1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 22 settembre 2018, 14:49

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 21 agosto 2018, 16:57 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 873
Località: Manziana (Rm)
Piu volte troviamo pareri discordanti riguardo le prestazioni di raccolta luce in funzione al tipo di strumento..
Siccome c'è chi parla di diametro libero e chi parla di area libera,vorrei se possibile risolvere finalmente questo mio dubbio con il vostro prezioso aiuto..
Ho trovato spesso nel web distinzioni tra potere di contrasto e potere risolutivo,dove nel potere di contrasto conta il diametro libero mentre per la risoluzione conta l'area libera....sbaglio?
Se cosi fosse un mak 102mm renderebbe sul deepsky come uno strumento non ostruito da circa 70mm mentre nel planetario dove conta la risoluzione e quindi l'area,come uno strumento non ostruito da circa 97mm...sbaglio? Se sbaglio correggetemi e fatemi chiarezza.

Praticamente quello che volevo sapere è se nelle osservazioni deepsky,ovvero quelle concesse a questi strumenti,passare da un rifrattore da 90mm a un mak 102 sia un regresso piu che un piccolo progresso..focale a parte in quanto se nell'acro da 90mm uso il 32mm nel mak userei un 40mm e chissene frega..alla fine tra 1000 e 1350mm di focale non cambia chissache.

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Celestron Astromaster 90az
TELESCOPIO 3: Sw Evostar 120-600
Oculari: Baader Plossl Classic 32mm,Celestron Kellner:(20mm,15mm,10mm,9mm),Celestron H.4mm - Filtri: Celestron lunare,Celestron #80A blu,Celestron #25 rosso - Diagonale a specchio Omegon - Adattatore fotografico per smartphone Solomark - Fotocamera: smartphone Lgk10 13mp.

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Ultima modifica di Angelo Cutolo il martedì 21 agosto 2018, 20:31, modificato 1 volta in totale.
Uniti post consecutivi.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 21 agosto 2018, 17:19 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:29
Messaggi: 5771
Località: Truccazzano (MI)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Bella domanda. Mia esperienza personale, quindi da prendere per quel che è:
Apo da 8cm , Newton da 10cm f/6 e Mak 127mm

Sui Pianeti vince di misura il Mak, seguito a ruota dal rifrattore che offre un contrasto apparentemente maggiore e rende più facili certi dettagli, ma con un occhio allenato il Mak rileva più particolari fini, anche se a volte meno evidenti a una prima occhiata
Luna, ancora il Mak, ma i dettagli sono differenti, come qualità di visualizzazione, più secchi ed evidenti nel rifrattore, ma effettivamente con un pelo di definizione in più nel Mak, purtroppo ho sempre usato oculari differenti anche se il confronto avveniva simultaneamente per via delle grandi differenze di focale.
Deep, sui globulari vince il Mak, mentre Newton e Apo sono pressochè identici, sulle nebulose diffuse la differenza si assottiglia

_________________
Qualcosa sulla "mia" astrofotografia
La mia gallery su Astrobin


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 21 agosto 2018, 17:21 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20279
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Eh, l'argomento è complesso, ed a volte foriero di discussioni (lunghe e talvolta polemiche) tra i fautori di uno schema ottico o di un altro. Intanto facciamo un poco di chiarezza con i termini. Il potere risolutivo, ossia la capacità di separare due punti vicini, dipende solo dal diametro dell'ottica. In questo non si tiene in considerazione il contrasto dell'immagine nè la sua luminosità. Quindi uno strumento di 150 mm che sia un rifrattore o un Newton avranno lo stesso potere risolutivo, in teoria. Però il Newton ha una ostruzione. Al crecere della percentuale dell'ostruzione diminuisce la luce catturata dallo strumento, ma questo è un fattore che ci possiamo subito dimenticare. Quello che invece diminuisce è il contrasto dell'immagine. Ci sono dei diagrammi per mostrare questo, ma per il momento li possiamo lasciar stare. Nel caso pratico, ossia reale di una osservazione non ci sono solo questi due fattori da tenere presente, ma anche altri, come le caratteristiche (difetti) di alcuni schemi ottici (coma fuori asse...) e soprattutto l'effetto deleterio del seeing che colpisce di più gli strumenti di maggior diametro, per il fatto che questi intercettano più "celle" di atmosfera disturbata.
Infine chiariamo una cosa, per vedere al meglio Giove cosa conta di più? La risoluzione o il contrasto? Beh, entrambe le cose, si capisce, ma forse conta di più il contrasto. Mentre per osservare la Luna conta più la risoluzione.

Se si deve scegliere tra un acromatico 90 mm ed un Maksutov da 102 mm personalmente sceglierei il secondo, non ha nessun cromatismo e quindi mostra immagini migliori degli oggetti luminosi come i pianeti, dove il cromatismo residuo impasta l'immagine. Diverso sarebbe il caso di un apocromatico da 90 mm. Ma anche il costo sarebbe ben superiore a quello del Maksutov.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Ultima modifica di Angelo Cutolo il martedì 21 agosto 2018, 20:33, modificato 1 volta in totale.
Uniti post consecutivi.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 21 agosto 2018, 18:59 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 873
Località: Manziana (Rm)
Io parlavo di osservazioni deepsky comunque..tipo nebulose o galassie o nebulose planetarie.Sui pianeti lo so che il mak è migliore ma per gli oggetti deboli (quindi a livello di contrasto e luminosita) anche se sia il 90ino acro che il mak 102 non sarebbero propriamente consigliati,quale tra i due sarebbe leggermente piu performante?

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Celestron Astromaster 90az
TELESCOPIO 3: Sw Evostar 120-600
Oculari: Baader Plossl Classic 32mm,Celestron Kellner:(20mm,15mm,10mm,9mm),Celestron H.4mm - Filtri: Celestron lunare,Celestron #80A blu,Celestron #25 rosso - Diagonale a specchio Omegon - Adattatore fotografico per smartphone Solomark - Fotocamera: smartphone Lgk10 13mp.

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 21 agosto 2018, 19:32 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:29
Messaggi: 5771
Località: Truccazzano (MI)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Secondo me sarebbero del tutto simili, personalmente opterei per un buon acro da 90

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

_________________
Qualcosa sulla "mia" astrofotografia
La mia gallery su Astrobin


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 21 agosto 2018, 19:38 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5991
Località: Roma
Cita:
Io parlavo di osservazioni deepsky comunque..tipo nebulose o galassie o nebulose planetarie.Sui pianeti lo so che il mak è migliore ma per gli oggetti deboli (quindi a livello di contrasto e luminosita) anche se sia il 90ino acro che il mak 102 non sarebbero propriamente consigliati,quale tra i due sarebbe leggermente piu performante?

Premesso che concordo con tutto quanto detto da Fabio nei suoi post, direi che usare il 90 rifrattore acro (a patto sia di buona qualità e di ridotta focale) ha senso solo a basso ingrandimento (max 30-40X) e per campi stellari larghi, nei quali il rifrattore può far valere il maggior contrasto e puntiformità delle immagini stellari.
Se, invece , si vuole uno strumento universale che, grazie all'assenza di cromatismo, possa dare il meglio sia a basso ingrandimento per il deep che ad alto ingrandimento su luna, sole (con filtro) e pianeti, allora il mak da 102 è la migliore scelta.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 21 agosto 2018, 19:45 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20279
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Sono entrambi strumenti di modesto diametro, quindi oggetti deep di piccola dimensione, tipo le nebulose planetarie si vedranno nello stesso modo: poco. Magari per gli oggetti deep diffusi e grandi angolarmente si potrebbe preferire il rifrattore che consente di scendere un poco di più con gli ingrandimenti e quindi rendere un poco più luminoso il campo. Ti dirò, con il piccolo Maksutov Meade ETX 105 dall'isola del Giglio (= cielo scurissimo) ho comunque visto una galassia di Andromeda piuttosto bella. Ma se si vuole osservare un poco di deep bisogna andare almeno a 200 mm di diametro, c'è poco da fare. Allora, io ho un ETX 105, un rifrattore acromatico Skywatcher 100/500, un rifrattore acromatico Orion 100/600 ed un rifrattore apocromatico ED 80/550. Quale preferisco? O l'ETX oppure l'apo ED.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 21 agosto 2018, 20:02 

Iscritto il: sabato 17 febbraio 2018, 6:59
Messaggi: 32
Tipo di Astrofilo: Visualista
Fulvio personalmente ho preferito tenermi un 102/1000 Acro di buona fattura dando via il 102 mak sia sul deep che sui pianeti, la puntiformità stellare del rifrattore è impossibile sia sui mak che SCT il cromatismo residuo su un f/10 è solo percettibile,dove vince il mak a parità di diametro è la compattezza


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 21 agosto 2018, 20:58 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 873
Località: Manziana (Rm)
Ok diciamo quindi che piu o meno si equivalgono giusto?
C'è un mio amico che dice di trovare un newton 150 addirittura piu luminoso e contrastato sul deep rispetto ad uno Sw 120 600...puo essere?

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Celestron Astromaster 90az
TELESCOPIO 3: Sw Evostar 120-600
Oculari: Baader Plossl Classic 32mm,Celestron Kellner:(20mm,15mm,10mm,9mm),Celestron H.4mm - Filtri: Celestron lunare,Celestron #80A blu,Celestron #25 rosso - Diagonale a specchio Omegon - Adattatore fotografico per smartphone Solomark - Fotocamera: smartphone Lgk10 13mp.

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 22 agosto 2018, 6:37 

Iscritto il: sabato 17 febbraio 2018, 6:59
Messaggi: 32
Tipo di Astrofilo: Visualista
La luminosità di un telescopio e data dalla pupilla d'uscita (P.U.)
un Newton 150/750 risulterà più luminoso di un rifrattore 120/600 solo se usi oculari con focali più lunghe
Esempio Newton; 150/750 + un oculare da 25mm con 52°=P.U 5mm
Esempio rifrattore 120/600 + un oculare da 25mm con 52°=P.U 5mm
........
Esempio Newton; 150/750 + un oculare da 32mm con 52°=P.U 6.40mm
Come vedi il Newton 150/750 risulterà più luminoso verso il 120/600 acro solo se li metti in treno un oculare con focale più lunga
P.S. è un sogno di tutti riuscire a dilatare la pupilla di 6.40mm, da pipillometro fatto riesco a mala pena a dilatarla a 5mm
Il contrasto di una lente senza ostruzioni e superiore a qualsiasi specchio ostruito di pari diametro mettendo in conto prima di tutto la collimazione ,le turbolenze termiche, e l'avvenuto acclimaticamento del setup.
Il diametro in più del newton vince sulla separazione angolare dei due punti pari a 0,77 arcosecondi, invece il 120 rifrattore pari a 0,97 arcosecondi
cosa significa? con il 120 separi tutti i sistemi binari da 0,97 e superiori
con il 150 da 0,77 e superiori.


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010