1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è lunedì 19 novembre 2018, 8:20

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 49 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5
Autore Messaggio
MessaggioInviato: domenica 28 ottobre 2018, 15:18 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 8168
Località: ̶B̶s̶̶ Francia Corta
Il periodo di bel tempo ha concesso di effettuare molte prove.
Ricordo che siamo nella situazione di non visibilità Stella Polare.
E' pure scontato che lo stazionamento è già stato eseguito preventivamente (metodo delle derive).
Questo sistema permette semplicemente la memorizzazione della posizione per una ripresa veloce dello stazionamento effettuato.
(L'animazione qui sotto consente di percepire la posizione degli elementi nello spazio):
Allegato:
Staz LFP 3D_PRO.gif
Staz LFP 3D_PRO.gif [ 1.66 MiB | Osservato 214 volte ]

I laser sono 2, sono circa perpendicolari tra loro e stanno grosso modo in un piano orizzontale. Oltre a quello principale L1 c'è anche un laser secondario L2 che sopperisce alle imprecisioni inevitabili della bolla sferica della montatura.
Allegato:
Staz LFP 3D_01.jpg
Staz LFP 3D_01.jpg [ 246.76 KiB | Osservato 214 volte ]

Per regolare la messa a bolla Est-Ovest associata al laser L2 sono previsti appoggi regolabili A e B con possibilità di regolazione di qualche millimetro. Questo accorgimento è risultato indispensabile perché una grossa fetta di errore nella ripresa dello stazionamento era introdotta proprio dal mancato allineamento in questo piano:
Allegato:
Staz LFP 3D_03.jpg
Staz LFP 3D_03.jpg [ 263.72 KiB | Osservato 214 volte ]

Il filo a piombo non è indispensabile se i puntali delle gambe vengono rimessi sempre nella stessa posizione a terra e se l'altezza H della montatura viene conservata con cura (è fondamentale).
I laser devono essere solidali al corpo della montatura che porta il cannocchiale polare:
Allegato:
Staz LFP 3D_02.jpg
Staz LFP 3D_02.jpg [ 314.55 KiB | Osservato 214 volte ]

La distanza di proiezione dei laser è a libera discrezione e, dato che i fasci divergono percettibilmente, non è detto che distanze grandi permettano di ottenere maggiore precisione. Indicativamente bastano dai 3 ai 10 metri.
I laser possono essere montati con squadrette che consentano la scelta della proiezione su punti comodi che possano essere segnati in modo non invasivo.
Il sistema è molto semplice e pratico, più di quanto possa apparire a prima vista.
Consente una ripresa dello stazionamento anche in condizioni di luce piena, molto prima del tramonto.
Allegato:
Staz LFP 3D_GIRO.gif
Staz LFP 3D_GIRO.gif [ 362.9 KiB | Osservato 214 volte ]

:wave: :wave: :wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 29 ottobre 2018, 14:13 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20566
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Prima di acquistare la CGEM-DX che ha lo stazionamento assistito, le ho provate tutte con l'EQ6, che allora non ne disponeva. Ho usato anche il filo a piombo. Tutto aiuta. I laser hanno il difetto di dover venire allineati a loro volta inserendoli in una bussola. Per farla breve non sono mai riuscito ad avere un allineamento buono come lo è quello assistito della Celestron, anche se per l'uso visuale poteva andare. Però una deriva delle stelle in tempi lunghi la vedevo sempre. Con quello Celestron invece non la vedo mai.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 29 ottobre 2018, 15:49 

Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 14:33
Messaggi: 1643
Località: Termoli (CB) Italy
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Quest'estate, per posizionare il tele per riprendere i pianeti ad alto ingrandimento, ho utilizzato il puntamento ad una stella, o allo stesso pianeta che stesse attraversando il meridiano. Il metodo ha funzionato benissimo, perché l'eventuale errore residuo veniva compensato con l'inseguimento.
Dopo averlo fatto diverse volte, ho segnato sul pavimento la posizione delle gambe del treppiede prima col gesso, poi con la vernice, dopo mesi è ancora valida.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 29 ottobre 2018, 17:10 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20566
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Quello di segnare la posizione delle gambe del treppiede lo faccio lo stesso, almeno quando monto lo strumento trovo la montatura già in bolla. Si capisce che debbo lasciare le gambe così come sono e non modificare la loro lunghezza quando ripongo la montatura.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 31 ottobre 2018, 9:51 

Iscritto il: giovedì 12 novembre 2009, 11:43
Messaggi: 136
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Mi aggancio a questa discussione per chiedere se esiste qualcuno che abbia provato entrambe le routine di stazionamento polare assistito, sia Celestron, sia Skywatcher, così da capire se una sia migliore dell'altra.
A suo tempo mi pare che la Celestron fosse nettamente superiore, tanto che a un certo punto in un aggiornamento firmware la Skywatcher addirittura la tolse. Poi però l'ha rimessa e mi pare che adesso funzioni egregiamente, infatti io l'ho usata con la mia HEQ5 Pro dal balcone di casa (no Polare! :( ) con buoni risultati.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 31 ottobre 2018, 10:10 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20566
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Credo anche io che la routine della Skywatcher sia arrivata finalmente ad un buon punto, pur rimanendo un pochino più lunga da eseguire di quella Celestron. Un tester potrei essere io stesso, che ho sia una Celestron CGEM-DX che una AZ-EQ6. Però la AZ-EQ6 la uso solo in modalità altoazimutale, quindi quella routine non la utilizzo mai. La routine Celestron funziona così, si fa un sommario stazionamento (il migliore che ci riesce fare, magari aiutandosi con una bussola se non si vede la Polare come nel mio caso) e poi si fa un normale allineamento a due stelle. Dopo si possono aggiungere altre 4 stelle e conviene sempre farlo. A questo punto si sceglie una stella magari a sud vicino all'equatore celeste e si punta col goto. Quindi si avvia la procedura. La pulsantiera dice di scegliere una stella, si conferma quella già puntata e si preme enter, a quel punto la montatura si sposta e si deve riportare centrata sulla stella usando le manopole per regolare l'azimuth e l'inclinazione dell'asse polare. A quel punto si conferma sulla pulsantiera (mi sembra che si prema allin) ed il gioco è fatto. Non serve fare altro. La routine della Skywatcher invece è in due parti, prima si allinea un asse e dopo l'altro, ma alla fine dovrebbe essere la stessa cosa. La precisione della routine Celestron è molto buona, dopo se si punta una stella e si lascia un'ora ad inseguire si ritrova la stella puntata sempre al centro del campo. Credo che un piccolo vantaggio il sistema Celeston lo conservi per il fatto che l'iniziale allineamento si può fare su 6 stelle, quindi il modello del cielo è molto preciso, e questo di sicuro influisce.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 31 ottobre 2018, 10:18 

Iscritto il: giovedì 12 novembre 2009, 11:43
Messaggi: 136
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Sì, con la Skywatcher la stella di riferimento la si ricentra prima con un asse e poi con l'altro, ma alla fine la differenza tra i due metodi è veramente minima.
Concordo sul fatto della maggiore precisione Celestron, dovuta al maggior numero di stelle sfruttabili. Certo nel mio caso ho qualche problema, visto che ho visuale praticamente solo ad Est!


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 31 ottobre 2018, 11:02 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 10 agosto 2006, 10:11
Messaggi: 10355
Località: Cinisello Beach
Tipo di Astrofilo: Visualista
ippogrifo ha scritto:
Che cosa si può fare di meglio se non dei colpetti misurati ai piedi del tripode ... :wtf:

Dopo lunga trattativa con la kappotta sono arrivato al notevole risultato della postazione fissa sul balcone. Devi cedere su tante cose, ma alla fine ne vale la pena.

_________________
De kappellatis non disputandum est

Telescopi: Dobson 16,5", LX200 10", vari rifrattorini...

E’ in autunno che si misura l’astrofilo, la pasta della quale è fatto. Quanto è incazzato e paziente ad aspettare la notte non piovosa...


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 15 novembre 2018, 9:04 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 8168
Località: ̶B̶s̶̶ Francia Corta
Grazie Ragazzi per avere riportato i Vostri Metodi ed Accorgimenti.

Aggiungo che la proposta è quella di avere un metodo sicuro per riprendere l'allineamento al polo per uso fotografico, non semplicemente per osservazioni visuali.
Se fatto con una certa cura, questo metodo (due laser + filo a piombo) dà buona precisione, e si dimostra efficace quanto uno stazionamento con cannocchiale polare.
Ormai ho avuto modo di sperimentarlo per molte sere ed ogni volta il risultato è stato più che soddisfacente.
Non bisogna attendere il buio, si può preparare la montatura molto tempo prima del tramonto.
:wave: :wave: :wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 49 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010