1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 21 aprile 2018, 11:05

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Gruppo continuità osservatorio
MessaggioInviato: lunedì 22 aprile 2013, 6:03 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 13 gennaio 2009, 20:22
Messaggi: 3013
Località: Locarno e Laveno Mombello - Lago Maggiore
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ciao a tutti,

vorrei proteggere il mio osservatorio con un gruppo di continuità senza svenarmi, c'è qualcuno che potrebbe darmi qualche consiglio in merito?

Le attrezzature presenti sono più o meno (numericamente e come tipologia) quelle di un setup fotografico tipo.

Grazie a chi potrà darmi una mano.

Emilio

_________________
My gallery
Skype ID: xwicxgunnar
Osservo con un binocolo RP Optix 25x100 su PantoMaxi e con un dobson SkyWatcher 12" Synscan GoTo


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gruppo continuità osservatorio
MessaggioInviato: martedì 23 aprile 2013, 11:59 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 12 ottobre 2006, 9:32
Messaggi: 4075
Località: Lendinara (RO)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Intendi un gruppo di continuità a motore che parte quando va via la corrente od intendi un UPS a batteria che tiene qualche minuto/decina di minuti.

Un gruppo di continuità da 1000/2000 watt costa poco, con autoaccensione amotore .... molto di più. In ogni caso ti servirebbe un ups in quanto il motore si avvia in secondi mentre l'ups in millessimi di secondo.

Un semplice ups da 1000/2000 watt tiene qualche minuto l'attrezzatura ma poi serve la 220.

A questo proposito ho trovato in internet un Riarmatore di Contatore elettronico in quei casi che la moglie attacca più di 2 apparecchi .... ti salva la vita .... :-)

Facci sapere cosa intendi.

Carlo

_________________
Carlo Martinelli StarNavigator Astronomical Observatory - Cell. 347/7902337 - E.Mail astronomia@carlomartinelli.net - Home Page http://www.carlomartinelli.net

Binocoli: Astrotech 25x100 Binoview 20x80 Meade 10x50 Sky Quality Meter: SQM-L/SQM-LE
Telescopi: Astrografo Veloce Meade LXD55 10" F4 - Takahashi FS102 Apo Fluorite, Takahashi FS60C Apo Fluorite, MTO 100/1000 F10/F7 TecnoSky 60/228
Sensori: 2 Orion StarShot Pro DSCI, Canon EOS 450D Baaderized COOLED-BOX-Peltier Controller - StarLight Lodestar Guider
Montatura: 10Micron GM2000 QCI (Red Passion)


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gruppo continuità osservatorio
MessaggioInviato: martedì 23 aprile 2013, 12:27 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 13 gennaio 2009, 20:22
Messaggi: 3013
Località: Locarno e Laveno Mombello - Lago Maggiore
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ciao Carlo,

intendo un UPS che protegga le sovratensioni e i blackout e poi gli affianco un generatorino che però deve partire subito dopo il blackout.

Mi serve un consiglio sia per l'uno che per l'altro.

Grazie e un salutone.

Emilio

_________________
My gallery
Skype ID: xwicxgunnar
Osservo con un binocolo RP Optix 25x100 su PantoMaxi e con un dobson SkyWatcher 12" Synscan GoTo


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gruppo continuità osservatorio
MessaggioInviato: martedì 23 aprile 2013, 13:23 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 12 ottobre 2006, 9:32
Messaggi: 4075
Località: Lendinara (RO)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Di recupero ho un 1200 VA, sottodimensionato a dire il vero, ma vedo che tiene quel che basta al riarmo del contatore (manuale o auto-elettronico).

Direi che quando acquisti un 2000 watt e tieni sotto tensione dell'ups solo quello che serve i consumi sono minimi e puoi tranquillamente passare anche 10-20 minuti prima di eseguire unh autospegnimento controllato.

Io ho messo alcuni allert che passati 5-10 minuti dal B.O. eseguono il parcheggio e chiusura del tetto in sicurezza tramite un monitor seriale/usb che viene fornito con l'ups, con ccd-commander puoi comandare praticamente tutto.
Praticamente ricevuto l'allert che indica la durata approsimativa delle batterie o il monitor di interruzzione energia ccd commander verifica lo stato ed in base ai tempi trascorsi od ai tipi di allert diversi decide sul da farsi. idem ovviamente per meteo ed altro similare.

Per un gruppo elettrogeno da affiancare direi che se puoi avviarlo a mano non vi è problema con 200 euro risolvi tutto, se vuoi invece in auto-start a motore allora le cose si complicano dal punti di vista economico


http://www.futek.it/Generatori-220V-GEN ... 37.uw.aspx


http://italian.alibaba.com/product-gs/a ... 56098.html

Un mio amico ha risparmiato molto prendendo usato un generatore da camper silenziato usato e con meno di 1000 euro se l'è portato a casa, una bella revisione e via .... in baita ha messo quello insieme ad un ups ed ad un circuitino di intervento di separazione dalla 220 standard, e l'osservatorio non si è mai fermato, ... solo ogni tanto va messo in moto.

Carlo

_________________
Carlo Martinelli StarNavigator Astronomical Observatory - Cell. 347/7902337 - E.Mail astronomia@carlomartinelli.net - Home Page http://www.carlomartinelli.net

Binocoli: Astrotech 25x100 Binoview 20x80 Meade 10x50 Sky Quality Meter: SQM-L/SQM-LE
Telescopi: Astrografo Veloce Meade LXD55 10" F4 - Takahashi FS102 Apo Fluorite, Takahashi FS60C Apo Fluorite, MTO 100/1000 F10/F7 TecnoSky 60/228
Sensori: 2 Orion StarShot Pro DSCI, Canon EOS 450D Baaderized COOLED-BOX-Peltier Controller - StarLight Lodestar Guider
Montatura: 10Micron GM2000 QCI (Red Passion)


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gruppo continuità osservatorio
MessaggioInviato: martedì 23 aprile 2013, 14:37 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 13 gennaio 2009, 20:22
Messaggi: 3013
Località: Locarno e Laveno Mombello - Lago Maggiore
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ciao Carlo, sei stato chiarissimo, ma nel mentre mi è venuta un'idea.

Io parcheggio il camper accanto all'osservatorio e sul camper ho un inverter da 2 kw che puoi sfruttare al massimo a 1500 watt e per il setup completo, escluso il deumidificatore, mi pare che basti, anche perché ho 2 batterie da 100 Ah in parallelo e comunque con la corrente attaccata l'alimentazione viene bypassata e batterie + inverter non vengono coinvolti.

Inoltre sul camper ho un generatore/mantenitore di carica Gasperini che parte quando le batterie arrivano a 12V e si ferma automaticamente a 13,8 V.

Per esperienza, usando la macchina del caffè sul camper che succhia 1200W ho visto che il Gasperini acceso mantiene la carica sui 12,8 V le batterie senza problema e quindi sommando il PC 500W, il videoserver 200W, la montatura, le CCD, e altre piccole cose arriviamo scarsi a 1200W.

Faccio una prova e poi se funziona mi serve di progetto base per quando porto l'osservatorio in montagna.

Il Dometic che mi hai linkato ce l'avevo nella versione precedente sul camper prima di quello che ho adesso, mi ha dato solo noie.

Se lasciavi un po' di benzina nel circuito per più di 3 mesi senza avviarlo si incrostava tutto e non partiva più.

Per ora grazie dei consigli.

Un saluto

Emilio

_________________
My gallery
Skype ID: xwicxgunnar
Osservo con un binocolo RP Optix 25x100 su PantoMaxi e con un dobson SkyWatcher 12" Synscan GoTo


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gruppo continuità osservatorio
MessaggioInviato: martedì 23 aprile 2013, 15:17 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 12 ottobre 2006, 9:32
Messaggi: 4075
Località: Lendinara (RO)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ecco il perchè di metterlo in moto spesso.

Conosco il gasperini ed era fra quelli che volevo linkarti. Ma bisogna capire il motivo del B.O...... se nella maggioranza dei casi è il contatore allora vai di auto-attivatore, se invece è proprio per mancanza di energia .... direi che di soluzioni ve ne sono molte, ma la più utile ... la chisura appena possibile.

Carlo

_________________
Carlo Martinelli StarNavigator Astronomical Observatory - Cell. 347/7902337 - E.Mail astronomia@carlomartinelli.net - Home Page http://www.carlomartinelli.net

Binocoli: Astrotech 25x100 Binoview 20x80 Meade 10x50 Sky Quality Meter: SQM-L/SQM-LE
Telescopi: Astrografo Veloce Meade LXD55 10" F4 - Takahashi FS102 Apo Fluorite, Takahashi FS60C Apo Fluorite, MTO 100/1000 F10/F7 TecnoSky 60/228
Sensori: 2 Orion StarShot Pro DSCI, Canon EOS 450D Baaderized COOLED-BOX-Peltier Controller - StarLight Lodestar Guider
Montatura: 10Micron GM2000 QCI (Red Passion)


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gruppo continuità osservatorio
MessaggioInviato: martedì 23 aprile 2013, 16:06 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 13 gennaio 2009, 20:22
Messaggi: 3013
Località: Locarno e Laveno Mombello - Lago Maggiore
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Carlo.Martinelli ha scritto:
Ecco il perchè di metterlo in moto spesso.

Conosco il gasperini ed era fra quelli che volevo linkarti. Ma bisogna capire il motivo del B.O...... se nella maggioranza dei casi è il contatore allora vai di auto-attivatore, se invece è proprio per mancanza di energia .... direi che di soluzioni ve ne sono molte, ma la più utile ... la chisura appena possibile.

Carlo

La motivazione si chiama ENEL.

Nella nostra zona ci capitano almeno 5 blackout all'anno che durano 5/10 minuti e almeno altri 10/20 che durano anche solo qualche secondo, ecco perché.

Solo che ora abito presso l'osservatorio e se cade la va via la corrente esco e chiudo a mano.

Tra un mese vado a 3 km di distanza ad abitare e non mi va di tirare su la macchina e spostarmi se proprio non è una emergenza vera.

Ad ogni modo grazie ancora :)

Ciao

Emilio

_________________
My gallery
Skype ID: xwicxgunnar
Osservo con un binocolo RP Optix 25x100 su PantoMaxi e con un dobson SkyWatcher 12" Synscan GoTo


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gruppo continuità osservatorio
MessaggioInviato: venerdì 22 luglio 2016, 17:31 

Iscritto il: martedì 28 agosto 2012, 21:52
Messaggi: 153
Ciao, una domanda...
Avrei necessità di stimare la potenza di un gruppo di continuità in grado di permettermi, per le emergenze, di poter almeno chiudere il tetto alimentando il motore da cancelli che installerò, oltre a tenere acceso per un tempo di circa 20 minuti la camera CCD, il PC, il router e la montatura.
Probabilmente ci vorrà un gruppo abbastanza potente.
Dovrò vedere se riuscirò almeno ad avere un'idea degli assorbimenti dei vari dispositivi, ma temo che dovrò orientarmi su un 1200 VA o addirittura un 2000 VA.

Inoltre, cosa ugualmente importante, questo gruppo dovrà garantire anche una elevata protezione da fulmini e sovratensioni.

So già che, specialmente con i fulmini è una battaglia persa, ma magari qualcuno di voi ha delle idee in merito.

Grazie


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gruppo continuità osservatorio
MessaggioInviato: sabato 23 luglio 2016, 6:14 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 13 gennaio 2009, 20:22
Messaggi: 3013
Località: Locarno e Laveno Mombello - Lago Maggiore
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ciao, nel corso del tempo ho imparato cose nuove e mi sono attrezzato diversamente.

Ora o tre batterie tipo quelle da auto di buona qualità di cui 2 da 100 ah è una da 50 ah.

Una da 100 è collegata alla motorizzazione del tetto, quella da 50 alla videosorveglianza e la restante da 100 a tutto il resto. Ognuna ha un caricabatterie/mantenitore di carica della c-tek che oltre che mantenerti in carica la batteria te ne prolunga la vita in modo sensibile. ho fatto una prova una volta ed ho tolto la corrente, per 7 ore ho fotografato e poi chiuso il tetto.

Alla fine costa anche meno di un gruppo di continuità molto potente, ma è immensamente più potente e soprattutto sei veramente isolato dalle sovratensione e dai fulmini.

Unico accorgimenti mettere le batterie arieggiate ma anche protette dal freddo, sebbene i caricatori c-tek abbiamo l'elettronica che tiene conto anche di questo.

Ciao.

_________________
My gallery
Skype ID: xwicxgunnar
Osservo con un binocolo RP Optix 25x100 su PantoMaxi e con un dobson SkyWatcher 12" Synscan GoTo


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gruppo continuità osservatorio
MessaggioInviato: sabato 23 luglio 2016, 9:38 

Iscritto il: martedì 28 agosto 2012, 21:52
Messaggi: 153
Grazie del suggerimento.
In effetti anni fa, quando avevamo realizzato il primo prototipo di osservatorio remoto avevamo utilizzato proprio delle batterie tipo quelle da auto con un carica batterie tampone per tenerle sempre cariche. Questo caricabatterie non era però molto sofisticato perciò, pur dando una bassa corrente costante, se non utilizzavamo l'attrezzatura per alcune settimane le batterie si cuocevano.
Sai dirmi se questi caricabatterie/mantenitori c-tek che hai citato sono adatti per un utilizzo dell'attrezzatura molto saltuario?
Si possono tenere costantemente attaccati alla batteria anche durante l'uso dell'attrezzatura oltre che durante tutto il periodo di inutilizzo?
La protezione da sovratensioni o fulmini da cosa è data in questo caso? Forse dal fatto che eventuali sovratensioni o disturbi se li "prende" prima la batteria rispetto alla strumentazione connessa fisicamente agli stessi cavi?
In tal caso potresti suggerirmi quale modello esattamente potrebbe essere utile allo scopo?

La soluzione mi sembra interessante, ma vorrei avere una idea chiara sui pro e sui contro rispetto all'utilizzo di un classico UPS.

Grazie ancora


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010