1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 15 agosto 2018, 4:12

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 128 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 13  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: I pianeti con dobson 25 cm...dubbi.
MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 12:24 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2017, 9:17
Messaggi: 275
Località: Verbania
Tipo di Astrofilo: Visualista
Buongiorno a tutti ho un problema. Ho avuto conferma che col mio dobson 25 cm ideale è l'osservazione del deep ma non dei pianeti.
Ma la differenza che riscontro rispetto ad un newton supersatuno 114/900 è notevole in senso negativo...
In queste notti punto Giove col dobson ed evidentemente è più grande ma...eccessivamente luminoso e quindi faccio molto più fatica rispetto col 114 a distinguere le fasce. Insomma mi sembra sovraesposto, cosa che col 114 non succedeva...
Veramente un peccato perché secondo me se si riuscisse a diminuire la quantità di luce che viene catturata dal più grande diametro potrei vedere molto meglio! Cosa posso usare? Non parlo di fotografia ma solo di visuale!!!

_________________
"Ogni cometa, come ogni uomo, ha la sua storia" P. Maffei


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 12:26 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:41
Messaggi: 21429
è molto strano.
il dob è collimato?

_________________
qa'plà!
Radical chic certified


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 12:29 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14529
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Su Giove quale ingrandimento utilizzi il 25 e a quale il 114?

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: https://associazioneastronomicamirasole.wordpress.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 12:39 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 23930
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Devi usare una cosa semplice: l'ingrandimento :D

Quando cambi oculare, non cambia solo l'ingrandimento, ma anche la pupilla d'uscita.
La pupilla d'uscita è il fascio di luce (ovvero la quantità di luce) che esce dall'oculare.
Più aumenti l'ingrandimento, più diminuisci la pupilla d'uscita e più scurisci l'immagine.

Si calcola in questo modo:

Diametro strumento / Ingrandimento

Quindi, se usi lo stesso oculare col Supersaturno e col 25cm avrai sicuramente due ingrandimenti diversi (più grande nel 25cm) e due p.u. diverse.

Mettiamo che utilizzi un 25mm:

900 / 25 = 36x
114 / 36 = 3,1mm

1250 / 25 = 50x
254 / 50 = 5mm

Col dobson hai un'immagine più ingrandita, ma più luminosa rispetto al supersaturno.

Devi ingrandire :)
E avere un buon seeing.
E avere lo strumento collimato, altrimenti vedrai "sfuocato".

_________________
Immagine


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 12:51 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2017, 9:17
Messaggi: 275
Località: Verbania
Tipo di Astrofilo: Visualista
Allora io uso al massimo un 4 mm (ho un 250/1250) come usavo sul 114.
Il seeing non è superlativo, ma ieri riconoscevo bene anche se non eccezionalmente Sombrero e Anello e staccavo abbastanza bene la doppia di Castor.
Continuo a non vedere gli anelli di diffrazione (in Intra ed extra focale) però. Mai visti :(
Insomma mi spiace ma sono deluso dei pianeti (Saturno incluso) ma poi torno su Ammasso di Ercole e a circa 50 gradi di elevazione, nonostante si posizioni in una porzione di cielo quasi bianca per inquinamento... che spettacolo!
Forse dovrei provare con una Barlow e aumentare gli ingrandimenti?

_________________
"Ogni cometa, come ogni uomo, ha la sua storia" P. Maffei


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 12:58 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 23930
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
I fattori sicuri della tua delusione sono due:

1: I pianeti in questo periodo sono bassi sull’orizzonte e questo vuol dire una maggior probabilità di avere seeing orrido, che si avverte maggiormente ad alti ingrandimenti.

2: Ingrandisci tanto! 312x sul tuo 254mm richiedono un buon seeing per lavorare bene, e una collimazione certa e curata.

Gli anelli di diffrazione li vedi, invece, ingrandendo almeno al diametro nominale dello strumento, nel tuo caso 250x, e sfuocando leggermente (!) la stella (la Polare va benissimo perchè rimane ferma). Probabilmente li vedrai in continuo movimento e un po’ sfigurati per colpa del seeing.




_________________
Immagine


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 13:08 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2017, 9:17
Messaggi: 275
Località: Verbania
Tipo di Astrofilo: Visualista
Il discorso degli anelli per me è un DRAMMA!!! Mi sa che devo andare in montagna sotto altri cieli...
Scusa Davidem, ma per mettere alla prova la collimazione non c'è un test da fare su qualche doppia o simile? Si può cioè dire: se sdoppi quel certo oggetto sei collimato...?
L'ho già chiesto altre volte, mi ripeto ma per me è quel qualcosa che ancora mi fa dire che non tutto è ok forse sullo strumento... :shock:

_________________
"Ogni cometa, come ogni uomo, ha la sua storia" P. Maffei


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 13:15 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 10 agosto 2006, 10:11
Messaggi: 10245
Località: Cinisello Beach
Tipo di Astrofilo: Visualista
Per quella che è la mia esperienza, l'ingrandimento ideale per i pianeti è quello che fornisce una pupilla di uscita di 1mm.
Se il tuo dobson è un f5, l'oculare giusto è un 5mm, che ti fornisce 250 ingrandimenti.
Su marte si può osare di più e arrivare anche a pupille di 0,7-0,6mm, dunque con il tuo telescopio magari usare un 3 o un 4mm.

Detto quanto sopra, come specificato da davidem i pianeti ancora per quest'anno saranno tutti molto bassi. La parte bassa dell'atmosfera è quella più spessa e sporca, pertanto iniziare a osservare i pianeti ora è un po' più difficile.
Nonostante questo, i pianeti sono stati sempre osservati, in passato, con tutti gli strumenti a qualsiasi altezza, pertanto ti consiglio di non demordere e di tenere bene presente due cose:
- la collimazione, che dev'essere fatta sfuocando leggermente una stella;
- l'acclimatamento dello specchio, che dev'essere perfetto e che, se per caso tieni il telescopio in casa, può durare per più di un'ora ( un dobson non è proprio un telescopio mordi e fuggi).

Buone osservazioni,

Vincenzo

_________________
De kappellatis non disputandum est

Telescopi: Telescopi: Dobson 16,5", LX200 10", Lx10 8" su vixen gp, vari rifrattorini...

stelle già dal tramonto si contendono il cielo a frotte
luci meticolose nell'insegnarti la notte


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 14:25 

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 673
Io sapevo esistessero degli aggeggi al laser per collimarlo adeguatamente nel caso non si è pratici con la figura di diffrazione...poi vabbeh quella "grezza" con il tappino forato e la figura dell'occhio riflessa dallo specchio, ma questo penso lo sappiano tutti ed è approssimativa.
Ritornando alla questione, anche a me questo problema pare strano, peró è molto comune.
Mi viene da pensare che magari sia anche dovuto all'occhio che deve abituarsi alla forte luminositá e dunque necessita un po di tempo, hai fatto un osservaziome veloce Nose o sei stato parecchio a provarci?
Magari prova con l'occhio in visione diurna, tipo usando una luce bianca al posto di quella rossa (senza puntartela in faccia :mrgreen: )...a me aiuta nella perceziome dei colori dei pianeti e delle stelle doppie.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 14:30 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 23930
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Andrew189 ha scritto:
quella "grezza" con il tappino forato e la figura dell'occhio riflessa dallo specchio, ma questo penso lo sappiano tutti ed è approssimativa.

Questa collimazione è approssimativa se il foro è stato fatto approssimativamente.
Se, invece, hai un tappino fatto bene e un dobson con rapporto focale da f/5 in su, puoi considerarlo come un ottimo primo step di collimazione, da raffinare sulla stella ad alti ingrandimenti.

_________________
Immagine


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 128 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 13  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010