1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è lunedì 20 agosto 2018, 2:28

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 70 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 4 luglio 2015, 13:39 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14537
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Premessa.
In previsione di un viaggio aereo per le prossime vacanze estive, per completare il mio setup da "bagaglio a mano", mi volevo dotare di un piccolo prisma di Herschel da infilare nello zainetto che accompagnerà la valigetta.
Allegato:
Valigia tele ter 08 web.jpg
Valigia tele ter 08 web.jpg [ 289.68 KiB | Osservato 1793 volte ]

Quindi considerato che non ci penso nemmeno a spendere 150/180 € per il Lunt ed avendo deciso per un budget di max 15 €, mi sono procurato a pochi spiccioli il classico diagonale prismatico celestron da 31,8 mm che voglio trasformare in una sorta di prisma di herschel "girando" il prisma secondo il seguente schema (il terzo esempio nell'immagine).
Allegato:
SolarEyepieces.png
SolarEyepieces.png [ 39.58 KiB | Osservato 1793 volte ]

Ora so che questo prismino non è il massimo sia otticamente che meccanicamente, ma visto quanto l'ho pagato, se la trasformazione risulterà una schifezza, fà nulla e continuerò con l'astrosolar (almeno mi sarò divertito a sperimentare). :mrgreen:
Comunque mi servono alcune dritte da chi s'intende di queste cose, innanzitutto ecco l'aggeggio smontato...
Allegato:
Diagonale prismatico smontato 01.JPG
Diagonale prismatico smontato 01.JPG [ 330.89 KiB | Osservato 1793 volte ]

    1 - Prisma, è in ottime condizioni, nessuna macchia, graffio o scheggiatura, la faccia dell'ipotenusa misura 47,9 x 34,2 mm le facce dei due cateti sono dei quadrati di 34,2 mm di lato, mentre l'altezza (l'apotema) è 24,6 mm;
    2 - lo chassis è uno "stampato" in plastica dura con pareti di 4 e 5 mm di spessore;
    3 - rettangolino di "carta bollata" che fa da "sospensione" per il prisma;
    4 - sotto la carta bollata vi è una molla a "V" che preme tra piastra e prisma, serve a mantererlo in posizione (se ci riesce :roll: );
    5 - rettangolino di cartoncino nero posto sull'ipotenusa del prisma con la funzione di antiriflesso;
    6 - piastra di chiusura in metallo;
    7 - portaoculari in alluminio (con ben due viti a 120° :mrgreen: );
    8 - barilotto, anch'esso in alluminio;
    9 - tappi (oltre alle 4 viti di fissaggio della piastra di chiusura).
questo è tutto.

Ora ho già due zanche in metallo con due fori alle estremità che sagomerò a "V" ed avviterò tramite le stesse viti di chiusura della piastra per bloccare il prisma "ivertito", visto che le dimesioni dell'ipotenusa del prisma sono inferiori a quelle dell'alloggiamento delle chassis (47,9 x 34,2 mm contro 50,8 x 34,6 mm), ho già previsto di fare degli spessori in balsa per incastrare correttamente il prisma.
Allegato:
Diagonale prismatico smontato 02.JPG
Diagonale prismatico smontato 02.JPG [ 289.37 KiB | Osservato 1793 volte ]

Quindi dalla parte meccanica non dovrei avere problemi, i consigli che vi chiedo riguardano alcuni particolari e sono:
- visto che le pareti interne dello chassis sono in plastica lucida, pensate sia meglio dipingerle con vernice nera opaca (nel caso avrei quella da modellismo della tamiya che è perfettamente opaca), oppure è un'accortezza inutile?
- La mascherina in balsa che preparerò per incastrare il prisma allo chassis è utile che la vernici di bianco o anche questa è un'accortezza inutile?
- Varie ed eventuali, avete ulteriori consigli o criticità che non ho preso in considerazione in merito a questa modifica?
Grazie.

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: https://associazioneastronomicamirasole.wordpress.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: sabato 4 luglio 2015, 17:14 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 19981
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Mi sa che devi fare qualche prova. Intanto il raggio trasmesso come fuoriesce? Perchè se non c'è un'apertura lo chassis in plastica si fonderà di sicuro. Quindi lo devi provare per pochi secondi e poi devi vedere successivamente come forare lo chassis e quindi schermare il raggio uscente o deviarlo in basso, magari con una lamina di alluminio lucido, altrimenti ti punta addosso. Poi bisogna vedere quanta parte della luce incidente arriva all'oculare, cosa delicata da controllare. La plastica lucida dubito che crei problemi, casomai invece di verniciarla la puoi rendere opaca passandoci sopra della carta vetrata di grana media.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 4 luglio 2015, 18:38 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 14:49
Messaggi: 1797
Località: Milano
C'è un passaggio che non mi è chiaro ;
se il supporto in balsa è all'interno del diagonale,e tu il diagonale lo dipingi di nero,
perché il supporto lo vuoi dipingere di bianco !? :wtf:

Poi c'è un problema molto più serio a mio parere,la luce riflessa sarà circa il 5% di quella totale,
perciò risulterà sicuramente ancora pericolosa, ti consiglio di installare uno
o più filtri che ti proteggano dai micidiali UV e IR.....in giro c'è molta letteratura al riguardo....

Nei vari siti e blog solari ti puoi sbizzarrire !

Paolo

P S - Nel terzo disegno si vede chiaramente il foro per l'uscita della luce residua.

_________________
Paolo
Lunt 60-Ha--Lunt 60-CaII K - e....molto altro.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 4 luglio 2015, 21:46 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14537
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
fabio_bocci ha scritto:
Intanto il raggio trasmesso come fuoriesce?

La luce fuoriesce semplicemente da dietro, perché dietro non vi è nessuna copertura, infatti il "culo" del prisma (ovvero i due cateti) è all'aria aperta e bloccato da due zanche metalliche da 6 mm di spessore (simile a quella contrassegnata dal n°4 nell'immagine con "l'esploso" del prisma, ma ben piu lunghe) posizionate longitudinalmente ai due lati del prisma e bloccate tramite le stesse viti (negli stessi alloggiamenti presenti nello chassis) che bloccano la piasta di chiusura (quella contrassegnata col n°6), è un passaggio che avevo gia scritto, ma forse in maniera non chiara...
Angelo Cutolo ha scritto:
Ora ho già due zanche in metallo con due fori alle estremità che sagomerò a "V" ed avviterò tramite le stesse viti di chiusura della piastra per bloccare il prisma "ivertito"...


Miyro ha scritto:
C'è un passaggio che non mi è chiaro ;
se il supporto in balsa è all'interno del diagonale,e tu il diagonale lo dipingi di nero,
perché il supporto lo vuoi dipingere di bianco !? :wtf:

Semplicemente quello che è d'avanti al prisma (il pezzo di vetro) volevo verniciarlo di nero opaco (o come ha detto Fabio, rendere opache le pareti interne tramite carta abrasiva) per ridurre i riflessi interni, mentre tutto quello che è dietro al prisma (sempre il pezzo di vetro) e che potrebbe ricevere la luce solare da questo, vorrei verniciarlo in bianco per evitare il surriscaldamento, la parte di mascherina in balsa dove poggerà l'ipotenusa del prisma si troverà dietro questa, da lì il mio dubbio se sia meglio verniciarla di bianco o lasciarla così al naturale.

In merito ai filtri ND, li avevo già dati per scontati per quello non li avevo nominati. :mrgreen:
Sono già fornito di tutto, ND 3.0, ND 0.6, IR-UV cut e vari filtri colorati (che uso con profitto sul Sole in luce bianca insieme al Bidoncino). :wink:

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: https://associazioneastronomicamirasole.wordpress.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 5 luglio 2015, 9:01 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 19981
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ripensandoci però c'è una cosa che non va tanto bene. Se ho ben capito il prisma in questo caso funziona sfruttando la riflessione della faccia a 45° del prisma. Però il raggio trasmesso all'interno del prisma va ad incidere sulla faccia posteriore e da questa una parte si riflette indietro. Questo raggio in parte si riflette in basso ed in parte si rifrange e va a sommarsi a quello che semplicemente si riflette, assieme a quello riflesso dalla faccia inferiore, che viene riflesso in alto. Questo potrebbe causare delle immagini multiple, magari sfalsate se il prisma non fosse tagliato perfettamente in squadra. Quindi il gioco delle riflessioni interne potrebbe essere sfavorevole, essendo due facce del prisma a 90°, cosa che non accade col prisma di Herschel.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 5 luglio 2015, 9:17 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 14705
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
è vero! Scartavetrare e verniciare di nero la faccia inferiore del prisma non dovrebbe risolvere il problema?

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 5 luglio 2015, 9:59 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 19981
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Forse si. Andrebbero fatte delle prove per vedere se il problema sia o meno reale. Con un foglio di carta abrasiva e dell'olio o dell'acqua si può facilmente opacizzare le facce a 90°.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 5 luglio 2015, 10:05 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14537
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Pare non vi siano riflessioni particolari, ho fatto una prova sia con laser verde che rosso ed entrambi i raggi escono dal "cateto" posteriore con un angolo compreso tra 10 e 20° proprio come nello schema n°3 dell'immagine al primo post ed in ogni caso sono in fase di sperimentazione, quindi farò la prova diretta comunque per vedere se la cosa è otticamente fattibile.
andreaconsole ha scritto:
è vero! Scartavetrare e verniciare di nero la faccia inferiore del prisma non dovrebbe risolvere il problema?

La parte inferiore del cateto non sembra interessata in alcun modo, pare non vi arrivi nessun riflesso ne diretto ne spurio.

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: https://associazioneastronomicamirasole.wordpress.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 5 luglio 2015, 20:25 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 14:49
Messaggi: 1797
Località: Milano
Come ogni apparato ottico,l'interno va in ogni caso dipinto tutto di nero.....
(vedere Lunt) Il deviatore esterno deve essere (sempre)il più riflettente possibile !

Molti astrofili solari hanno realizzato ed usato con profitto questa "modifica".
Da ragazzo (leggi povero in canna)circa mezzo secolo fa, era l'unico sistema che
mi potevo permettere per osservare il sole in luce integrale,oltre alla poco
soddisfacente "proiezione dell'oculare"....vai tranquillo Angelo,le riflessioni spurie
sono molto,molto limitate !

Angelo,a proposito dei post precedenti,ma quando parli di Prisma, "pezzi di vetro",
lo fai per farlo capire al sottoscritto !? Oppure Urbi et Orbi ? :D

Ti informo che il sottoscritto costruisce ed usa spettrografi e spettroscopi dagli anni 80 !!
Anche con reticoli di diffrazione.... Perciò se ti riferivi a me....ma vedi dannà.... :mrgreen:

Paolo

_________________
Paolo
Lunt 60-Ha--Lunt 60-CaII K - e....molto altro.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 6 luglio 2015, 11:16 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14537
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Miyro ha scritto:
Come ogni apparato ottico,l'interno va in ogni caso dipinto tutto di nero.....
(vedere Lunt) Il deviatore esterno deve essere (sempre)il più riflettente possibile !

Grazie era proprio quello che volevo sapere. :wink:

Miyro ha scritto:
Angelo,a proposito dei post precedenti,ma quando parli di Prisma, "pezzi di vetro",
lo fai per farlo capire al sottoscritto !? Oppure Urbi et Orbi ? :D

No, l'ho precisato perche mi sono accorto che nelle mie precedenti descrizioni usavo il termine "prisma" sia per il diagonale completo (la parte meccanica) che per il solo prisma interno (il pezzo di vetro appunto) e quindi ho trovato piu chiaro definire a cosa mi riferivo quando scrivevo "prisma". :mrgreen:

Il prossimo fine settimana, comincerò con la trasformazione e vedremo cosa succede, alla peggio se si vedrà una fetenzia, lo riporterò allo stato originale (tanto il tutto è completamente reversibile) e lo userò come normale diagonale sul cercatore 8x50 autocostruito (quello visibile nel mio avatar) che al momento ha un diagonale di plastica recuperato da una vecchio 60ino giocattolo. :mrgreen:

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: https://associazioneastronomicamirasole.wordpress.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 70 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010