1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 24 agosto 2019, 21:07

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 31 luglio 2019, 14:25 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 27 agosto 2009, 22:10
Messaggi: 1133
... in ogni caso la questione verteva sull'uso di oculari a cortissima focale (che non a caso, tra l'altro, hanno quasi sempre un elemento divergente integrato nello schema ottico, utile a "distendere" il rapporto focale nativo del telescopio): premesso che naturalmente c'è di molto meglio rispetto agli oculari di serie, la questione che mi ponevo io - supportato da Angelo - è sull'effettiva utilizzabilità di lunghezze focali minori dei "canonici" 6 mm. (che fino a non molti decenni fa erano considerati la focale minima utilizzabile e, soprattutto, costruibile...) su eventuali telescopi di rapporto focale maggiore di F10, per i quali sviluppano ingrandimenti eccessivi.
Detto in breve, è aperta la domanda: meglio un oculare a focale cortissima dedicato espressamente al 102/500 o magari un onesto 10-15 mm migliore di quello in dotazione (tenendo conto che la sua apparente cattiva qualità può anche dipendere dall'abbinamento con un F/5) e una barlow che "rilassi il sistema ottico? Calcolando che non sarebbe strano che la suddetta barlow renda meno "infelice" anche il 10 mm di serie...
Quanto all'ingrandimento massimo raggiungibile, che poi è la domanda del nostro amico, credo che la risposta possa venire solo dalla pratica. Sì, ci sono alcuni fattori che rendono 102 mm critico: ad F/5 probabilmente sferocromatismo e curvatura di campo sono piuttosto invadenti dato anche il diametro non proprio modestissimo (ricordo che lo sferocromatismo è il variare della correzione dell'aberrazione sferica con la lunghezza d'onda. In genere il giallo-verde è il colore più corretto, meno corretto il rosso, meno ancora il blu). Il problema degli oculari a schema semplice come quelli a corredo è che rispondono male alla curvatura di campo di ottiche così aperte (e inoltre tendono anche a soffrire di cromatica laterale, anche questa tendenzialmente esaltata da un rapporto F/D spinto); però, se il doppietto acromatico è ben lucidato, ben assemblato e ben collimato il pattern di diffrazione rimane comunque ben simmetrico, a vantaggio del contrasto (e al netto delle lunghezze d'onda non corrette e quindi non a fuoco).
Tendo a fidarmi dell'esperienza di Kappotto: aggiungo che il massimo ingrandimento utile dipende anche dall'oggetto che stai osservando. Con Giove, dai bassi contrasti e i cui dettagli hanno luce delle più varie lunghezze d'onda, sarà difficile spingere effettivamente oltre i 100, forse 150; andrà meglio su Saturno, meglio ancora sulla Luna, mentre sulle stelle doppie - oggetti puntiformi dal contrasto altissimo - se la correzione ottica dell'obiettivo è buona potrai spingere decisamente di più permettendo il seeing. Aggiungo ancora, come sintesi di tutto quanto ho detto, che una buona barlow può mettere gli oculari in condizione di lavorare meglio e quindi raggiungere più comodamente alti ingrandimenti.

_________________
... lunga vita al sessantino!


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 31 luglio 2019, 18:31 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 1370
Località: Manziana (Rm)
Quindi,se io ho un plossl da 6mm o un plossl 12mm+barlow apo 2x,con quest ultima configurazione posso addirittura migliorare il risultato?

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Orion Apex Mak127
MONTATURA 1: AZ4.1
MONTATURA 2: Celestron NexStar SE
Oculari: Baader Plossl Classic 32mm,Orion SP 25mm,Celestron Kellner:(15mm,9mm),Celestron Omni Plossl 6mm - Filtri Celestron:lunare,#80A blu,#25 rosso - Diagonale a specchio Omegon - Adattatore fotografico per smartphone - FOTOCAMERA 1: smartphone Lgk10 13mp
FOTOCAMERA 2: Canon eos 4000d - obiettivo 18-55

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 31 luglio 2019, 20:28 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 27 agosto 2009, 22:10
Messaggi: 1133
... Dipende dal telescopio che usi e dal tipo di oculare: con rapporti focali dell'ordine di F5 una barlow aiuta gli oculari semplici (Huygens, Ramsden, Kellner...) a lavorare meglio su tutto il campo. Se invece il rapporto focale nativo del telescopio è già abbastanza disteso, diciamo da F10-F12 a salire, anche gli oculari semplici lavorano abbastanza bene. Il vantaggio degli oculari semplici è che hanno poche lenti, quindi tendenzialmente assorbono meno luce e possono essere, se ben fatti, un pochino più nitidi nell'osservazione dei pianeti ad alto ingrandimento.
Vado a prendere il sessantino: ho davanti un Giove brillantissimo che implora di essere osservato... :D

_________________
... lunga vita al sessantino!


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010