1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 25 marzo 2017, 10:46

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Non disponibile! Vecchio Forum
* Mercatino
* Meteoblue.com
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Ciao! Se devi postare una fotografia, uno scatto o un'immagine ricorda di caricare anche direttamente sul Forum la tua foto.
Questo per permettere a tutti quanti di vedere sicuramente, ora e in futuro, l'immagine postata
Qui trovi le istruzioni per il caricamento file: viewtopic.php?f=13&t=86546.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 77 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Chilescope images by Damian Peach
MessaggioInviato: giovedì 16 marzo 2017, 14:34 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 22269
Località: Bari
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Avete mai sentito parlare dei workshop?
Sono corsi tenuti da "uno bravo" che insegna, spesso sul campo, qualcosa a qualcuno. Non importa se questo qualcuno vuole dilettarsi nel fare qualcosa o se deve farlo per professione.

Non mi scandalizza che tenga dei corsi, se è "quello bravo".

Non va a rubare nulla a nessuno, non vuole vendere nulla a nessuno. Forse farà della pubblicità indiretta per qualche ditta (come mi pare faccia Gendler).
Non è un CR7 che fa la pubblicità al gioco d'azzardo.

Che c'è di male in quello che fa?

Certo, sarebbe bello se condividesse di più.



_________________
Immagine

Riuscirò mai a osservare tutti gli oggetti scoperti da Sir. William Herschel?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chilescope images by Damian Peach
MessaggioInviato: giovedì 16 marzo 2017, 16:26 

Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2010, 17:14
Messaggi: 29
xenomorfo ha scritto:
(*) Per esempio mi abbastanza è evidente che più di qualcuno sapeva che si poteva riprendere Giove per 300 secondi anche senza derotare, che tanto AS avrebbe compensato. Peccato che questo non l'ho trovato scritto da nessuna parte prima di scoprirlo da me.


Non voglio togliere meriti a nessuno ma a volte credo ci voglia anche un po' di fortuna nel cercare le informazioni in rete. Ricordo che quando hai scritto di AS2 girava già da un po' un articolo scritto da Christophe Pellier in cui metteva a confronto Winjupos e AS2. Vado a memoria, in base a come cresceva la mia strumentazione, ma credo fosse il 2012-13.

Vado sempre a memoria ma personalmente a Peach gli riconosco di aver "sottolineato" tre cose importanti per le riprese hires:
- il "sommare" a volte migliaia di frames (prima di lui ricordo articoli in cui si parlava di decine o centinaia di frames);
- possibilità di poter fare derotazioni lunghissime;
- l'utilizzo di un correttore di dispersione atmosferica, che spesso ancora oggi viene snobbato.

E finalmente poi, sono riuscito a capire cosa può fare un telescopio "professionale" sui pianeti al giorno d'oggi. E con una camera alla portata di tutti perché se non sbaglio riprende con la ASI174MM che posseggo anche io. Almeno adesso ho un riferimento che non potrò mai raggiungere, purtroppo...
Anche perché le riprese di Delcroix, Pellier e Villadrich al Pic Du Midi mi avevano sempre un po' deluso!

Pasquale


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chilescope images by Damian Peach
MessaggioInviato: giovedì 16 marzo 2017, 19:27 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 19 gennaio 2009, 21:32
Messaggi: 2459
Località: LV426/Acheron
cfm2004 ha scritto:
Quoto! Inoltre molto spesso manca, a mio parere, l'umiltà nel voler imparare.

Cristina

Per imparare occorre che ci sia qualcuno che insegna, e questo non è certo Peach.
Poi c'è un altro metodo per "imparare" (o meglio generare nuova conoscenza), ma questo metodo non è alla portata di tutti. Sta di fatto che ogni volta che per mia iniziativa ho scoperto qualche cosa nuova mi sono reso conto che forse "qualcuno" la sapeva già e si guardava bene dal dirlo.

davidem27 ha scritto:
Non mi scandalizza che tenga dei corsi, se è "quello bravo".

Fa dei corsi?

Pask ha scritto:
Vado sempre a memoria ma personalmente a Peach gli riconosco di aver "sottolineato" tre cose importanti per le riprese hires:
- il "sommare" a volte migliaia di frames (prima di lui ricordo articoli in cui si parlava di decine o centinaia di frames);
- possibilità di poter fare derotazioni lunghissime;
- l'utilizzo di un correttore di dispersione atmosferica, che spesso ancora oggi viene snobbato.

E finalmente poi, sono riuscito a capire cosa può fare un telescopio "professionale" sui pianeti al giorno d'oggi. E con una camera alla portata di tutti perché se non sbaglio riprende con la ASI174MM che posseggo anche io. Almeno adesso ho un riferimento che non potrò mai raggiungere, purtroppo...
Anche perché le riprese di Delcroix, Pellier e Villadrich al Pic Du Midi mi avevano sempre un po' deluso!

Pasquale

Dove lo ha scritto. E poi c'è una bella differenza da dire "WJ ha anche una funzione che si chiama derotazione" o dire "guardate che la derotazione fatta bene e lunga ha importanza fondamentale". Anche perchè quel "fatta bene" è importante. Magari uno ci prova ma non sapendo che cosa dovrebbe venire fuori, ottiene dei risultati che non rappresentano la pian potenzialità del metodo e si forma la convinzione che sia una cosa "un po' utile".

Comunque sia la nozione di sommare tantissimi frames può non essere ovvia a un astro filo ma è del tutto evidente a chi ha fatto un minimo di attività sperimentale e di misura. Per me era l'acqua calda e sono sicuro che per molti lo fosse. Non ho però mai visto sforzi immani per trasmettere questa conoscenza.

Pask ha scritto:
E finalmente poi, sono riuscito a capire cosa può fare un telescopio "professionale" sui pianeti al giorno d'oggi. E con una camera alla portata di tutti perché se non sbaglio riprende con la ASI174MM che posseggo anche io. Almeno adesso ho un riferimento che non potrò mai raggiungere, purtroppo...
Anche perché le riprese di Delcroix, Pellier e Villadrich al Pic Du Midi mi avevano sempre un po' deluso!

Perché secondo me il telescopio del Pic non è diffraction limited.


Allegati:
Commento file: La copia...
Unknown.jpeg
Unknown.jpeg [ 58.97 KiB | Osservato 119 volte ]
Commento file: L'originale
IMG_3440.jpeg
IMG_3440.jpeg [ 75.13 KiB | Osservato 119 volte ]


Ultima modifica di Angelo Cutolo il giovedì 16 marzo 2017, 22:07, modificato 2 volte in totale.
Uniti post consecutivi.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chilescope images by Damian Peach
MessaggioInviato: venerdì 17 marzo 2017, 1:34 

Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2010, 17:14
Messaggi: 29
xenomorfo ha scritto:
Dove lo ha scritto. E poi c'è una bella differenza da dire "WJ ha anche una funzione che si chiama derotazione" o dire "guardate che la derotazione fatta bene e lunga ha importanza fondamentale". Anche perchè quel "fatta bene" è importante. Magari uno ci prova ma non sapendo che cosa dovrebbe venire fuori, ottiene dei risultati che non rappresentano la pian potenzialità del metodo e si forma la convinzione che sia una cosa "un po' utile".

Dove lo ha scritto non ricordo o forse on lo so, non sono il suo biografo e non ho interesse a difenderlo, ma studiando i dati delle sue foto e conoscendo Winjupos l'ho intuito e come me tanti altri che lo scrivevano in giro. Tipo su CN. Nei suoi DVD spiega anche tanto del suo metodo, almeno a "leggere" tra le righe. Poi, se non lo vuole fare o vuole sfruttare la sua esperienza credo siano affari suoi.

xenomorfo ha scritto:
Comunque sia la nozione di sommare tantissimi frames può non essere ovvia a un astro filo ma è del tutto evidente a chi ha fatto un minimo di attività sperimentale e di misura. Per me era l'acqua calda e sono sicuro che per molti lo fosse. Non ho però mai visto sforzi immani per trasmettere questa conoscenza.

Francamente ho fatto tanta attività sperimentale per lavoro, ma chi proveniva come me dalle pellicole chiamava il sommare frames: "compositazione". Veniva fatta con due o tre fotogrammi ed i professionisti al massimo arrivavano a 5-7 (uno dei limiti era la potenza della lampada degli ingranditori!). Sommare 50-100 frames era molto più che acqua calda. Pensare di selezionarne 5000 su 15000 era fantascienza, ma bastava cercare in giro per capire che era oramai fattibile. Se poi penso che adesso si possono scegliere i 10000/150000 con un f/rate di 400 e passa...stop, mi fermo.

Porteresti un caro saluto da parte mia a Las Vegas? Ci ho lasciato un pezzo di cuore ed una bella esperienza lavorativa.
Grazie,
Pasquale


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chilescope images by Damian Peach
MessaggioInviato: venerdì 17 marzo 2017, 2:33 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 19 gennaio 2009, 21:32
Messaggi: 2459
Località: LV426/Acheron
Pask ha scritto:
... era molto più che acqua calda.


Forse sì se pensi in termini di "composizione" di fotogrammi (da astrofilo). Assolutamente no se pensi che un frame è un segnale campionato affetto da rumore. La misura ripetuta di un segnale rumoroso, dopo la media, riduce il rumore.
https://en.wikipedia.org/wiki/Signal_averaging


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chilescope images by Damian Peach
MessaggioInviato: venerdì 17 marzo 2017, 7:04 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 6 luglio 2009, 19:38
Messaggi: 3606
Località: via stella Anzio
Qui sul forum prima che ne parlasse Xenomorfo non si diceva di fare cinque minuti su Giove e la derotazione era un mistero. Se poi qualcuno lo sapeva non lo diceva , ricordo il primo tutorial di Emadeg su winjupos, dopo che Xeno spiegò cos'era, e il fatto che alcuni ,che prima consigliavano i limiti canonici di tempo , dopo che Xeno parlò di cinque minuti dissero "perché non lo sapevi?"

_________________
e ho visto i raggi b balenare nel buio


Ultima modifica di cristiano c. il venerdì 17 marzo 2017, 10:55, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chilescope images by Damian Peach
MessaggioInviato: venerdì 17 marzo 2017, 9:08 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 22 agosto 2011, 11:45
Messaggi: 2170
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Se il seeing non è eccezionale (9-10/10) fare filmati lunghi più di due minuti non serve a niente. Se invece il seeing è eccezionale fare filmati lunghi più di due minuti non serve ugualmente a niente :mrgreen: .
In genere il seeing si attesta nelle migliori condizioni a 6-7/10 e non consente di andare oltre i 30f/ps a piena risoluzione, ma spesso a solo 25 f/ps. Questo vuol dire fare filmati da 2500 frames in circa un minuto e mezzo. Andando oltre si ottengono solo filmati più pesanti da gestire dai quali non si ricava comunque niente di meglio.
Per quanto riguarda la derotazione, non è mai stato un segreto per nessuno, dato che era già implentata anni fa nella versione 6 di Registax, e comunque la rotazione di Giove è così lenta che filmati di due minuti e oltre consentono tranquillamente di evitare la derotazione perchè inutile.
Anche altre diavolerie come il Drizzly, la deconvoluzione ecc. sono implementate nei software, basta frugare nei menu, non c'è nessuna scoperta.
Secondo me Peach pur essendo bravissimo non è comunque un mago. C'è da dire invece che che più probabilmente ha due soli grandi vantaggi concomitanti che la maggior parte degli altri fotografi non hanno: la postazione (Barbados) e il diametro (C14). Ci sono numerosi altri fotografi che a pari condizioni hanno sfornato immagini assolutamente confrontabili con le sue.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chilescope images by Damian Peach
MessaggioInviato: venerdì 17 marzo 2017, 10:58 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 6 luglio 2009, 19:38
Messaggi: 3606
Località: via stella Anzio
Certo se non sei capace a riprendere o elaborare non servono , se sei capace serve eccome

_________________
e ho visto i raggi b balenare nel buio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chilescope images by Damian Peach
MessaggioInviato: venerdì 17 marzo 2017, 12:07 

Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2010, 17:14
Messaggi: 29
xenomorfo ha scritto:
Pask ha scritto:
... era molto più che acqua calda.


Forse sì se pensi in termini di "composizione" di fotogrammi (da astrofilo). Assolutamente no se pensi che un frame è un segnale campionato affetto da rumore. La misura ripetuta di un segnale rumoroso, dopo la media, riduce il rumore.
https://en.wikipedia.org/wiki/Signal_averaging


Grazie per il link ma conosco un po' di teoria dei segnali.

Credo di essermi spiegato male.
Parlo della preistoria, di quando con le webcam mediamente si viaggiava a 5/15fps. Peach ha iniziato ad allineare "manualmente" i frames per superare il limite dei 2/3 minuti di ripresa. Molti lo guardavano come un pazzo. Poi, è arrivata la derotazione...
Non ti posso riportare una fonte di tutto ciò perché è tutto sepolto nella mia memoria e nella cache della rete. Ma credo lo ricordino anche altri che fanno hires già da un po'.

Ora fa dei corsi ed ha registrato due DVD sull'argomento. Se non vuole mettere a disposizione gratuitamente il suo "sapere" per me va bene uguale, è libero di fare ciò che vuole.

Pasquale


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chilescope images by Damian Peach
MessaggioInviato: venerdì 17 marzo 2017, 12:12 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 19:58
Messaggi: 8052
Località: Cesena (Fc)
Io invece chiesi una info a un mister X italiano, più che altro erano complimenti.
Mi rispose che se avessi voluto mi avrebbe mandato un tutorial in dvd per 12€.
Pensai che fosse un buon prezzo, ma non ero in scimmia per l'hiress :D

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 77 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010