1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 21 agosto 2019, 3:12

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 30 luglio 2019, 20:12 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 settembre 2015, 10:28
Messaggi: 30
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ciao a tutti,
Volevo acquistare un oculare da 7 mm e mi sono imbattuta in oculari che vanno da una sessantina di euro fino a oltre €200 ma non essendo esperta non so se la differenza di prezzo sia dovuta ad una questione esclusivamente di marca oppure se con un oculare da €160 ho una effettiva differenza rispetto ad un oculare da €60 (il tutto considerando che lo monto su un telescopio relativamente economico Konus digimax 130 e che in prevalenza ci guardo luna e pianeti).
Anche a parità di marca ho visto oculari da 7 mm a prezzi differenti ad esempio questi due Celestron CE93422 Oculare X-Cel LX, 7 mm e Celestron CE93430-DS Oculare Luminos 7mm. Volevo fare un buon acquisto una volta per tutte ma magari per il telescopio che ho forse non ne vale la pena e temo sia sprecato? Conosco un astrofilo che vende un Oculare Baader 6mm classic ortho a 50 euro, secondo voi vale la spesa? Che caratteristiche hanno gli oculari ortho rispetto ai plossl si tratta di geometrie ottiche superate o sono validi?
Grazie
Giulia


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 30 luglio 2019, 20:47 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 15052
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Se preferisci osservare i pianeti, sia il plössl (ovvero, ortoscopico di plössl) che l'ortoscopico (ovvero, ortoscopico di abbe) vanno molto bene, sono schemi ottici "classici" (1860-1880), ma per nulla superati, anzi il loro schema molto semplice permette di fare ottimi oculari a (relativamente) poco prezzo, l'unico difetto (che poi è una caratteristica di progetto) è il loro limitato campo apparente (50° per i plössl e 41° per gli abbe), ma come detto, se si osservano i pianeti non è un problema, tanto più che il tuo strumento se non sbaglio è motorizzato, quindi ci pensa lui a inseguire il pianeta.

Per il tuo strumento, come giustamente hai pensato, l'oculare da 7 mm è meglio perché sviluppa un ingrandimento piu consono per il tuo strumento da 130 mm (214x), probabilmente il Baader 6mm classic ortho è forse un po al limite, 250x non si sfruttano molto spesso a causa sel seeing (ovvero, la turbolenza dell'aria), ma se il posto da cui osservi dovesse godere spesso di aria calma, il 6 mm potrebbe anche andar bene, ma ripeto, il 7 mm lo sfrutteresti sicuramente di più.

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: http://astromirasole.org
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 30 luglio 2019, 20:50 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:35
Messaggi: 16667
Località: Dove mi portano le stelle
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Oggi la tendenza è verso oculari a grande campo (anche oltre 100° di campo apparente) ma se si vuole lavorare su alti ingrandimenti e osservando il sistema solare, ammettendo di avere una buona montatura stabile e motorizzata, conviene andare su oculari plossl o ortoscopici in quanto dedicati a osservazioni di tale genere.
Il campo apparente è molto più ridotto (rispetto agli oculari a grande campo sembra di guardare nel buco di una serratura) ma nella parte centrale la qualità è di regola elevata.
Devi anche considerare che normalmente gli oculari di marca hanno una qualità più stabile rispetto a quelli non marcati o con marchio "personalizzato" dei rivenditori. Questo non significa che non sia possibile trovare oculari eccellenti anche a basso prezzo ma bisogna anche avere fortuna.
Personalmente ho sempre preferito acquistare oculari di elevata qualità anche se usati su telescopi da battaglia.
In fin dei conti l'oculare è uno dei componenti del sistema ottico. Se uno dei componenti è di bassa qualità avrai una visione non ottimale ma se lo sono anche gli altri la visione sarà pessima. E al momento in cui farai un upgrade passando a un sistema più performante correrai il rischio di non avere quel salto di qualità in quanto l'oculare diventerà l'anello debole e ti toccherà sostituirlo.
Non mi sbilancio sugli oculari che indichi in quanto non li ho provati ma ragione sui concetti.

_________________
Cieli sereni da Renzo
Immagine

Prima di un acquisto parallelo, pensateci - link

Il titolo del topic non è un optional. Usiamolo bene!


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 30 luglio 2019, 23:20 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 settembre 2015, 10:28
Messaggi: 30
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Capisco, e' gia' qualcosa in piu' grazie. Quegli oculari di alcune marche che portano l'appellativo "planetary", indicano semplicemente che per l'ottica intesa come focale/ingrandimenti sono piu indicati per l'osservazione dei pianeti o e' una questione di trattamenti di lenti o cosa?
In definitiva se il Konus fosse vostro che oculare vi comprereste, al di la' del prezzo (magari lo trovo usato e comunque lo tengo per un telescopio di maggiore qualita' eventualmetne in futuro...)?
grazie
Giulia


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 30 luglio 2019, 23:35 

Iscritto il: giovedì 21 gennaio 2016, 14:23
Messaggi: 379
Tipo di Astrofilo: Visualista
Tutto vero quel che caratterizza gli ortoscopici e i ploessl.
Io ne ho uno imbattibile da 4mm, che però uso di rado, quando è il caso di soffrire per vedere qualche particolare planetario in più.
Il loro numero di lenti è in genere solo 4. E più lenti ci sono e più i particolari più elusivi si perdono...Ma ad osservare con essi non si soffre proprio per nulla.

In genere uso quasi esclusivamente un Celestron ploessl da 2 pollici e 24mm, più tre oculari Explore Scientific 82° da 4,7 ; 8,8 e 14 mm barilotto da 31,7mm acquistati anni fa, appena usciti e in offerta di lancio in America, al prezzo di 99 dollari l'uno.

Gli oculari di oggi (come sono pure i due a che hai indicato) hanno sviluppato un maggiore comfort, ovviamente aumentando il numero delle lenti, e il diametro di alcune di esse, condizionando la forma dell'oculare tendente ”a pomello”, e quindi il loro peso che per i 100° è proibitivo, oltre ad esserlo economicamente:

Tieni conto che la qualità deve per forza essere buona se marchi come Celestron, Meade, Konus, Orion e Skywatcher, in questa odierna globalizzazione, fanno produrre i loro, su disegni diversi, ma da una unica fabbrica Cinese.

- Infatti questi oculari moderni, per offrire una estrazione pupillare atta a permettere a chiunque di osservare pure indossando gli occhiali, hanno bisogno di una coppia Barlow di lenti in più in entrata.

- Inoltre per offrire una grande ampiezza di campo inquadrato servono ulteriori lenti di diametro maggiore; ed ecco la loro somiglianza tanto più a pesanti “Pomelli”, quanto maggiore è il campo.

- Infine altre lenti servono per "spianare il campo" estendendo la messa a fuoco fino al bordo del campo, Ma attenzione che spesso quella correzione non è nelle caratteristiche, e in questi casi ovviamente bisogna chiedere.
(io ad esempio io ho un vecchio Erfle Celestron da 16mm, con un campo di 60° in cui le stelle al bordo non sono più puntini ma tendono alla lineetta).

Quei due che hai adocchiato hanno prezzi diversi perchè sono costruttivamente diversi:
La serie X-Cel LX, costa meno perchè ha un campo di visione largo solo 60 gradi.
La serie Celestron Luminos invece costa di più avendo un campo di 82 gradi, che è assai spettacolare (come guardare il cielo da un oblò di un astronave, perchè non è più vìsibile il bordo nero attorno sulla circonferenza del campo osservato). Ma bisogna chiedere se il campo e corretto fino al bordo.

Ogni serie è parafocale, il che significa che cambiando oculari di quella serie, non si deve correggere quasi per nulla la messa a fuoco... Quindi un consiglio comprensibile è, in un tempo non eccessivo, di acquistare le tre o quattro focali di uso generale, che siano appartenenti ad una stessa serie, perchè andranno indipendentemente bene con qualunque telescopio del futuro.

Comunque chiedere sempre notizie a riguardo della correzione del campo fino al bordo (specie per quelli chiamati "planetary" che per le dimensioni dell'oggetto cui sono destinati potrebbero non giustificarla); e tenere conto del peso, se si possiede un telescopio dobson di tipo alleggerito...che potrebbe non "digerirlo" perdendo l'equilibrio.

_________________
WWW.GRATTAVETRO.IT, blog del fai da te astronomico


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 31 luglio 2019, 11:37 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 10 agosto 2006, 10:11
Messaggi: 10578
Località: Cinisello Beach
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ciao Giulia,
la scrittina planetary è giusto un nomignolo che niente ha a che vedere con il reale uso dell'oggetto.

_________________
De kappellatis non disputandum est
Stelle già dal tramonto ci confondono il cielo a frotte, nubi meticolose nell'insegnarti la notte

Telescopi: Dobson 16,5", Apo 6" su eq6, Acro 6" su altaz, 72ed su altaz.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 31 luglio 2019, 12:18 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:41
Messaggi: 21598
se puoi provalo prima l'ortoscopico.
sono scomodissimi (soprattutto a quelle focali) e in molti casi (per esempio per me) completamente inutilizzabili.

_________________
qa'plà!
Radical chic certified


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 31 luglio 2019, 12:27 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 settembre 2015, 10:28
Messaggi: 30
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
...avevo immaginato che la dizione planetary potesse essere un fattore commerciale, anche se ho visto che qualche oculare in particolare sembra essere fatto apposta per avere una distorsione lineare minore che potrebbe migliorare la visione della luna. Alla fine mi conviene basarmi sui soliti parametri classici di scelta dell'oculare.
Per l'ortoscopico pero' avevo letto questo link che mi ha confuso un po' le idee rispetto a quello che mi dite tutti (anche se tenderei piu a fidarmi di voi! :thumbup: )

https://www.skypoint.it/it/80-oculari-o ... -planetari


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 31 luglio 2019, 12:43 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 10 agosto 2006, 10:11
Messaggi: 10578
Località: Cinisello Beach
Tipo di Astrofilo: Visualista
Gli ortoscopici takahashi abbe sono al momento i migliori oculari per pianeti in commercio.

Io ho diverse focali e uso bene anche il 4mm, che in teoria sarebbe scomodissimo.

_________________
De kappellatis non disputandum est
Stelle già dal tramonto ci confondono il cielo a frotte, nubi meticolose nell'insegnarti la notte

Telescopi: Dobson 16,5", Apo 6" su eq6, Acro 6" su altaz, 72ed su altaz.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 4 agosto 2019, 23:13 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 settembre 2015, 10:28
Messaggi: 30
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
ho trovato questi due oculari che mi intrigano per la possibilita' di collegarli direttamente alla macchina fotografica con l'anello T2. Secondo voi la differenza di prezzo e' solo nella marca o c'e' qualche differenza di qualita'? le specifiche e l'aspetto sembrano essere esattamente gli stessi...

Altra domanda (di cui immagino la risposta ovvia ma ve lo chiedo per essere sicura), volendo dotarmi di una torretta binoculare, suppongo che i due oculari devono essere uguali vero?

Un conoscente di un gruppo di astrofili si vende nuovo (lui dice errato acquisto, lo cederebbe a 90 ancora imballato) un oculare Celestron X-Cel LX da 7mm, lo comprereste voi?


Allegati:
1.JPG
1.JPG [ 30.25 KiB | Osservato 663 volte ]
2.JPG
2.JPG [ 29.48 KiB | Osservato 663 volte ]
Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010