1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 25 settembre 2018, 4:07

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Telescopi "da tavolo"
MessaggioInviato: venerdì 23 febbraio 2018, 14:44 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 ottobre 2017, 9:41
Messaggi: 17
Località: Roma
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao a tutti, noto che alcune case costruttrici offrono delle soluzioni Dobson per telescopi, passatemi il termine, "corti", addirittura su maksutov.
Sono oggetti che mi stuzzicano, non lo nascondo, innanzitutto per il costo e per la trasportabilità.
Come avevo già accennato sul forum, attualmente guardo il cielo ad occhio nudo o utilizzando un binocolo sopratutto nei miei spostamenti in camper in quanto vivendo in città non ho un buon cielo, ma quando sono fuori mi capita di dormire sotto cieli buoni in montagna o al mare.
Qualcuno ha mai provato oggetti del genere?

https://www.astroshop.it/orion-telescop ... tro/p,6195
O in configurazione mak ancor piu allettante per la città
https://www.astroshop.it/orion-telescop ... ob/p,16721
Nella versione con inseguitore sia Newton che Mak
https://www.astroshop.it/skywatcher-tel ... ob/p,33070
https://www.astroshop.it/skywatcher-tel ... ob/p,33071

Se qulcuno volesse spendere qualche parola sugli oggetti che ho postato, mi sarebbe molto utile per colmare le mie lacune, sopratutto per quel che riguarda questi telescopi "da tavolo".
Mi piacerebbe sapere se qualcuno di voi li ha provati, limiti di utilizzo, difetti, pregi, ne vale la pena oppure no...
Grazie


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Telescopi "da tavolo"
MessaggioInviato: venerdì 23 febbraio 2018, 16:00 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20279
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Non ho provato nessuno di questi, ma ho provato ad usare su un tavolo il mio Meade ETX 105, che ha una montatura a forcella con la base piatta con la gomma sotto, che quindi volendo si può appoggiare anche su un tavolo invece che sul suo treppiede. Ti posso dire due cose. La prima è che non si ha una idea di quanto sia flessibile un tavolino. La prova la feci appoggiando il telescopio su un tavolo da giardino col piano di marmo e una struttura in ferro battuto, dal peso di almeno un quintale. Beh il telescopio ballava allegramente, bastava appoggiarsi al tavolo che tutto tremava e si notava benissimo la flessione del piano. Poi c'è una seconda cosa, si può girare benissimo attorno ad un treppiede, osservando oggetti disposti a vari angoli, mentre con un tavolino è molto più difficile, bisogna spostare in continuazione il telescopio attorno al tavolo, cosa noiosa perchè ogni volta si perde l'allineamento o comunque un riferimento, perchè non ci si può sdraiare sul tavolo... Se non si prova non ci se ne rende conto. Pensare di ovviare alla cosa mettendo il telescopio su uno sgabello è una cosa assurda, tanto vale usare allora un treppiede! Quindi meglio se prendi un Meade ETX col suo treppiede di serie, che sta in una sacca in cordura con tracolla, oppure un altro strumento simile, ma che abbia appunto un treppiede.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Telescopi "da tavolo"
MessaggioInviato: venerdì 23 febbraio 2018, 16:37 

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 673
Sono d'accordo con Fabio anche io ho avuto un esperienza simile su un tavolino di legno, soltanto appoggiandosi un poco ad alti ingrandimenti si avvertiva come un terremoto, tipo trasmette le microvibrazioni del corpo, non saprei come dirlo :mrgreen:

Però secondo me a bassi/medi ingrandimenti per un po di DeepSky l'appoggio di un tavolino può ancora andare e dunque questo telescopio se trovi uno sgabellino potrebbe anche funzionare...
https://www.astroshop.it/orion-telescop ... tro/p,6195
Tieni conto che riflettori così corti soffrono di coma più sali ingrandimento....a quel prezzo sono sicuro potresti trovare di meglio.

Il Mak Orion sarebbe ideale sui pianeti, ma muovendolo manualmente secondo me impazzisci soltanto....alla fine compreresti almeno una montatura con movimento micrometrico dalla disperazione.

Riguardo ai due virtuosi sarebbe da vedere quanto sono precisi, visto l'esiguo prezzo ho paura che la risposta sia molto negativa.

Dovresti riorganizzare le idee soprattutto sullo schema ottico.
O un Mak90 o un riflettore 114/500.
Sono due telescopi diversi e portati a osservazioni diverse...sinceramente il primo, per quello per cui è portato, mi sembra molto più performante e consigliabile.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Telescopi "da tavolo"
MessaggioInviato: venerdì 23 febbraio 2018, 19:53 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14630
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Non ho nulla di sostanziale da aggiungere a quanto gia detto, concordo con loro avendo avuto la stessa esperienza di Fabio (anni fà mi autocostruii una montatura da tavolo) la cosa va bene fin quando stai a bassi ingrandimenti per le spazzolate sul cielo, ma appena pompi d'attimino, escono fuori tutte le vibrazioni.

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: https://associazioneastronomicamirasole.wordpress.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Telescopi "da tavolo"
MessaggioInviato: venerdì 23 febbraio 2018, 21:32 

Iscritto il: giovedì 21 gennaio 2016, 14:23
Messaggi: 227
Ognuno ha le proprie specifiche esigenze, e quindi non è possibile più di tanto dare consigli.

Io dico la mia:
Nel mio caso di camperista con un Adria Win su Ducato Van JTD2800, (quindi un “camperino” piccolo... ma già più grande e per due persone molto più comodo del mio primo Wolksvagen Joker con 4 posti letto e col tetto a soffietto Westfalia), sono spesso in giro per Italia ed Europa. E pertanto, nei miei frequenti viaggi non solo vacanzieri / eno-gastronomici, faccio molte “deviazioni” astronomiche, fermandomi ad osservare e pernottare in posti potenzialmente interessanti e bui.
http://s8.postimg.org/4mx4jqp5h/20150517_191939.jpg (Campo imperatore)
http://s22.postimg.org/zb3pxcrgx/20150618_195104.jpg (Chiappera valle Maira)

Per questa ragione, sul camper ho deciso di dotarmi di un telescopio dobson , almeno 250F5 a valigetta che ha il pochissimo ingombro delle misure del bagaglio a mano di cabina degli aerei, e che mi ha seguito anche in vacanze africane e caraibiche.
https://www.grattavetro.it/ri-bilanciam ... son-light/

Un 250 per un camper è stato per me una scelta oculata e soddisfacente....anche se talvolta, per destinazioni solo astronomiche, vado via col dobson 360F5 nel gavone (immagine in valle Maira più sopra)

Ma siccome a me piace anche camminare in montagna, ed ho sperimentato che è proibitivo portarsi dietro anche solo un rifrattorino 80F5, che comunque necessita di un treppiede ingombrante e sempre troppo ballerino, ho scelto di realizzare anche qui un dobson, scalando le misure del 250 di un rapporto pari al rapporto fra i diametri degli specchi 250/130., perchè ho comprato per 60 euro gli specchi di un 130F7, che alla fine ha le dimensioni del “formato A4” (21 x30cm) da “sasso” (o da sedia o tavolo di un rifugio), ma che sta dentro uno zainetto invicta, pesa 3 chili e non necessita di treppiede.
https://www.grattavetro.it/micro-dobson ... anno-2008/

Credo che questo genere di mini telescopi sotto i 200mm, siano solo meglio di niente. Ma sono ok se sono senza treppiede, e quindi meglio trasportabili dentro uno zainetto, e ti permettono di osservare anche dove non ci sarebbe nessuna alternativa possibile. E quindi sono benvenuti. E non bisogna essere tanto schizzinosi se essi non sono il massimo della robustezza, o della stabilità....in quelle uniche condizioni possibili.

Per un camper però credo che i 130 o 150mm siano troppo piccoli...Ma questo, (visti i buoni spazi disponibili già in un camper piccolo come il mio) è solo il mio pensiero.

_________________
WWW.GRATTAVETRO.IT, blog del fai da te astronomico


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Telescopi "da tavolo"
MessaggioInviato: martedì 27 febbraio 2018, 8:54 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 ottobre 2017, 9:41
Messaggi: 17
Località: Roma
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Grazie mille per le risposte.
In camper siamo in tre e con i bagagli mi rimane pochissimo posto disponibile, inoltre è in rimessa in un luogo in cui per raggiungerlo devo andarci con la macchina, una Panda, con bagagli annessi.
Ipotesi Dobson "lungo" la vedo male, avrei grossi problemi di trasporto e ripostiglio. Prenderne uno "smontabile" o collassabile preferirei evitare in quanto sono piu che neofita e la collimazione potrebbe essere per me un problema, anche perche dovrei ottimizzare il tempo di osservazione in termini di tempo.
La vedo ardua, molto ardua...


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Telescopi "da tavolo"
MessaggioInviato: martedì 27 febbraio 2018, 10:38 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20279
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ma scusa, hai mai visto un meade ETX? Ha tutto quello che ti serve. Il tubo assieme alla sua forcella è molto compatto, sta in uno zainetto. Lo puoi anche appoggiare su un pilastrino, ma è meglio se l'usi col suo treppiede, che è compatto e sta dentro una borsa in cordura munita di tracolla, fornita di serie. Il tutto è alimentato da 8 pile che stanno dentro alla base della forcella, con le pile puoi osservare per diverse serate. Altrimenti hai anche la presa per l'alimentazione esterna. Inutile dire che ha un ottimo goto. Se prendi l'ETX 125 avrai un ottimo strumento, ma è valido anche l'ETX 90. Sono entrambi dei Maksutov. Gli altri lasciali stare.
Io ho l'ETX 105 che non fanno purtroppo più, è così indovinato che ce l'ho ancora, pur possedendo molti altri strumenti più grossi.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Telescopi "da tavolo"
MessaggioInviato: mercoledì 28 febbraio 2018, 16:41 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 ottobre 2017, 9:41
Messaggi: 17
Località: Roma
Tipo di Astrofilo: Fotografo
grazie mille per il consiglio


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010