1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è domenica 20 agosto 2017, 5:09

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 28 febbraio 2017, 14:01 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17872
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Sempre nell'ipotetico, come vedresti un telescopio a specchi, completamente aperto, un Cassegrain puro, magari col secondario abbastanza grande e quindi posto un poco più lontano dal fuoco. Un poco tipo il Gladius come costruzione.
Di sicuro non è ciò che costruirei io s'intende. Per ora sto facendo delle considerazioni.
Magari potrei pensare ad un telescopio 80/400 oppure un 70/500 che già posseggo oppure un 100/500. L'80/400 sarebbe della focale ideale per avere l'immagine intera nella mia telecamera. Lo spettrometro sarebbe con un 80/560 ED ma non ce l'ho. Il reticolo ho visto che costa un sacco di soldi.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 2 marzo 2017, 10:33 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5469
Località: Roma
Cita:
Sempre nell'ipotetico, come vedresti un telescopio a specchi, completamente aperto, un Cassegrain puro, magari col secondario abbastanza grande e quindi posto un poco più lontano dal fuoco. Un poco tipo il Gladius come costruzione.

Mi sono costruito un Cassegrain tipo Gladio, qualche tempo fa, un 25 f 25 (6750 mm di f) e l'ho poi disassemblato e vendute le ottiche (tra l'altro eccellenti) in quanto era praticamente impossibile osservare (di sera) per la turbolenza dovuta alla focale ed al tubo aperto; figurati di giorno cosa potrebbe succedere, a parte l'ingombro.

Cita:
Magari potrei pensare ad un telescopio 80/400 oppure un 70/500 che già posseggo oppure un 100/500. L'80/400 sarebbe della focale ideale per avere l'immagine intera nella mia telecamera. Lo spettrometro sarebbe con un 80/560 ED ma non ce l'ho. Il reticolo ho visto che costa un sacco di soldi.

Ti consiglio un 80 ED (se ne trovano d'occasione a 250-300 €) per lo spettrografo ed un 66 ED come cannocchiale.In queste cose un minimo di qualità ottica è necessaria.
Quanto al reticolo, vale il discorso fatto in precedenza, se si vogliono dei risultati , occorre spendere qualcosa.Tieni conto che quasi nessuno si fa problemi di acquistare un filtro solare a 1500-2000 €, mentre uno strumento del genere è enormemente più versatile e costa la metà di tale cifra.


Tornando alle possibilità dello strumento, allego, tra gli innumerevoli esempi di quasi sette anni di attività, un'immagine dello spettro solare in luce CaII H a 3968 A, in cui si osserva una macchia che, scura a livello fotosferico (in assorbimento), diviene chiara (in emissione) all'interno della riga.

Allego anche un'immagine del disco in luce CaII H.
Allegato:
AR 2529 spectrum.jpg
AR 2529 spectrum.jpg [ 234 KiB | Osservato 447 volte ]

Allegato:
scan0_2A_final_web2_proc.jpg
scan0_2A_final_web2_proc.jpg [ 298.71 KiB | Osservato 447 volte ]

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Ultima modifica di Angelo Cutolo il giovedì 2 marzo 2017, 11:08, modificato 1 volta in totale.
Uniti post consecutivi.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 5 marzo 2017, 18:17 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17872
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Quest'ultima è davvero una bella immagine, che ho potuto vedere anche in un'altra recente occasione ( :mrgreen: ). Sono molto meno evidenti le striature dovute alle irregolarità della fenditura, naturalmente questa è qualcosa di migliore rispetto a quello che si può costruire da soli. Mi sembra che non sia facile trovare delle fenditure dell'ordine di grandezza dei 5 - 15 micron. Quelle che sono in vendita dalla Thorlabs sono molto più grandi. Ci sono quelle fisse di queste dimensioni, però hanno il difetto di essere piuttosto corte, 3mm, quindi il Sole per intero è difficile farcelo stare, se non andando su telescopi di focale molto/troppo corta.
Mi piacerebbe anche sapere come si ricostruisce l'immagine finale dalle strisce dello spettro che si ottengono. Una volta c'era un programma che ricostruiva le immagini dal fax delle carte meteo, praticamente una striscia alla volta, un poco come funzionava una volta il cinescopio della televisione.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 5 marzo 2017, 20:38 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5469
Località: Roma
Cita:
Quest'ultima è davvero una bella immagine, che ho potuto vedere anche in un'altra recente occasione ( :mrgreen: ) Sono molto meno evidenti le striature dovute alle irregolarità della fenditura, naturalmente questa è qualcosa di migliore rispetto a quello che si può costruire da soli

L'immagine è stata prodotta un paio d'anni fa con una fenditura di Surplushed non modificata (costo 20 €).

Cita:
Mi sembra che non sia facile trovare delle fenditure dell'ordine di grandezza dei 5 - 15 micron. Quelle che sono in vendita dalla Thorlabs sono molto più grandi. Ci sono quelle fisse di queste dimensioni, però hanno il difetto di essere piuttosto corte, 3mm, quindi il Sole per intero è difficile farcelo stare, se non andando su telescopi di focale molto/troppo corta.


Per la funzione spettroelioscopio basta una fenditura chiusa a 20 micron, a patto che le lame siano ben lavorate.Una soluzione che ho praticato è stata quella di rilavorare le lame delle fenditure di SS di cui parlavo prima.
Cita:
Mi piacerebbe anche sapere come si ricostruisce l'immagine finale dalle strisce dello spettro che si ottengono. Una volta c'era un programma che ricostruiva le immagini dal fax delle carte meteo, praticamente una striscia alla volta, un poco come funzionava una volta il cinescopio della televisione.

Basta anche un programma notissimo agli astrofili: IRIS, al cui interno esiste un algoritmo capace di allineare le colonne di una serie di immagini Fits (comando Scan2pic).Si può quindi trasformare il video AVI in files fits e poi applicare la routine in discorso.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 5 marzo 2017, 23:34 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17872
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ah, grazie dell'informazione Fulvio, non sapevo che Iris facesse questo. Io normalmente non lo uso. Ho Astroart, ma non so se lo possa fare, visto che non ho mai provato nulla del genere. Magari si può fare benissimo.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 6 marzo 2017, 20:55 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5469
Località: Roma
Cita:
Ah, grazie dell'informazione Fulvio, non sapevo che Iris facesse questo. Io normalmente non lo uso. Ho Astroart, ma non so se lo possa fare, visto che non ho mai provato nulla del genere. Magari si può fare benissimo.

No, Fabio: attualmente, che io sappia, AA non lo fa, ma questo non toglie che si potrebbe convincere i produttori a farlo.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 7 marzo 2017, 20:32 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5469
Località: Roma
Cita:
Ah, grazie dell'informazione Fulvio, non sapevo che Iris facesse questo

Addendum:
Lo fa anche il software free per spettroscopia (molto buono) BASS di John Paraskeva (UK).
La routine si trova al menu "Tools /Reconstruct & estract AVI

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 7 marzo 2017, 23:32 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17872
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Grazie dell'informazione Fulvio, però adesso mi manca... il più...

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 8 marzo 2017, 20:47 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5469
Località: Roma
Cita:
Grazie dell'informazione Fulvio, però adesso mi manca... il più...

Beh, non è mica detto che devi provare a farlo in una settimana: anche se il progetto è molto semplice, la sua attuazione richiede tempo e pazienza, oltre che alcune conoscenze di base di spettroscopia, che tu sicuramente hai, o potrai acquisire con relativa facilità.
La parte più difficile non è certo la spettroeliografia, ma la magnetografia e le misure correlate:Proprio stamane mi stavo scervellando di come fare la quadra degli errori più importanti, quelli relativi al seeing e quelli del software spettroscopico (Visual Spec) che non è stato progettato per tale uso: immagina che un errore nella misura di 1/100 di A equivale a 225 Gauss nel valore del campo magnetico.Si tratta di un mestiere a dir poco impegnativo, ed ancor di più se fatto in completa solitudine senza alcun suggerimento o consiglio.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 9 marzo 2017, 12:46 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17872
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Per il momento la costruzione è ferma per il reperimento dei materiali, anzi dei fondi necessari. Perchè ho numerosi strumenti, ma nessuno si adatta allo scopo, per cui dovrei comprarli. Usando un reticolo olografico di 50 mm di lato con 2400 righe mm mi sa che le ottiche più adatte come prezzo/prestazioni sarebbero due rifrattori ED 80/560mm. Non mi sembra che ci sia un vantaggio utilizzando due focali abbastanza diverse. L'ottica per lo spettroscopio poi è già di diametro sovrabbondante se non si trova un reticolo più grande. Il reticolo sarà migliore della Thorlabs oppure della Edmund Optics? Alla fine costano un prezzo simile. Altre opzioni mi sembrano impraticabili.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010