1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è lunedì 22 ottobre 2018, 13:03

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Ciao! Se devi postare una fotografia, uno scatto o un'immagine ricorda di caricare anche direttamente sul Forum la tua foto.
Questo per permettere a tutti quanti di vedere sicuramente, ora e in futuro, l'immagine postata
Qui trovi le istruzioni per il caricamento file: viewtopic.php?f=13&t=86546.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 200 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 20  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 28 dicembre 2017, 19:01 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 17 giugno 2012, 17:53
Messaggi: 571
Località: Montichiari (BS)
Anche se piccolina la protuberanza col Quark non è male, suppongo avevi un seeing da Pic du Midi....
Che dici, per tutto il 2018 saremo ancora nel minimo solare?

Lorenzo

_________________
C8 con Lumicon Sky Vector 1
ES 127/825 acro
Mak 90mm
Tecnosky acro 90/500
Lunt 60mm BF1200 THa
Modulo double stack SolarMax II 60mm
HEQ 5
EQ 5
altazimutale TS az GP


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 28 dicembre 2017, 19:26 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 agosto 2013, 17:56
Messaggi: 798
Località: Mediolanum
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Eh magari, avevo il seeing di Milano, per giunta in una giornata di föhn che mi portava via la roba dal tavolino che tengo di fianco alla montatura.

Difficile fare pronostici sul prosieguo del ciclo solare, fanno fatica gli astrofisici, io non ci provo nemmeno. Qualcuno sostiene di avere già osservato le facole polari che preludono al prossimo ciclo, stiamo a vedere a che latitudine si presenteranno le prossime macchie, quelle del nuovo ciclo devono collocarsi a latitudini elevate.

_________________
Raf

http://www.astrotest.it
La mia pagina su Google+


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 1 gennaio 2018, 19:04 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 6038
Località: Roma
Segnalo il topic:

viewtopic.php?f=58&t=101044

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 1 gennaio 2018, 20:42 

Iscritto il: lunedì 27 luglio 2015, 15:49
Messaggi: 389
Grazie Fulvio, una mole di lavoro davvero notevole,
complimenti sinceri e tanti auguri per il nuovo anno.

Saluti

_________________
https://twitter.com/LoVecchio68


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 1 gennaio 2018, 20:56 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 6038
Località: Roma
Grazie a te, Turi, per la tua immagine che è stata inserita nel testo, ed auguri di Buon anno a te e famiglia.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 1 gennaio 2018, 21:09 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 agosto 2013, 17:56
Messaggi: 798
Località: Mediolanum
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
fulvio mete ha scritto:


sembra un lavoro interessante, l'effetto Zeeman l'ho visto solo in laboratorio quando facevo l'università. Me lo leggerò con calma. Però non ho capito la premessa, dal 1 ottobre 2016 a gennaio 2017 c'è stata una certa attività maculare con numeri di Wolf anche superiori a 50 durante i picchi, non mi risulta che siano stati dei mesi "spotless" anche se qualche giorno senza macchie c'è stato.

_________________
Raf

http://www.astrotest.it
La mia pagina su Google+


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 1 gennaio 2018, 21:45 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 6038
Località: Roma
Cita:
Però non ho capito la premessa, dal 1 ottobre 2016 a gennaio 2017 c'è stata una certa attività maculare con numeri di Wolf anche superiori a 50 durante i picchi, non mi risulta che siano stati dei mesi "spotless" anche se qualche giorno senza macchie c'è stato.

Mah, io controllavo quasi tutti i giorni, e macchie non ne ho viste, : ovviamente non si parlava di totale mancanza di attività, che comunque ci sarà sempre, a livello fotosferico o cromosferico, ma di attività ben visibile sul disco:In ogni caso dal punto di vista dell'attività che porto avanti che ci siano dei pori o delle macchie molto piccole da 1k G non interessa in quanto non misurabili dalla mia strumentazione.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 1 gennaio 2018, 22:26 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 agosto 2013, 17:56
Messaggi: 798
Località: Mediolanum
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Capisco che dal tuo punto di vista puoi non avere trovato macchie interessanti per fare le misure, o magari quando c'erano non le hai viste, però ci sono state e quindi la premessa che hai scritto non corrisponde a quanto si è effettivamente osservato sul Sole nel periodo che hai citato.


Allegati:
sunspots_512_20161008.jpg
sunspots_512_20161008.jpg [ 32.56 KiB | Osservato 282 volte ]
sunspots_512_20161129.jpg
sunspots_512_20161129.jpg [ 33.36 KiB | Osservato 282 volte ]

_________________
Raf

http://www.astrotest.it
La mia pagina su Google+
Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 1 gennaio 2018, 23:31 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 6038
Località: Roma
1-Che ci siano stati due giorni di attività su tre mesi, non cambia la sostanza della questione di lunga scarsa attività
2- Correggerò, se riterrò sia il caso, la premessa in tal senso
3- Mi risulta singolare che , in un lavoro che ritengo di interesse per gli appassionati, ti ti debba soffermare criticamente su delle premesse che non hanno alcun nesso col corpo e le conclusioni dell'articolo,e non hai alcuna valutazione da fare sulle stesse ma tant'è, ne prendo atto.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 2 gennaio 2018, 8:43 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 6038
Località: Roma
Caro Raf:


Ho corretto l’imprecisione nelle premesse dell’articolo che, ribadisco , non ha alcuna connessione col contenuto dell’articolo stesso ed apprezzo il tuo spirito critico ed acuità osservativa, seppur rivolto ad una premessa ininfluente sul testo: comunque, in campo scientifico è giusto invocare precisione tout court. L’applicazione del medesimo spirito di attenzione e precisione mi induce tuttavia a farti presente che parte dell’articolo sul tuo sito web concernente un riflettore solare (che ho letto con attenzione ed interesse)
http://www.astrotest.it/equipment-optic ... re-solare/

e precisamente il punto:

“Cercando sul web ho scoperto, ovviamente, di non essere stato il primo a pensare a un newtoniano modificato. Ad esempio, per osservare i transiti di Venere sul Sole, Giovanni Schiaparelli utilizzava un vecchio riflettore con lo specchio molto alterato e ormai poco riflettente. Ma soprattutto ho trovato su youtube un video molto utile e sui forum un paio di realizzazioni descritte in dettaglio, tra cui questa".

non corrisponde a verità, in quanto: hai richiamato Schiaparelli, nell’800 ed un altro astrofilo del 2014, dimenticando che il primo in Italia ad effettuare questa modifica solare con la disalluminatura delle ottiche su un Newton era stato Fulvio Mete, il quale,oltre ad averne parlato sul proprio sito web , aveva pubblicato anche un lungo articolo sul n.101 di Coelum del dicembre 2006, nel periodo in cui entrambi collaboravamo alla rivista.

Pur guardandomi bene da sollevare questioni non congruenti con le finalità dell’articolo in discorso, che resta un buon articolo, ben impostato e ottimamente descrittivo della tecnica occorrente per la costruzione e l’uso di un riflettore solare, mi auguro tu voglia correggere tale svista.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 200 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 20  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010