1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 12 agosto 2020, 10:05

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Ciao! Se devi postare una fotografia, uno scatto o un'immagine ricorda di caricare anche direttamente sul Forum la tua foto.
Questo per permettere a tutti quanti di vedere sicuramente, ora e in futuro, l'immagine postata
Qui trovi le istruzioni per il caricamento file: viewtopic.php?f=13&t=86546.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Giove e Marte con la nuova ASI462MC
MessaggioInviato: domenica 2 agosto 2020, 9:31 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 25 ottobre 2018, 8:56
Messaggi: 218
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Buongiorno a tutti,
allego due recenti riprese effettuate con la nuova camera della ASI, lanciata dalla ZWO come upgrade della 290MC e caratterizzata -sulla carta- da un basso rumore di lettura e un'altissima sensibilità nell'IR.
Io non ho avuto ancora modo di provarla nella banda dove eccelle, sono però riuscito a effettuare un paio di riprese a colori, con il Cass 12" e l'ADC (senza Barlow).
Marte, di stanotte, viene da un solo video di 5 minuti e circa 3000 frames sommati, e mostra la regione di Tharsis con il Monte Olimpo vicino al terminatore. Interessante in particolare la calotta polare Sud: in questo emisfero è primavera e i ghiacci si stanno sciogliendo, dando luogo a formazioni caratteristiche come le famose Montagne di Mitchell, visibili qui come una protuberanza al bordo nord. Purtroppo sul pianeta rosso è in corso la stagione delle tempeste, e le macchie d'albedo sono offuscate dalla polvere in sospensione, seppure non completamente.
La ripresa di Giove è invece del 29 luglio, con seeing assai ballerino che mi ha fatto cestinare decine di Gb di dati salvando solo 1 video.
L'elaborazione è stata piuttosto semplice con Registax6 e Photoshop. Unica nota degna di menzione il doppio bordo di Marte, sempre presente in tutte le riprese ed eliminato in maniera meno distruttiva possibile (senza tuttavia ricorrere all'atroce pratica del timbro clone).


Allegati:
2020-08-02-0209_8-NONE_finale2.jpg
2020-08-02-0209_8-NONE_finale2.jpg [ 28.54 KiB | Osservato 310 volte ]
2020-07-29-2113_3-NONE_sharpened_R6.jpg
2020-07-29-2113_3-NONE_sharpened_R6.jpg [ 104.28 KiB | Osservato 310 volte ]

_________________
Dobson Orion 14xxg (Zen optics)
Takahashi FC100DF apochromat fluorite doublet
Celestron C8HD
Sumerian Alkaid 10" f/5 (Zambuto optics)
CFF 12" f/20 Classical Cassegrain
GSO 8" f/12 Classical Cassegrain

http://www.vincenzodellavecchia.it
Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 2 agosto 2020, 11:49 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 11 novembre 2011, 16:23
Messaggi: 2098
Località: Agropoli (SA)
Tipo di Astrofilo: Fotografo aspirante Visualista
Sicuramente da osservare a maggior risoluzione soprattutto Marte ma le due riprese mi sembrano davvero ottime e promettenti (la nuova asi). Giove in particolar modo e, non so dirlo meglio, appare estremamente “reale” nei colori e nei dettagli...per essere poi un singolo video, oserei dire eccezionale.

A questo punto le mie domande di rito +o- banali (non dirmi che ho rotto il ca...rtone :lol: ):

1) “camera particolarmente sensibile nell’IR” ovviamente si presume l’uso di un filtro IR-pass, mentre per le riprese RGB resta d’obbligo l’IR-cut...right?

2) l’uso dell’ADC senza barlow, bene, qui sbatto un pò la testa. Mauro Narduzzi cita in un topic dedicato:
Mauro Narduzzi ha scritto:
Dipende dal parallelismo dei raggi e dunque dal rapporto focale. Non c'entra quindi strettamente l'uso della lente di Barlow.
Un po' come avviene per gli etalon in prossimità del fuoco che richedono valori di F/30 o superiori per funzionare a dovere.


Da buon ignorante, come si traduce in numeri questo concetto? :oops:

_________________
Daniele

https://www.flickr.com/photos/182162372@N05/


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 2 agosto 2020, 12:00 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:41
Messaggi: 21803
Una camera molto sensibile in ir o la usi con irpass o con ircut con banda abbastanza larga (almemo quanto la bandadi sensibilità delkacamera), altrimenti l'informazione in ir che non sarà a fuoco ti fa buttare il filmato

_________________
qa'plà!
Radical chic certified


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 2 agosto 2020, 12:17 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 25 ottobre 2018, 8:56
Messaggi: 218
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ciao Daniele, ti rispondo nell'ordine:

1) esatto. Se vuoi riprendere a colori, come ho fatto io, devi limitare la banda passante con un filtro L, se no la luce infrarossa ti falserebbe tutti i colori introducendo delle tinte rosate che poi sono quasi impossibili da eliminare. La camera si può usare anche in mono, in tal caso naturalmente il filtro L si rimuove e lo si sostituisce con un IR-pass. Con alcuni accorgimenti, si converte poi la ripresa in toni di grigio e il risultato è spesso confrontabile con quello di una mono.

2) Sì, Mauro ha ragione. Se vedi la luce che converge sul piano focale come un cono, con la base sull'obiettivo e il vertice nel sensore, l'angolo al vertice di questo cono è tanto più stretto quanto più è alto f/. Ciò premesso, gli ADC richiedono rapporti focali spinti (diciamo almeno f/10) altrimenti generano astigmatismo.
Il mio strumento nasce a f/20 e per questo posso impiegare l'ADC direttamente, senza Barlow sul treno ottico.

Ho ripreso Marte anche con la 290MM, dopo elaboro e confronto i risultati. Non mi aspetto grosse differenze visto il seeing, però.

_________________
Dobson Orion 14xxg (Zen optics)
Takahashi FC100DF apochromat fluorite doublet
Celestron C8HD
Sumerian Alkaid 10" f/5 (Zambuto optics)
CFF 12" f/20 Classical Cassegrain
GSO 8" f/12 Classical Cassegrain

http://www.vincenzodellavecchia.it


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 2 agosto 2020, 12:45 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 11 novembre 2011, 16:23
Messaggi: 2098
Località: Agropoli (SA)
Tipo di Astrofilo: Fotografo aspirante Visualista
tuvok ha scritto:
Una camera molto sensibile in ir o la usi con irpass o con ircut con banda abbastanza larga (almemo quanto la bandadi sensibilità delkacamera), altrimenti l'informazione in ir che non sarà a fuoco ti fa buttare il filmato


Quindi ipotizzando nel mio caso se pensassi mai di sostituire la 224 con la 462 a quel punto l’Astronomik IR-Block (685nm) potrebbe non andar più bene.

Vincenzo della Vecchia ha scritto:
Con alcuni accorgimenti, si converte poi la ripresa in toni di grigio e il risultato è spesso confrontabile con quello di una mono.


Questo proverò ad approfondirlo nella pratica. Ho usato con la 224 un ir-pass ma non ho pensato di convertire in toni di grigio. :please:

Vincenzo della Vecchia ha scritto:
2) Sì, Mauro ha ragione. Se vedi la luce che converge sul piano focale come un cono, con la base sull'obiettivo e il vertice nel sensore, l'angolo al vertice di questo cono è tanto più stretto quanto più è alto f/. Ciò premesso, gli ADC richiedono rapporti focali spinti (diciamo almeno f/10) altrimenti generano astigmatismo.
Il mio strumento nasce a f/20 e per questo posso impiegare l'ADC direttamente, senza Barlow sul treno ottico.


Si, io fin qui c’ero, però poi leggo su astroshop questo...e le idee mi si confondono:

E poi però aggiunge “è sempre il caso degli SC” :crazy:


Allegati:
798D9210-E1AD-4AC0-A2EA-AADD9063A5DF.jpeg
798D9210-E1AD-4AC0-A2EA-AADD9063A5DF.jpeg [ 411.43 KiB | Osservato 274 volte ]

_________________
Daniele

https://www.flickr.com/photos/182162372@N05/
Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 2 agosto 2020, 13:18 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 14:51
Messaggi: 1813
Località: 45,7°N-11,9°E (Vallà di Riese - Treviso)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Vincenzo complimenti, le immagini sono bellissime, ricche di dettagli entrambe! :clap:

Quando è stato presentato questo nuovo CMOS a colori lo avevo reputato un sensore che privilegiava le riprese in IR, ma sulla carta non ero (e non sono) d'accordo sul fatto che sia il successore del 290 come pubblicizzato: a guardare le specifiche, tolta la leggera sensibilità in più in IR e il rumore ridotto, il "vecchio" 290 a colori è migliore. Tu come mai ti sei orientato al 462?

_________________
Manuele

C9.25XLT, Solarmax 60II
Oberwerk 20x80, Bresser 10x50
ASI183MM-PRO, QHY5III-178M
SW EQ6pro v.4, Ioptron CEM120

___________________________
Quando sarò vecchio, dai boschi mi verranno incontro i ricordi dell'infanzia, e il cerchio si chiuderà.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 2 agosto 2020, 15:33 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 25 ottobre 2018, 8:56
Messaggi: 218
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Quell'estratto da Astroshop è certamente un refuso, voleva dire "superiore a f/10". Ad ogni modo il concetto è quello, non c'è da sbagliare.

AstroManu ha scritto:
Tu come mai ti sei orientato al 462?


Più che orientato, ero incuriosito da questo nuovo sensore e volevo provarlo, anche perché le camere ZWO per uso planetario/lunare le ho praticamente tutte. Inoltre i pixel da 2,9 micron si sposano particolarmente bene con il rapporto focale del Cassegrain, permettendomi come dicevo di fare a meno della Barlow, cosa non da poco.
Sulla carta, ripeto, promette bene, il tempo per provarla ce l'avrei (passo molto tempo a casa in smart working), sono le notti di seeing davvero buono che stanno mancando. Benché a sentire qualcuno Aversa abbia il seeing di Cerro Paranal (ma solo perché non hanno idea di quanti video scarto, e del tempo che trascorro a riprendere), da quando è iniziata l'estate non ne ho avuta nessuna.

_________________
Dobson Orion 14xxg (Zen optics)
Takahashi FC100DF apochromat fluorite doublet
Celestron C8HD
Sumerian Alkaid 10" f/5 (Zambuto optics)
CFF 12" f/20 Classical Cassegrain
GSO 8" f/12 Classical Cassegrain

http://www.vincenzodellavecchia.it


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 2 agosto 2020, 16:06 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 11 novembre 2011, 16:23
Messaggi: 2098
Località: Agropoli (SA)
Tipo di Astrofilo: Fotografo aspirante Visualista
...se invece tu venissi a fare “un pò di smart working” ad Agropoli che ultimamente ha dato il meglio in quanto a seeing... :lol:

_________________
Daniele

https://www.flickr.com/photos/182162372@N05/


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 2 agosto 2020, 16:33 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 agosto 2013, 17:56
Messaggi: 908
Località: Mediolanum
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Molto bello il Marte, considerando l'atmosfera polverosa. L'ora sul nome del file è il TU o l'ora estiva ? La regione chiara dovrebbe essere Amazonis col Mare Sirenum a sud. Peccato per la scarsa trasparenza, Amazonis è ricca di tonalità molto tenui e nonostante l'assenza di dettagli cospicui è una regione affascinante soprattutto all'oculare. sarà interessante nelle prossime settimane seguire il rapido ritiro della SPC.

A questo link c'è un articolo su questa apparizione marziana con un'utile tabella degli eventi.

_________________
Raf

Il mio sito web di immagini solari e planetarie.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 2 agosto 2020, 17:36 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 25 ottobre 2018, 8:56
Messaggi: 218
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Raf, si tratta del TU. In realtà hai ragione, al CM c'è Amazonis, ma io mi ero concentrato su Tharsis e i suoi vulcani. Nella scheda che ho preparato per ALPO, c'è una ripresa al filtro Blu che mostra quella che apparentemente è una tenue nube orografica prossima al terminatore serale.
Prima di collegare la camera planetaria non ho mancato di osservare il pianeta per una mezz'ora con i miei ortoscopici da 10 (600x), 18 (333x) e 32 mm (188x). Nei momenti di calma, era visibile bene seppure tenue la striscia del Mare Sirenum, ed ho avuto anche l'impressione, netta, di discernere i Montes Mitchell a 600x.
Interessantissimo il link :thumbup:

_________________
Dobson Orion 14xxg (Zen optics)
Takahashi FC100DF apochromat fluorite doublet
Celestron C8HD
Sumerian Alkaid 10" f/5 (Zambuto optics)
CFF 12" f/20 Classical Cassegrain
GSO 8" f/12 Classical Cassegrain

http://www.vincenzodellavecchia.it


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010