1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 23 ottobre 2018, 22:03

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Exabot [Bot] e 7 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 28 luglio 2018, 13:12 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 aprile 2008, 21:41
Messaggi: 147
Località: Roma
:obs: vs :bino:

In occasione del compleanno di mia moglie avevo incautamente preannunciato che, tornati dal ristorante ,saremmo saliti su nel terrazzo condominiale al centro di Roma ad osservare l'eclissi. Avevo predisposto il mio telescopio Celestron 102 SLT con una serie di oculari plossl Meade 5000, ed un binocolo Oberwerk 12x60 appena acquistato dal buon Pietro di RPOptix messo su un cavalletto Cullmann,

Dico incautamente , perchè in queste serate c'è sempre il rischio di passare per il solito nerdacchione che traffica disperatamente con uno strumento mentre gli altri lo guardano molto distrattamente e con un pizzico di commiserazione.
Questo non è accaduto ma anche se lo fosse stato non sarebbe comunque servito a scoraggiarmi.

0-1 segna il binocolo. Alle 22.30 quando siamo saliti l'immagine della luna con 30 ingrandimenti era molto scura, perchè in pieno cono d'ombra. Col binocolo era meglio , anche perchè c'è stata la suggestione di poter osservare scorci di colosseo illuminato e altri monumenti di rilievo.

1-1 Pareggia il telescopio. Quando già serpeggiava nei miei ospiti un sussurato "Tutto qua!"...con un magistrale colpo di GOTO (Santo GOTO) centravo il telescopio su Saturno. Certo qualcuno ha detto " Che è sto puntino...?" ma poi passando a 130 ingrandimenti le perplessità
sono finite. Certo continuo a domandarmi quanto bisognerebbe investire per avere un Saturno non a pieno oculare ma almeno un po' più grande e stagliato. Probabilmente non basterebbero 400 ingrandimenti penso a una focale di 2000 con oculare da 5 e un diamentro di almeno 25 cm perchè aumentando gli ingrandimenti 4 volte la luce cala di 16 volte (se non erro). Esiste uno strumento cosi?. Eppoi sarebbe un film andarsi a cercare il seeing giusto ...che a Roma è terrificante..

2-1 Passa in vantaggio il telescopio. Altro colpo di Goto e punto il telescopio su Giove. Bhe oltre al disco la possibilità di vedere i 4 satelliti è sempre uno spettacolo.
Quà aggiungo una nota...E' incredibile quanta gente di più di 50 anni ancora si stupisce realizzando che sia possibile vedere i pianeti alzando gli occhi al cielo... :facepalm:

2-2 Pareggia il binocolo. La Luna esce dal cono d'ombra e quell'arco di fuoco in effetti visto al binocolo è più spettacolare...La visione binoculare ti fà volare.

3-2 Vittoria finale del telescopio. In modalità libera ho promesso agli astanti che gli avrei fatto leggere i geroglifici sull'obelisco antistante la cattedrale di S.Giovanni e distante circa 800m un Km dall'osservatore.

Scommessa facile vinta, fra lo stupore generale.. ma ogni volta mi stupisco anche io.... :shock: :shock:


Allegati:
Eclissi 270718 Roma.jpg
Eclissi 270718 Roma.jpg [ 100.77 KiB | Osservato 290 volte ]

_________________
OSSERVO CON:

CELESTRON 102 SLT
OCULARI MEADE PLOSSL SERIE 5000
Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 28 luglio 2018, 13:15 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 27 agosto 2009, 22:10
Messaggi: 995
... ahò, anvedi questi... :lol:
Bella e simpatica iniziativa, complimenti!

_________________
Andrea, Milano

... lunga vita al sessantino!

- - - CENSORED - - -


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 29 luglio 2018, 1:32 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 913
Località: Manziana (Rm)
Per Saturno o Giove grossi come una moneta da 1 o 2cent ti servono si almeno 350-400x.. Il problema come dici tu,è il seeing,in quanto con tanti ingrandimenti e con strumenti superiori ai 25 cm di diametro,vedresti pianeti e luna ondeggiare di continuo.. Volendo investire "poco" potresti farti un bel dobson da 200mm con 330-350 euro senza goto..stai ancora su un diametro che non risente disastrosamente delle turbolenze atmosferiche e potresti spingerti un bel po con gli ingrandimenti...certo non oltre i 250-300x poiche il pianeta scappa come niente fosse senza il goto...ma hai la risoluzione di un 200mm..altrimenti puoi farti un mak tipo il celestron nextar 127slt go to e lo trovi a circa 600euro..o il mak skywatcher che è lo stesso.. È uno strumento sicuramente molto piu corretto del tuo rifrattore corto e sicuramente piu potente..con quello puoi sicuramente spingerti fino a 200-250x ed essendo un maktusov cassegrain hai una correzzione ottica quasi da rifrattore apocromatico.

Per quanto riguarda la serata,bel racconto! Io l'ho passata sulla riva del Lago di Bracciano con il binocolo..il telescopio l'ho lasciato a casa..C'era gente anche li a guardare la luna e molti non sapevano che quell'affascinante punto rosso li in basso a destra fosse Marte :facepalm:

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Celestron Astromaster 90az
TELESCOPIO 3: Sw Evostar 120-600
Oculari: Baader Plossl Classic 32mm,Celestron Kellner:(20mm,15mm,10mm,9mm),Celestron H.4mm - Filtri: Celestron lunare,Celestron #80A blu,Celestron #25 rosso - Diagonale a specchio Omegon - Adattatore fotografico per smartphone Solomark - Fotocamera: smartphone Lgk10 13mp.

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 29 luglio 2018, 2:58 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 aprile 2008, 21:41
Messaggi: 147
Località: Roma
Ecco , grazie Ares perchè questo e proprio il genere di informazioni che mi manca.
Ho sempre immaginato che il Mak 127 ostruito al centro non fosse alla fine un deciso salto di qualità rispetto al 105 non ostruito.

E , tralasciando un attimo il prezzo, il rifrattore goto 120 skywatcher sarebbe un ulteriore salto di qualità rispetto al Mak?

Cosi' tanto per identificare un percorso di acquisti migliorativi che potrebbero terminare magari col Dobson da 10 pollici sempre goto skywatcher.... staremmo ancora a livelli umani di spesa.

_________________
OSSERVO CON:

CELESTRON 102 SLT
OCULARI MEADE PLOSSL SERIE 5000


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 29 luglio 2018, 14:51 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 913
Località: Manziana (Rm)
Allora..per oggetti molto luminosi come luna e pianeti se ti fai un rifrattore devi procurartene uno a medio-lunga focale.. Ad esempio se prendi un 90mm almeno deve essere un f10 ossia 900 di focale,se è un 102mm deve essere almeno un f12 ma gia inizia ad essere un affare troppo ingombrante..
Il mak 127 se ti interessa soprattutto il planetario io te lo consiglio poichè anche se ha un area libera simile a quella di un rifrattore da 90mm,il suo schema ottico ha una correzzione tale da eguagliare quasi le prestazioni di un apocromatico...cosa significa? Che in pratica mentre col tuo rifrattore corto dopo i 70x inizi a vedere quel fastidioso impastamento di luce bluastra (cromatismo),con il mak127 tutto lo spettro luminoso rimane al suo posto dandoti immagini piu definite ad ingrandimenti piu elevati..di fatto con un 127mak puoi spingerti fino a quasi 250x senza perdere nulla in definizione,cosa che non potresti mai fare con un rifrattore corto di pari diametro.
Inoltre bisogna capire per cosa ti serve lo strumento..
Per il planetario è fondamentale il potere di risoluzione che dipende dall'area dello strumento e non direttamente il diametro,poiche i pianeti sono oggetti molto luminosi in se per se.. Se fail'area totale meno l'area dell'ostruzione vedrai che un mak 127 ha circa l'area di 120mm non ostruiti..quindi per il planetario un mak127 equivale ad un buon rifrattore ed da 120mm ma ha una compattezza migliore quindi meglio il mak..
Se ti interessa il deepsky invece conta il contrasto,che a sua volta dipende dal diametro libero..ecco perche qui un mak o un newton da 127mm equivalgono a circa un rifrattore da 90mm considerando un ostruzione del 30% in media.. Fai diametro lordo meno diametro dell ostruzione. Se ami il planetario gia con un rifrattore 90 900 o meglio 90 1000 avresti visto la differenza qualitativa rispetto al tuo cavandotela con 230-260 euro senza goto pero..ma ti saresti potuto spingere oltre i 160x senza problemi su luna e pianeti.
Per migliorare io te lo consiglio il mak 127 che sui pianeti è una bomba è manegevole compatto,ha il goto e ti permette di spingerti fin quasi i 250x senza difetti

Per il deep la questione del cromatismo non conta..conta il diametro.. In quel caso anche un rifrattore corto da 150mm va bene,pero ti consiglio comunque un dobson poiche parita di diametro ti costa la meta..
È buono anche per il planetario se hai spazio il dobson poiche ha comunque una buona lunghezza focale..

Comunque se lo spazio per te non è un problema un bel dobson da 200 mm a 330 euro lo trovi tipo della orion..lo skyquest xt8.. A metá prezzo di un mak 127 hai il doppio quasi in diametro e con la sua focale buona ma non eccessiva lo puoi usare sia per il planetario che per il deep anziche avere 2 strumenti.. Io dopo averne provato uno da 250mm mi mordo le mani per non aver potuto trovare lo spazio per un 200mm..purtroppo casa è piccola..ho speso 250euro per un rifrattore da 90mm

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Celestron Astromaster 90az
TELESCOPIO 3: Sw Evostar 120-600
Oculari: Baader Plossl Classic 32mm,Celestron Kellner:(20mm,15mm,10mm,9mm),Celestron H.4mm - Filtri: Celestron lunare,Celestron #80A blu,Celestron #25 rosso - Diagonale a specchio Omegon - Adattatore fotografico per smartphone Solomark - Fotocamera: smartphone Lgk10 13mp.

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Ultima modifica di Angelo Cutolo il domenica 29 luglio 2018, 18:57, modificato 1 volta in totale.
Uniti post consecutivi.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 29 luglio 2018, 17:46 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 aprile 2008, 21:41
Messaggi: 147
Località: Roma
Si si mi hai stra convinto e vado per il Mak 127, pensando sopratutto alla trasportabilità, sperando di trovare un bel posto nei dintorni di Roma meno inquinato.

Interessante la questione tra diametro ed area a cui non avevo assolutamente mai pensato , ma sei sicuro che non sia esattamente il contrario, ossia per i pianeti conta il diametro e per il deep l'area?

Per il contrasto conta quanta luce raccogli (ossia l'area)

Una volta lessi un articolo sui telescopi rifrattori alla fluorite polarex unitron in cui si diceva che la luce che entra centralmente (ossia quella che nel Mak è ostruita dallo specchio), contribuisce molto di più di quella periferica a costruire un immagine dettagliata.

Se cosi' fosse il rifrattore 120 1000 dovrebbe restituire una immagine qualitativamente nettamente superiore a quella del Mak 127.

Tanto è vero che i fortunati possessori di rifrattori Takahashi a diametro più largo dicono che nel deep vedono piu dettagli delle nebulose dei Dobson a diametro maggiore.

Vabbè stiamo a livelli lontanissimi dalle mie possibilità..... :crazy:

_________________
OSSERVO CON:

CELESTRON 102 SLT
OCULARI MEADE PLOSSL SERIE 5000


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 29 luglio 2018, 19:19 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 21 dicembre 2007, 13:49
Messaggi: 4632
Località: Roma / Amelia (TR)
Tipo di Astrofilo: Visualista
Diz-buster ha scritto:
Eppoi sarebbe un film andarsi a cercare il seeing giusto ...che a Roma è terrificante..


Strano, io in tanti anni di osservazione le serate col miglior seeing le ho avute a Roma,mentre in genere la campagna e la montagna (ottima per il deep) mi hanno quasi sempre deluso.

Solo a Roma sono riuscito, un paio di volte, a osservare saturno a 250X immobile come una statua.

_________________
Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Dobson GSO 10" con Telrad - Celestron CPC800 - Meade ETX-70
Panoptic 24mm - FF 19 mm - Hyperion zoom 8-24 mm - Genuine Ortho 5mm - Barlow Televue 2X - Astronomik OIII
Zwo ASI 120 MC


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 29 luglio 2018, 20:23 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 aprile 2008, 21:41
Messaggi: 147
Località: Roma
Hai ragione Andrea, nel senso che , Io "immagino"... che sia pessimo perchè vedo a volte di giorno corposi strati di smog e la sera molte luci. Ma non ho l'esperienza in effetti per paragonarlo fattivamente ad altri posti. Se mi dici che per i pianeti è ok ne sono felice

_________________
OSSERVO CON:

CELESTRON 102 SLT
OCULARI MEADE PLOSSL SERIE 5000


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 29 luglio 2018, 22:19 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 913
Località: Manziana (Rm)
Guarda il seeing dipende dalle correnti d'aria dalla trasparenza,dal gradiente termico dei vari strati atmosferici dall'umiditá e tanti altri fattori metereologici..per Roma Citta non so che dirti perche da li non ci ho mai provato..l'unica cosa credo ti sia precluso il deepsky causa dell'inquinamento luminoso..

Per quanto riguarda le differenze tra area e diametro io so che è come ti ho spiegato.. Ma quello che piu è sicuro è che un rifrattore di diametro un po inferiore,puo egualiare un mak o un newton solo sul deepsky..esempio rifrattore 90mm vs mak o newton da 127mm mentre per il planetario,la risoluzione tiene conto dell'area libera che togliendo la piccola porzione centrale alla fine equivale poco meno ossia da 127 a circa 120.. L'unica cosa con soggetti molto luminosi tipo la luna alcuni vedono l'ombra dello spider..un po fastidiosa sta cosa a quanto ho sentito..

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Celestron Astromaster 90az
TELESCOPIO 3: Sw Evostar 120-600
Oculari: Baader Plossl Classic 32mm,Celestron Kellner:(20mm,15mm,10mm,9mm),Celestron H.4mm - Filtri: Celestron lunare,Celestron #80A blu,Celestron #25 rosso - Diagonale a specchio Omegon - Adattatore fotografico per smartphone Solomark - Fotocamera: smartphone Lgk10 13mp.

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 29 luglio 2018, 23:13 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 913
Località: Manziana (Rm)
Una domanda volevo farti.. Ma il binocolo 12x60 quanto rende? Vale la pena acquistarlo? Poco tempo fa stavo appunto valutando.. Sul deepsky come se la cava? In mano si tiene o pesa troppo?

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Celestron Astromaster 90az
TELESCOPIO 3: Sw Evostar 120-600
Oculari: Baader Plossl Classic 32mm,Celestron Kellner:(20mm,15mm,10mm,9mm),Celestron H.4mm - Filtri: Celestron lunare,Celestron #80A blu,Celestron #25 rosso - Diagonale a specchio Omegon - Adattatore fotografico per smartphone Solomark - Fotocamera: smartphone Lgk10 13mp.

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Exabot [Bot] e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010