1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 20 ottobre 2018, 5:16

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 57 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Disco di Airy
MessaggioInviato: martedì 7 novembre 2017, 14:02 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20474
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Il problema per oggetti così bassi, oltre alla rifrazione atmosferica, è che il seeing è molto peggiore che non allo zenith. Non solo, ma pure la trasparenza è ben peggiore se non siamo in una zona di montagna o dal cielo particolarmente pulito, cosa che da casa mia non è. Quindi il correttore di rifrazione atmosferica non fa tutto.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disco di Airy
MessaggioInviato: martedì 7 novembre 2017, 15:25 

Iscritto il: domenica 25 dicembre 2016, 10:48
Messaggi: 10
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
nosetop73 ha scritto:
Buonasera, ho un dubbio.
Il mio dob risulta collimato nel primario e secondario (ho usato collimatore laser) ma se provo con massimo ingrandimento su una stella (es. Altair) e focheggio in entrambi i sensi vedo effettivamente formarsi un disco, centrato perfettamente con la stella, ma non vedo cerchi concentrici.
Ho visto video su YouTube in cui si mostrano i cerchi.
Potrebbero esserci problemi nel tele?
Grazie!
Vedere i dischi non è semplice come ti hanno già scritto. Probabilmente quello che vedi e la stella sfuocata dato il fatto che l'oculare lavora non perfettamente con il focheggiatore per colpa del backfocus. Prova con qualche prolunga e/o togli quella che hai.

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disco di Airy
MessaggioInviato: martedì 7 novembre 2017, 16:27 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 novembre 2006, 9:31
Messaggi: 3506
Tipo di Astrofilo: Visualista
fabio_bocci ha scritto:
Il problema per oggetti così bassi, oltre alla rifrazione atmosferica, è che il seeing è molto peggiore che non allo zenith. Non solo, ma pure la trasparenza è ben peggiore se non siamo in una zona di montagna o dal cielo particolarmente pulito, cosa che da casa mia non è. Quindi il correttore di rifrazione atmosferica non fa tutto.

Questo è chiaro, però non ho ancora capito se, al di là delle parole, qualcuno ce l'ha e ne può confermare l'utilità.

_________________
Stefano
Binocoli: APM 23-41x100; Vortex Vulture 10x50; Pentax Papilio 6,5x21
Telescopi: Dobson GSO 300 deluxe; WO Zenithstar 66SD


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disco di Airy
MessaggioInviato: martedì 7 novembre 2017, 16:34 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20474
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ne aveva accennato PaoloTrombetta: viewtopic.php?f=3&t=100324&hilit=Atmospheric+Dispersion+Corrector&start=10
Ma c'è solo questo.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disco di Airy
MessaggioInviato: martedì 7 novembre 2017, 19:17 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 30 giugno 2007, 7:03
Messaggi: 367
Località: Garlasco (Pavia)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Io non ce l'ho ma sono certo che sotto i 30° sia indispensabile se si vuole sperare di spremere il massimo delle riprese ad alta risoluzione (ovviamente se c'è un seeing adeguato .. Ed ho detto tutto!!) .. Ne avevo già discusso tempo fa, dipende dai filtri RGB usati ma il blu si allunga enormemente riducndo la risoluzione torale, anche il verde sotto i 30° scommetto che si allunga .. Ma la vera soluzione è andare a pantelleria :-)

_________________
Alessio Carlini - Garlasco PV
Uso un C8 su IEQ45 Pro ed Atik314L+/Atik16IC/webcam o Eos600d con EF-S18-135f3.5/5.6 + L70-200f4!!!
Il mio blog: http://alkaid.altervista.org/blog/
Il mio sito (galleria): http://www.alkaid.altervista.org/Foto.htm


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disco di Airy
MessaggioInviato: mercoledì 8 novembre 2017, 9:10 

Iscritto il: giovedì 21 gennaio 2016, 14:23
Messaggi: 241
Vedere il disco di Airy è utile per farsi uno star test sul campo, ed è quindi un importante "ferro del mestiere" di noi astrofili. John Dobson lo usava ed insegnava ad usarlo in sostituzione di qualsiasi test (Ronchi o Foucault).

Il problema è che in genere tendiamo a colpevolizzare il seeing quando molto più spesso la causa della turbolenza è all'interno del nostro tubo ottico, per una mancata acclimatazione del primario.

Sappiamo che il diametro del disco di Airy è uguale a parità di rapporto focale, cioè in un rifrattore 80 x400 (F5) ha un diametro di 6,7 micron , esattamente come in un 400 mm con focale di due metri; la differenza sta però nel fatto che un piccolo rifrattore ha un potere risolvente assai minore, e quindi quel dischetto avrà gli anellini molto più marcati e ben visibili di quelli molti più finemente dettagliati ma evanescenti, visibili attraversio un obiettivo diametro 400mm. Ecco perchè bisogna essere sicuri che l'acclimatazione non possa fare danno sconvolgendo più facilmente il disco di Airy di uno strumento con obiettivo grande.

_________________
WWW.GRATTAVETRO.IT, blog del fai da te astronomico


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disco di Airy
MessaggioInviato: mercoledì 8 novembre 2017, 12:03 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20474
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Il disco di Airy ha una dimensione che dipende dal rapporto focale ed è indipendente dall'apertura del telescopio, ma questo vale sul piano focale, ossia in fotografia. Per il visuale la cosa è diversa e la sua dimensione diminuisce angolarmente con la focale. https://andreaconsole.altervista.org/in ... rmula#Airy

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disco di Airy
MessaggioInviato: sabato 11 novembre 2017, 20:46 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2017, 9:17
Messaggi: 279
Località: Verbania
Tipo di Astrofilo: Visualista
Grazie a tutti.
Buona notte.
Marco

_________________
"Ogni cometa, come ogni uomo, ha la sua storia" P. Maffei


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disco di Airy
MessaggioInviato: lunedì 6 agosto 2018, 11:27 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2017, 9:17
Messaggi: 279
Località: Verbania
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ciao a tutti.
Riprendo questo "vecchio" mio argomento perché finalmente ieri sera da un posto a 750 mt con un ottimo seeing (allo Zenith) puntando Vega e sfuocando in extrafocale a 250x ho visto le linee di diffrazione.
Se ne vedevano nettamente 5/6, ma il cerchietto nero era abbondantemente decentrato verso il basso...
Dovrò quindi accentrarlo al prossimo star test agendo sulle viti del primario?
Nel mezzo del cerchietto nero c'era un puntino...
Domanda: a parità di seeing e di situazioni ambientali lo star test può essere fatto anche con una luce puntiforme artificiale a distanza?
Attendo consigli.
Ciao.
Grazie.

_________________
"Ogni cometa, come ogni uomo, ha la sua storia" P. Maffei


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disco di Airy
MessaggioInviato: lunedì 6 agosto 2018, 12:35 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 8640
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
abbondantemente? si devi collimare, però: la stella era perfettamente al centro del campo inquadrato? (se non lo era lo spostamento può essere) dovuto a quello.
Luci puntiformi artificiali non ne esistono... a meno di procurarti una stella artificiale (non è uno scherzo: è un aggeggio che si usa per collimare al chiuso. io non ne ho e non ne ho mai provate) - tutte le altre fonti luminose artificiali non sono puntiformi. nemmeno i pianeti lo sono e infatti non si collima sui pianeti :) addirittura qualcuno (ares), intelligentemente, per verificare di avere inquadrato un asteroide ha sfocato per vedere se il puntino presentasse dischi di Airy o no... appariva puntiforme, ma non lo era!

_________________
"E’ d’inverno che si misura l’astrofilo, la pasta della quale è fatto. Quanto è temerario, quanto è incazzato."e quanto a sud si trova del 45° parallelo....


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 57 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010