1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 18 novembre 2017, 7:10

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 27 luglio 2017, 12:00 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 23 marzo 2006, 19:41
Messaggi: 1842
Località: Quel Di Castelvecchio Pascoli
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Dovrei essere in dirittura di arrivo per la costruzione del supporto della camera del CCD dopo aver scartato per motivi di costi la realizzazione di un anello portaspider monoblocco ho ripiegato per la classica tipologia di montaggio con le lame avvitate al corpo centrale e le viti passanti sul tubo per il centraggio . Il diametro del disco centrale si attesta su 110 mm su cui sono fissate 4 lamine di acciao inox spessore 3 mm . L'anello centrale ha un foro di 71 mm e 4 fori m5 per il fissagio del parlauce inferiore e del focheggiatore a vite . La flangia avvitata infatti ha un filettatura M80x1 su cui si avvita con una corsa massima di 25 mm il draw tube che ha una filettatura interna M60X075 (VIXEN)
il peso di tutta la struttura e di 1.65 Kg.
Il peso del telescopio rimane in ampi margini di utilizzo anche con montature non gigantesche ma lo scopriro una volta installato sulla g53f.
Ecco una tabella riepilogativa dei pesi

Tubo in carbonio 7,5 Kg
Cella 5,5 Kg
Specchio 11 Kg
Barra losmandy 600mm 0,8 Kg
Supporto Spider e focheggiatore 1,65 Kg

Totale 26.45 kg

Ecco dove si trova il baricentro del sistema con la ccd montata , è posizionato a circa 380 mm dalla cella e crea uno sbalzo dal centro di rotazione della montatura di circa 1140 mm

Allegato:
GRUPPO SPIDER.jpg
GRUPPO SPIDER.jpg [ 52.51 KiB | Osservato 375 volte ]



A cui vanno aggiunti la CCD e il correttore di coma (ca 1,5 Kg)


Allegati:
baricentro.jpg
baricentro.jpg [ 41.62 KiB | Osservato 369 volte ]

_________________
* <---- O LO CHIAMAVANO K63
Astrofilo da sempre E con fratello scopritore di SASSI


Ultima modifica di Roberto Bacci il giovedì 27 luglio 2017, 14:22, modificato 1 volta in totale.
Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 27 luglio 2017, 12:50 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 18387
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Se posso dare un suggerimento, io cercherei di sagomare la parte inferiore delle lamelle dello spider in modo che non possano riflettere la luce verso il basso, Perchè sono abbastanza vicine al fuoco dello strumento. Le farei più profonde ossia lunghe nella parte centrale e tagliate obliquamente fino alla parte esterna. Una cosa che si può fare anche senza modificare ll sistema di fissaggio delle lamelle, se fosse stato già realizzato.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 27 luglio 2017, 14:23 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 23 marzo 2006, 19:41
Messaggi: 1842
Località: Quel Di Castelvecchio Pascoli
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Si hai ragione ! in maniera di non avere una superfice piana.

_________________
* <---- O LO CHIAMAVANO K63
Astrofilo da sempre E con fratello scopritore di SASSI


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 27 luglio 2017, 15:04 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 18387
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Si, oppure anche una superficie piana, ma che eventualmente rifletta la luce sulla parte interna annerita del tubo e non sul primario.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 31 luglio 2017, 20:20 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5557
Località: Roma
Una curiosità: nell'ipotesi che si tratti di un F 4.5 (non lo so), il paraluce che dimensioni avrebbe, e per quale CPL è stato calcolato?, per le dimensioni del chip della camera, o più grandi?

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 1 agosto 2017, 21:12 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 23 marzo 2006, 19:41
Messaggi: 1842
Località: Quel Di Castelvecchio Pascoli
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
La focale e di 1315 mm percio è un f 3.3 non avendo secondario ho applicato un offset del fuoco di 1 mm e il cpl risulta di 12.989

_________________
* <---- O LO CHIAMAVANO K63
Astrofilo da sempre E con fratello scopritore di SASSI


Ultima modifica di Angelo Cutolo il mercoledì 2 agosto 2017, 10:52, modificato 1 volta in totale.
Eliminato quote del post precedente, utilizzare il tasto "RISPONDI" e non quello "citazione". Grazie.


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010