1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è venerdì 25 maggio 2018, 23:45

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 128 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 13  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 19 aprile 2018, 11:20 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 19488
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Per avere una idea del seeing puoi controllare l'animazione della scala di Pickering sul sito di Damian Peach: http://www.damianpeach.com/pickering.htm
Si vede bene che con valori della scala sotto il 6 gli anelli di Airy praticamente non si vedono più.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 19 aprile 2018, 11:54 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2017, 9:17
Messaggi: 250
Località: Verbania
Tipo di Astrofilo: Visualista
Allego foto per capire se c'è collimazione.


Allegati:
Coll 1.jpg
Coll 1.jpg [ 55.67 KiB | Osservato 67 volte ]
Coll 2.jpg
Coll 2.jpg [ 18.29 KiB | Osservato 67 volte ]
Coll 3.jpg
Coll 3.jpg [ 30.24 KiB | Osservato 67 volte ]

_________________
"Ogni cometa, come ogni uomo, ha la sua storia" P. Maffei
Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 19 aprile 2018, 12:07 
Vendor
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2015, 23:52
Messaggi: 701
Località: Provincia di Treviso
Tipo di Astrofilo: Visualista
Hai il secondario un po' 'ovale' ma direi che sei a buon punto!

_________________
R.E.E.G.O. inventor


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 19 aprile 2018, 12:36 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2017, 9:17
Messaggi: 250
Località: Verbania
Tipo di Astrofilo: Visualista
Quindi svito vite centrale del secondario e lo raddrizzo...
Il problema è che poi mi sballa la centratura del primario e devo rifare tutto..
Ma è così grave ai fini di staccare Castor?

_________________
"Ogni cometa, come ogni uomo, ha la sua storia" P. Maffei


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 19 aprile 2018, 12:50 
Vendor
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2015, 23:52
Messaggi: 701
Località: Provincia di Treviso
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ma figurati! Per me puoi tenerlo benissimo cosi! Castor la separi senza problemi! Cavolo stanno a piu' di 5"! :D

_________________
R.E.E.G.O. inventor


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 19 aprile 2018, 12:57 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 23672
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
nosetop73 ha scritto:
Il problema è che poi mi sballa la centratura del primario e devo rifare tutto..


Ieri ho fatto e rifatto la collimazione al dobson 4 volte perchè non mi soddisfaceva :D
L'ultima mi ero rotto e stavo lasciando tutto così com'era (era tardino).
Il pensiero è stato proprio come il tuo.

Poi mi sono detto: "ci metto poco per avere il massimo dallo strumento".

Dopo 5 minuti era perfetto :)

Non avere paura di mettere mani: più collimi, più diventa semplice la volta successiva.

_________________
Immagine
Dobson 60cm f/4 - SCT 20cm f/10 - Acromatico 80mm f/11.4
When darkness is at its darkest, that is the beginning of all light (Lao-Tzu)


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 19 aprile 2018, 12:57 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 19488
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Non ti basare su una foto fatta con la macchina od il cellulare in mano, è facile che non sia in asse e quindi che dia una impressione sbagliata. Per vedere se il secondario sia in asse va guardato col Cheshire oppure col portarullino forato. Le foto mostrano che comunque non va così male, quindi se non separi bene castor non dipende certo da quello.

Suggerisco tre doppie, per fare qualche test ed osservare qualcosa di simpatico.:
12 Lyn; SAO 25939; Cord 2000 06462+5927; Struve 948; AB; PA 69/308; Sep 1,88; Mag 5,44/6/7,05
Una bellissima tripla.

Delta Gemini, Wasat, SAO 79294; Struve 1066; Mag1: 3,55; Mag2: 8,18; Sep: 5,6; PA: 230
Una doppia bella, molto sbilanciata tra le componenti: non facilissima. La separazione è simile a quella di Castor, ma la secondaria è molto debole, quindi molto più difficile da scorgere.

Zeta2 Cancri, Struve 1196; SAO 97645 e SAO 97646; Mag 5,3/6,25/5,3 Sep 1,06/5.92 PA 38/68
Questa è stretta, ma l'ho osservata anche col Rumak 180 mm.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 19 aprile 2018, 13:05 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2017, 9:17
Messaggi: 250
Località: Verbania
Tipo di Astrofilo: Visualista
La foto l'ho fatta col cellulare allineato al fiorellino del portarullino forato.
Buchino di circa tre/quattro mm.
Ho usato il sostegno del cell che uso per le fotacce che faccio.

_________________
"Ogni cometa, come ogni uomo, ha la sua storia" P. Maffei


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 19 aprile 2018, 13:05 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 19488
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Prova le doppie che ho messo sopra. magari non sono facili da trovare, cercale prima con Stellarium se non hai il goto.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 19 aprile 2018, 13:34 

Iscritto il: giovedì 21 gennaio 2016, 14:23
Messaggi: 188
nosetop73 ha scritto:
Alla fine il dob da quando lo metto fuori a quando osservo è all'aperto da due/tre ore e poi c'è da considerare che osservo per almeno due ore...
Eppure mai ho visto le stelle come dei puntini netti, questo ovviamente ad alti ingrandimenti.
Quindi non può essere l'acclimatizzazione.
Molto più probabile il seeing, e ciò non mi preoccupa, la soluzione è aspettare la notte magica o andare in un luogo magico.
Mi preoccupa di più che sia un problema di strumento, ma a me pare che la collimazione ci sia. È chiaro a questo punto che ciò potrò capirlo solo osservando sotto un altro cielo.


Tutto può certamente essere ma alcuni trucchi sulla turbolenza, è bene saperli per distinguerne le due cause:

SEEING
-Se la occhio nudo vedi delle stelle luminose "sfavillare", sai già che a quella loro distanza dallo zenit, la turbolenza atmosferica sarà quasi proibitiva per l'osservazione ad alto ingrandimento.

-Se non vedi stelle favillare, la turbolenza atmosferica non è proibitiva, ma può ben esserlo per i forti ingrandimenti specie di oggetti distanti più di una trentina di gradi dallo zenit, a causa del fatto che lo spessore atmosferico che la luce deve attraversare è diventa via via di centinaia di chilometri al confronto con i 15km che abbiamo allo zenit.

-a turbolenza atmosferica affligge maggiormente le stelle che vedi alte sopra i tetti delle case che emanano piume di calore verso l'alto.

-La turbolenza affligge maggiormente il tuo telescopio se lo metti sopra una superficie diversa da un prato erboso.

- La turbolenza atmosferica (come è intuibile ma non quantificabile se non in approssimazione visuale) è visibile in quantità prevalente quando sfochi una stella spingendoti un poco in extra (cioè portando il fuoco a maggiore distanza dallo specchio primario); Viceversa in intrafocale avvicinerai il fuoco al primario e la prevalenza del disturbo (che vedrai sempre maggiore rispetto al extrafocale) è data dal calore dello specchio.

SPECCHIO CALDO
-La turbolenza che fa ribollire le stelle ad alto ingrandimento, impedendoti di vedere la tacca di diffrazione, è formata quindi non solo dal seeing (che non puoi dominare, ma puoi limitarne gli effetti scegliendo di osservare oggetti vicini allo zenit, da un luogo di osservazione erboso e senza i tetti delle case); Ma in quota maggiore è data dalla turbolenza dello specchio primario caldo.

Se finora non hai ancora mai visto una tacca di diffrazione (e da neofita non è un disonore), il motivo forse principale è lo specchio caldo, perchè tutti danno la colpa al seeing buttando via il "bambino con l'acqua sporca".

Con la prossima primavera vedrai che da neofita tutto si semplifica, perchè se tieni il telescopio del tipo a tubo, per almeno mezza giornata in un ambiente che sia costantemente intorno ai quindici gradi, spostandolo fuori dove ad inizio serata quando la temperatura ambiente è proprio molto vicina a quella, potrai quasi sicuramente vedere la tacca di diffrazione di una stella di medio-alta luminosità (come la polare).

_________________
WWW.GRATTAVETRO.IT, blog del fai da te astronomico


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 128 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 13  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010