1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 22 agosto 2017, 2:37

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 65 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Automatizzazione cupola osservatorio
MessaggioInviato: domenica 25 giugno 2017, 7:14 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 10 agosto 2013, 16:47
Messaggi: 86
Località: giardino di casa, Provincia di Lodi
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ciao a tutti, è da diverso tempo che non mi faccio sentire sul forum anche se vi seguo sempre.
Da Gennaio faccio parte di un’associazione di astrofili e abbiamo a disposizione un osservatorio nostro; al momento la cupola è gestita tramite un software molto vecchio e un PIC che controlla l’inverter ma inizia a funzionare con sempre meno continuità e questo può essere un problema durante la ripresa nelle lunghe pose.
La cupola è di 4m in alluminio e legno e quindi molto pesante, infatti il motore che la muove è un trifase gestito da un inverter.

Abbiamo deciso di scrivere un nuovo software basato possibilmente su Arduino o Raspberry (io preferisco Arduino perchè conosco molto bene l’ambiente) la mia idea iniziale era quella di usare i protocolli LX200 e “vedere” la cupola come un secondo telescopio che lavora in alt-az ma ho trovato molte difficoltà; ho quindi iniziato a pensare di cercare qualcosa di già esistente in commercio ma la maggior parte usa motori in DC e non i trifase, sono quindi passato all’idea di usare i driver ASCOM ma non riesco a capire come usarli anche se da quello che ho capito usando questi driver potrei ricavare le coordinate AR del telescopio e poi convertirle in AZ e far muovere la cupola considerando anche l’offset del telescopio rispetto al centro della cupola.
Il software lo vorrei realizzare considerando il fatto che il passo successivo sia la completa remotizzazione dell’osservatorio, quindi vorrei anche creare un’interfaccia grafica che permetta di controllare tutto, anche l’apertura della cupola che avviene tramite due semplici motori in DC.
Ovviamente a tutto il necessario per il remoto ci penserò più avanti, al momento mi interessa riuscire a rendere la cupola completamente automatica.

Spero mi possiate aiutare
Grazie
Gianluca


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 25 giugno 2017, 8:54 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 23 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 7395
Tipo di Astrofilo: Fotografo
La strada semplice e collaudata è creare un driver ASCOM che controlli l'apertura della cupola e la sua rotazione e poi lasciare che sia il software di controllo a gestirla. MaxIm DL ad esempio lo fa calcolando da se i movimenti da imporre alla cupola in base alla posizione del telescopio ed inoltre costituisce le fondamenta di quasi ogni sistema di automazione.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 25 giugno 2017, 9:25 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 10 agosto 2013, 16:47
Messaggi: 86
Località: giardino di casa, Provincia di Lodi
Tipo di Astrofilo: Visualista
Infatti la mia idea era quella di usare Maxim per gestire tutto e in futuro anche la remotizzazione (che controllerò tramite desktop remoto). Dovrò cercare di capire come creare un driver ASCOM che giri su Arduino...
Il telescopio quindi dovrà essere controllato direttamente da Maxim e non da software esterni tipo Cartes du Ciel o Stellarium?
La cosa semplificherebbe molto la programmazione immagino


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 25 giugno 2017, 10:23 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 23 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 7395
Tipo di Astrofilo: Fotografo
È uguale. La piattaforma ASCOM permette a più client di collegarsi contemporaneamente alla stessa montatura quindi potrai usare MaxIm in abbinamento al tuo planetario preferito (purché sia compatibile ASCOM, a oggi quelli seri lo sono tutti). Il driver ASCOM che controlla la cupola non è molto complesso da realizzare. Hai bisogno di aprire, chiudere e ruotare la cupola. Apertura e chiusura sono semplicissime dal punto di vista del software, appena più complessa la rotazione perché la cupola deve essere in grado di posizionarsi al un certo azimut, ma per fortuna non hai bisogno di una grande precisione ed in genere basta un temporizzatore e di un finecorsa per calibrarsi.

Ad esempio la cupola può avere un interruttore di fine corsa che scatta ad azimut zero e quella posizione viene calcolata. Ipotizziamo poi che il motore impieghi 360 secondi per un giro completo (furbo il mio esempio, eh?), allora dal punto zero manderai avanti il motore per 90 secondi per portare la cupola ad azimut 90, poi se vorrai puntare a azimut 60 lo manderai indietro per 30 secondi, e così via. Generalmente l'apertura della cupola è ampia e, durante il moto siderale, non c'è bisogno di muoverla costantemente, ma basta farlo a certi intervalli, in genere di diversi minuti (ma di questo si occuperà MaxIm).

PS: se non lo hai già fatto ti consiglio di provare un Dome Simulator ASCOM connesso a MaxIm, potrai avere una precisa idea di come funziona il movimento della cupola.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 25 giugno 2017, 17:55 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 10 agosto 2013, 16:47
Messaggi: 86
Località: giardino di casa, Provincia di Lodi
Tipo di Astrofilo: Visualista
Grazie Ivaldo per l'aiuto, proverò a scaricare il simulatore che mi hai suggerito.
Nel caso abbia bisogno di aiuto, se posso, chiederò a te dato che ho visto svariati tuoi progetti che riguardano la remotizzazione.
Anzi ne approfitto per farti anche i complimenti :wink:


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 26 giugno 2017, 7:32 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 13:59
Messaggi: 989
Località: Provincia di Sondrio
Stavolta dissento da ciò che ha consigliato Ivaldo!!! :surprise: :facepalm:
Per mia esperienza usare una semplice temporizzatore per muovere la cupola ti porterebbe a grossi errori di puntamento, in quanto la cupola passerebbe raramente, se non mai in una serata osservativa, dalla posizione del fine corsa, mentre la cupola accrescerebbe l'errore ad ogni movimento.
Tieni conto che inoltre, per inseguire, non si usa,solitamente, un motore che girerà in continuazione a velocità siderale, ma conviene usare una routine che controlla ogni x secondi la posizione del telescopio, e quando si sposta di un fattore y (a tua scelta del valore del 1/2grado o 1-2 gradi, in base all'esigenza di precisione) fa muovere la cupola del necessario, che può essere ancora y.
Con tutti questi movimenti perdere la corretta posizione è un attimo, ti consiglio quindi di usare un è encoder anche rudimentale, durante il settaggio della cupola fai fare un conteggio dei tic a partire dal sensore di home a quando la cupola ci torna dopo un giro completo, dividi per 360 ed avrai i tic necessari per far muovere la cupola di 1 grado.

Se detto cio decidi di spendere 4 lire per un sistema già fatto e sperimentato ti consiglio vivamente il Lesve Dome che costa 50€ di licenza e circa altrettanti di scheda, e ti gestisce la cupola (rotazione ed apertura/chiusura) ed anche una seria di relay da usare per gli scopi più vari.

http://www.dppobservatory.net/DomeAutom ... Driver.php

Ciao

_________________
Oculari ES 82° 32mm 18mm 11mm
SQM L
Il resto venduto tutto!!


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 26 giugno 2017, 8:11 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 10 agosto 2013, 16:47
Messaggi: 86
Località: giardino di casa, Provincia di Lodi
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ciao, allora ammetto che usare la temporizzazione non era nelle mie intenzioni per un semplice motivo: sull'albero del motore abbiamo un sensore che manda un impulso ad ogni giro, essendo necessari più di 3000 giri per far ruotare la cupola di 360° avrei teoricamente una precisione molto inferiore a 1° (0.11° se non ricordo male), ma considerando anche l'inerzia di 1" del motore mi basta una precisione di 1-2° tanto l'apertura della cupola è ampia rispetto ai due telescopi (1m di apertura).
Adesso ho scaricato i vari software ASCOM per iniziare a capirci qualcosa: prima di tutto imparare come si programma, poi capire come fare a far lavorare Arduino e Maxim con i driver da me scritti.
Avevo già visto il progetto LesveDome ma lavora con motori in DC (io devo controllare l'inverter per gestire il trifase) e poi sinceramente l'idea di avere tutto gestito da Maxim mi piace in quanto semplificherebbe poi la vita quando decideremo di remotizzare il tutto.

Stamattina inizio a fare qualche prova :)


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 26 giugno 2017, 8:32 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 23 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 7395
Tipo di Astrofilo: Fotografo
JohnHardening ha scritto:
Stavolta dissento da ciò che ha consigliato Ivaldo!!! :surprise: :facepalm:


È una cosa permessa dal regolamento del forum?

Probabilmente hai ragione, non mi sono mai occupato di cupole e la mia era solo teoria.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 26 giugno 2017, 10:27 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 13:59
Messaggi: 989
Località: Provincia di Sondrio
Ivaldo... avevo quasi paura di rischiare il Ban!! :D :wave:

GianlucaSP ha scritto:
Avevo già visto il progetto LesveDome ma lavora con motori in DC (io devo controllare l'inverter per gestire il trifase) e poi sinceramente l'idea di avere tutto gestito da Maxim mi piace in quanto semplificherebbe poi la vita quando decideremo di remotizzare il tutto.

Stamattina inizio a fare qualche prova :)


Il problema driver motori dc è un non problema.
I driver trifase non li alimenti direttamente ma vai ad un relay di potenza che pilota il driver del motore trifase.
Abbiamo la stessa configurazione in osservatorio pilotata dalle schede Maxdome.
Comunque non devi pensare a gestire tutto da maxim, in ottica di automazione maxim sarà solo uno dei componenti e si occuperà, probabilmente, solo dei ccd.
Come dice Ivaldo devi fare i driver ascom, a quel punto la cupola potrà essere gestita da qualsiasi software che la prevede, anche in parallelo se non usi la seriale, o usano la seriale edi utilizzando il POTS di ascom per gestire tele e cupola.
L'uscita dell'encoder del motore va benissimo se la cupola è trascinata a pignone/cremagliera, se invece la trazione è a frizione (ruota) allora è meglio aggiungere un encoder a parte per evitare errori da slittamento.
Avevo una mezza idea anche io di fare una cosa del genere con raspberry, ma avendo Lesve Dome belle pronto a quattro soldi l'impresa non vale lo sbattimento, se non per il piacere di farlo. IMHO naturalmente.

_________________
Oculari ES 82° 32mm 18mm 11mm
SQM L
Il resto venduto tutto!!


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 26 giugno 2017, 10:46 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 10 agosto 2013, 16:47
Messaggi: 86
Località: giardino di casa, Provincia di Lodi
Tipo di Astrofilo: Visualista
JohnHardening ha scritto:

Il problema driver motori dc è un non problema.
I driver trifase non li alimenti direttamente ma vai ad un relay di potenza che pilota il driver del motore trifase.
....
Avevo una mezza idea anche io di fare una cosa del genere con raspberry, ma avendo Lesve Dome belle pronto a quattro soldi l'impresa non vale lo sbattimento, se non per il piacere di farlo. IMHO naturalmente.


Ok questa è già una bella cosa da sentire, io ero convinto che Lesve Dome funzionasse solo con i motori DC, se riesco ad adattarlo anche alla gestione dell'inverter molto, molto meglio!
Io avevo ormai optato per scrivere il driver ASCOM non per piacere di farlo ma proprio perchè pensavo fosse necessario.
Dato che anche tu usi Lesve Dome ne approfitto: come posso fare per adattarlo all'inverter?
Io ho dato un'occhiata veloce agli schemi ma non ci ho capito molto, me li devo guardare per bene.

Dimenticavo di dire che la cupola viene ruotata tramite cremagliera, quindi motore fisso in un punto e cupola che viene ruotata tramite binario forse.


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 65 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010