1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è lunedì 17 dicembre 2018, 10:36

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Google [Bot], Paoluz93 e 4 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: prima osservazione
MessaggioInviato: sabato 15 settembre 2018, 15:19 

Iscritto il: martedì 28 agosto 2018, 19:29
Messaggi: 57
Tipo di Astrofilo: Visualista
E' proprio vero quello che dici ed è proprio quello che fa sì che le fotografie, per quanto belle siano, non sono per nieinte sufficienti. L'uomo più va avanti, più fa scoperte tecnologliche e più ha la possibilità di guardare nel lontanissimo passato così come era allora in quel momento. Cosa ci può essere di più meravoglioso ed attraente che guardare verso le origini dell'universo ( ammesso che vi sia stata una origine).
E' bello parlare di questi argomenti; ma ecco perchè la nostra passione ci porta a considerazioni di tipo fiilosofiche in tutte le sue sfaccettature: guardore il passato così come era! Ed il futuro? Quello lo possiamo solo immaginare o sognare! Nessuno potrà mai vederlo nessuno potrà mai sapere ciò che accadrà nenache tra un millesimo di secondo.
Scusatemi! Credo che queste considerazioni siano banali perchè tutti le abbiamo fatte. Condividerle però è un'altra cosa.
Buon cielo a tutti.
Per quanto mi riguarda aspetto sempre consigli da tutti.
diego

_________________
seminare capere est,
--------
La mia dotazione:
Skywatcher Telescopio Maksutov MC 127/1500 SkyMax BD AZ-S GoTo, finder scope 6x30, super 25 wide angle long eye relief,
super 10long eye relief, 2x barlows lens 1.25".


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: prima osservazione
MessaggioInviato: sabato 15 settembre 2018, 18:26 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 8745
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
be' la 891 è davvero difficilotta. se il cielo non è buono non si vede nemmeno con diametri più generosi....

_________________
dovrete espellere anche me


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: prima osservazione
MessaggioInviato: domenica 16 settembre 2018, 11:25 

Iscritto il: giovedì 21 gennaio 2016, 14:23
Messaggi: 285
Già! Mi accorgo adesso che Yourocket ha ragione.

Per un diametro obiettivo di 127mm e una folcale molto lunga (F11), La 891 è troppo distante (27,4 milioni di anni luce) e troppo poco luminosa essendo piccola (320 miliardi di masse solari) e soprattutto vista di profilo con un cordone scuro di materia sul bordo, in modo simile alla "Sombrero" M104.

Un target più credibile per testare il limite dello strumento, potrebbe essere la assai luminosa NGC7331 in Pegaso, sempre in quella zona e visibile in questo periodo, che si presenta di tre quarti; ed ha una massa risplendente di 1400 miliardi di masse solari, pur essendo più distante della 891, cioè a 39,8 milioni di anni luce.

La ricerca del limite dello strumento, se fatta con regolarità porta a delle piacevoli sorprese. Io in tutte le mie serate osservative, memorizzo sul Push-To UN solo oggetto che ritengo ostico, per vedere (prima di smontare tutto e tornare a casa) se, e come riesco a vederlo... E se è il caso, per imparare a ritrovarlo con lo star-Hop.

_________________
WWW.GRATTAVETRO.IT, blog del fai da te astronomico


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: prima osservazione
MessaggioInviato: lunedì 17 settembre 2018, 7:24 

Iscritto il: martedì 28 agosto 2018, 19:29
Messaggi: 57
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ebbene si:
ieri sera ore 24 circa dopo aver effetuato il GOTO su M31 e dopo aver cecato per circa un'ora, spostando a zig zag il telescopio e molto lentamente, ho visto lei: ANDROMEDA !!!!
Era un piccolo batuffolo di cotone più denso al centro e più evanescente man mano verso l'esterno. Tranquilli: questa volta non farò alcun commento.............. Non voglio tediarvi (finalmente! direte).
L'ho tenuta per oltre un'ora, avevo paura che non l'avrei più rivista, ma all'una ho spento tutto dandole un arrivederci. Si perchè per la gioia di averla trovata, non ho neanche ricordato che lì vicino ci sono altre due piccole galassie. Le troverò !!!!!
Vi prego, non ditemi che non ho visto Andromeda ma qualcos'altro!
Durante l'osservazione ho cambiato lente: ho montato la super 10. Vi domando perchè vedevo il cielo molto più scuro e andromeda era appena visibile. Ho sbagliato a montare la lente?
Altra domanda. Sono stato sul terrazzino del soffitto di casa che mi porta a trenta metri di altezza, che panorama, non ci ero mai salito prima. L'inquinamento luminoso è discreto ma vedevo chiaramente quasi allineato marte, saturno e la luna. Non ero pronto a portare su il telescopio, ma questa sero lo farò, anche se ho visto su stellarium che saturno dovrebbe essere di nuovo molto vicino alla luna.
Si pone il problema della batteria. Ho letto che la montatura consuma 1200mA. Per ora il pacchetto di 8 pile in dotazione è sufficiente o devo procurarmi subito la batteria al piombo gel? E la batteria da 7A può essere sufficiente per 4 o 5 ore di osservazione o devo acquistare quella da 12V ( deve pesare parecchio di più e dovrò necessariamente appoggiarla a terra) ?
Come sempre resto in attesa delle vostre pazienti riposte.
diego

_________________
seminare capere est,
--------
La mia dotazione:
Skywatcher Telescopio Maksutov MC 127/1500 SkyMax BD AZ-S GoTo, finder scope 6x30, super 25 wide angle long eye relief,
super 10long eye relief, 2x barlows lens 1.25".


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: prima osservazione
MessaggioInviato: lunedì 17 settembre 2018, 9:06 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20566
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Si, Andromeda ha proprio quell'aspetto. Se monti un oculare (il 10mm) che ingrandisce molto avrai meno luce e quindi il cielo apparirà più scuro ma più scuro sarà anche ciò che stai osservando. Da cieli inquinati conviene usare un oculare che dia un ingrandimento più basso possibile ma non tanto da far apparire il cielo troppo chiaro.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: prima osservazione
MessaggioInviato: lunedì 17 settembre 2018, 9:43 

Iscritto il: martedì 28 agosto 2018, 19:29
Messaggi: 57
Tipo di Astrofilo: Visualista
Grazie Fabio,
Non mi dici nulla sulla batteria?

_________________
seminare capere est,
--------
La mia dotazione:
Skywatcher Telescopio Maksutov MC 127/1500 SkyMax BD AZ-S GoTo, finder scope 6x30, super 25 wide angle long eye relief,
super 10long eye relief, 2x barlows lens 1.25".


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: prima osservazione
MessaggioInviato: lunedì 17 settembre 2018, 9:56 

Iscritto il: venerdì 11 marzo 2011, 21:13
Messaggi: 143
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ciao, Attonito
Hai cercato vedere M 13?

_________________
Osservo con
APM 140/980 TS apo 130/910 e C8 HD e torretta Zeiss
Binocolo APM 120/660 ED.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: prima osservazione
MessaggioInviato: lunedì 17 settembre 2018, 10:21 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20566
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Penso che una batteria al piombo gel da 7A ti basti, costerà ben meno del pacco delle pile.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: prima osservazione
MessaggioInviato: lunedì 17 settembre 2018, 10:55 

Iscritto il: giovedì 21 gennaio 2016, 14:23
Messaggi: 285
Concordo!

Il tuo pacco di 8 pile da 1,5 V, che suppongo collegate in serie, fornisce una trensione di 9 volt, e se sono pile alcaline, hanno (al caldo) una capacità di 2600mAh, con un assorbimento di 1200mAh. e quindi ti dovrebbero durare (2600/1200)=2 ore e 10 minuti....oppure la metà col freddo.

Con una batteria tampone da antifurto da 7 Ah (7000mAh), la durata con assorbimento di 1200mAh diventa di (7000/1200)=5 ore e 48 minuti, se la batteria è nuova e la temperatura non è fredda;

Se la temperatura fosse sottozero di -10°c, la capacità e la durata si ridurrebbero di 0,6 volte, cioè durerebbe 3 ore e rotti.

Il freddo (ma anche l'età) abbatte la capacità di una batteria secondo una curva fornita dal costruttore della batteria stessa, che per la FIAMM è 0.6 per -10°C e 0,4 per i -20°C).

Le batterie stagne al piombo-gel di quella capacità, pesano poco più di 2 kg, sono piccole e leggere, possono funzionare in tutte le posizioni, costano poco, e si trovano presso i negozi di componenti elettronici, perchè solitamente equipaggiano gli alimentatori tampone dei computer o degli antifuto, e si collegano con connettori di tipo Faston.

_________________
WWW.GRATTAVETRO.IT, blog del fai da te astronomico


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: prima osservazione
MessaggioInviato: lunedì 17 settembre 2018, 11:10 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 25 agosto 2006, 17:13
Messaggi: 7272
Località: Ostia (RM)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Come utilizzare queste lenti? Quali mi mancano per osservare gli ammassi stellari?
tipo il 20mm per gli ammassi o nebulose, il 10mm per ingrandirli o per cominciare a vedere i pianeti, per il quali ti consiglio oculare da 8 o 7.5mm
Allineamento del cercatore: ho proceduto inquadrando la croce di un campanile ( dist. 400 m linea aria ) con il telescopio e poi senza muovere nulla, regiolando le viti del puntatore, ho sovrapposto la punta della croce con il centro della lente. E' corretto, a parte i termini che posso aver sbagliato?
mi sembra sia tutto corretto
Allineamento della montatura.
Ho utilizzato la procedura dell'allineamento a due stelle: la Polare e Almaak.
Il problema è avere la sicurezza che la stella centrata nel puntatore sia propio quella prescelta.( prima delusione: sulle stelle hanno dimenticato di applicare il cartello con il nome !!!!!! ). A parte gli scherzi, mi è sembrato che la centratura fosse corretta perchè, quando ho indicato la seconda stella, il telescopio, ad occhio, si è mosso proprio verso quella stella che vedevo ad occhio nudo. E' poca cosa, ma tant'è! Esiste un modo per avere la sicurezza che quando si punta la prima stella si osserva proprio quella che si cercava?
studia i libri e cartografie per imparare costellazioni e nomi delle stelle principali
Ed ancora: è' possibile fare il GOTO dando al telecomando le coordinate della stella da cercare, visto che è il telecomando stesso a fornirle?
più facile e immediato con i nomi, basta studiare
Non sono riuscito a vedere la galassia di Andromeda: Perchè? Come si fa a centrare una galassia? E' possibile con la mia strumentazione?
occorrono bassi ingrandimenti e cmq se si osserva da cielo cittadino si osserva solo il nucleo e un pò di alone intorno, poco gratificante, a me è sempre piaciuta di più da cieli bui e un binocolo

_________________
Luca ~ Coronado Solarmax II 60mm BF15 + Celestron C8 su NexStar SE + Hutech astro modded Canon 5D mkIII + Canon 6d modded Super UV/IR (Tamron 15-30/2.8 VC, Nikon AIS 50/1.8, Canon 85/1.8, Nikon AF ED 180/2.8, Canon 300/4 IS ) + PaintShop 10&X7, PhotoShop CS2, Deep Sky Stacker, NoiseWare, Pixinsight Le


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], Paoluz93 e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010