto Arsizio
Tipo di Astrofilo: Fotografo
andreaconsole ha scritto:
secondo me no: la lunghezza focale equivalente rimane sempre la stessa, essendo il filtro un elemento a facce piane parallele. Può cambiare solo in strumenti tipo l'SC, quelli cioè in cui cambiare la posizione di fuoco comporta cambiare anche (leggermente) la focale.


se il filtro necessita di una messa a fuoco differente dagli altri, tu dovrai focheggiare (= avvicinare/allontanare il sensore dalla lente).
La lente non perfettamente APO mette a fuoco lunghezze d'onda diverse in punti di fuoco diversi. più la lente è APO e minore è la distanza tra i punti di fuoco dei vari canali.
Se i filtri sono parafocali, la distanza tra i fuochi resta quella nativa della lente.
Se non sono parafocali, la distanza tra i fuochi può aumentare o diminuire.
E qui va a fortuna: probabilmente il filtro SII avvicina il punto di fuoco della sua lunghezza d'onda a quello degli altri canali. Viceversa, il filtro OIII allontana il punto di fuoco della sua linea, rendendo necessaria una messa a fuoco talmente diversa da creare un ingrandimento sensibilmente diverso che deve essere scalato.

_________________
Alessio Pariani

Montature: SkyWatcher EQ6 Pro; Triton FGX1; Tecnosky eLLe; iOptron SkyTracker Pro
OTA: TS APO65Q (65/420 f/:6,5); Bresser Messier 152S (152/760 f/:5)
Filtri: Hutech IDAS LPS-P2 EOS-Clip; Baader H-Alpha 7nm 2"; 2x TS UHC 1,25"
Camera: Canon 450D Baader; Magzero 5M; Sony A7RII
Obiettivi: Canon EF 50mm f/1.8; Sony Zeiss 24-70mm f/2,8


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Dubbio su filtri non parafocali
MessaggioInviato: lunedì 1 settembre 2014, 13:56 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 13952
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Non vorrei sembrare insistente, ma il discorso è corretto tranne questa affermazione

Koten ha scritto:
Viceversa, il filtro OIII allontana il punto di fuoco della sua linea, rendendo necessaria una messa a fuoco talmente diversa da creare un ingrandimento sensibilmente diverso che deve essere scalato.


Perché se il filtro è a facce piane parallele, esso non modifica la lunghezza focale ma solo quella fisica (e quindi devi rifocheggiare).
La prova è in questo disegno in basso: come vedete l'angolo con il quale convergono i raggi è lo stesso (e quindi la focale è la stessa) perché così vuole la legge di Snell.
Se c'è un ingrandimento, il filtro non è a facce piane parallele ma ha una sua lunghezza focale.

Quanto sopra vale, come detto, a meno di schemi in cui la posizione del focheggiatore influisce direttamente sulla focale equivalente come gli SC.


Allegati:
Clipboard011.jpg
Clipboard011.jpg [ 13.98 KiB | Osservato 526 volte ]

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"
Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Dubbio su filtri non parafocali
MessaggioInviato: lunedì 1 settembre 2014, 14:14 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 8 dicembre 2012, 12:35
Messaggi: 1039
Località: Pinerolo
Cita:
Se c'è un ingrandimento, il filtro non è a facce piane parallele ma ha una sua lunghezza focale.

...e quindi credo che il mio sia un filtro a "fondo di bottiglia". :facepalm:
Il discorso lunghezza focale / lunghezza fisica non mi è molto chiaro. Dovrò approfondire, teoricamente e sul campo.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Dubbio su filtri non parafocali
MessaggioInviato: lunedì 1 settembre 2014, 14:34 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 13952
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
In generale il discorso è semplice: in un sistema ottico complesso, la lunghezza focale equivalente (solo un elemento ottico singolo ha una lunghezza focale e basta) è determinata dall'interazione dei singoli elementi e non è correlata alla lunghezza fisica in maniera ovvia.
Per quello un SC8 non è lungo 2 metri e per quello un oculare zoom parafocale riesce a mantenere la stessa lunghezza fisica pur fornendo un ampio spettro di focali equivalenti.

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Dubbio su filtri non parafocali
MessaggioInviato: lunedì 1 settembre 2014, 18:01 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 18159
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
L'inserimento di un vetro a facce piano parallele nel cammino ottico cambia la distanza del punto di fuoco e quindi si deve rifuocheggiare, ma non la focale dell'obbiettovo (e quindi il suo fattore di ingrandimento). Difficile fare una prova, ci vorrebbe un rifrattore ed un pezzo di lastra di vetro spessa da inserire nel mezzo, come si vede dal disegno fatto da Anderea Console. Con gli S.C. però bisogna stare attenti perchè è difficile sapere a che distanza dal back è esattamente il piano focale di progetto, e spostandosi anche di poco si cambia la focale di molto.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Dubbio su filtri non parafocali
MessaggioInviato: lunedì 1 settembre 2014, 18:47 

Iscritto il: mercoledì 11 gennaio 2012, 16:26
Messaggi: 330
Località: Busto Arsizio
Tipo di Astrofilo: Fotografo
andreaconsole ha scritto:
Non vorrei sembrare insistente, ma il discorso è corretto tranne questa affermazione

Koten ha scritto:
Viceversa, il filtro OIII allontana il punto di fuoco della sua linea, rendendo necessaria una messa a fuoco talmente diversa da creare un ingrandimento sensibilmente diverso che deve essere scalato.


Perché se il filtro è a facce piane parallele, esso non modifica la lunghezza focale ma solo quella fisica (e quindi devi rifocheggiare).
La prova è in questo disegno in basso: come vedete l'angolo con il quale convergono i raggi è lo stesso (e quindi la focale è la stessa) perché così vuole la legge di Snell.
Se c'è un ingrandimento, il filtro non è a facce piane parallele ma ha una sua lunghezza focale.

Quanto sopra vale, come detto, a meno di schemi in cui la posizione del focheggiatore influisce direttamente sulla focale equivalente come gli SC.



Hai fatto bene a insistere, così almeno ho capito che sbagliavo :please:

_________________
Alessio Pariani

Montature: SkyWatcher EQ6 Pro; Triton FGX1; Tecnosky eLLe; iOptron SkyTracker Pro
OTA: TS APO65Q (65/420 f/:6,5); Bresser Messier 152S (152/760 f/:5)
Filtri: Hutech IDAS LPS-P2 EOS-Clip; Baader H-Alpha 7nm 2"; 2x TS UHC 1,25"
Camera: Canon 450D Baader; Magzero 5M; Sony A7RII
Obiettivi: Canon EF 50mm f/1.8; Sony Zeiss 24-70mm f/2,8


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010