1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 17 ottobre 2017, 6:56

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 17 ottobre 2012, 11:24 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 23 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 7437
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao a tutti,
molti di coloro che hanno affrontato la realizzazione di un osservatorio remoto si sono dovuti confrontare con una serie di problemi comuni e penso sia interessante parlarne assieme anche per dare spunto a chi si appresta a costruire la propria struttura. Il mio piccolo osservatorio remoto e' dotato di due cose a mio parere indispensabili: energia elettrica ed una connessione flat ad internet. Se la prima garantisce la possibilita' di usufruire della strumentazione in ogni momento la seconda e' necessaria per potere in qualche modo interagire da lontano con la stessa.

Una delle prime questioni che ho affrontato e' stata la possibilita', premesso come detto la disponibilita' di corrente e l'accesso ad internet, di accendere o spegnere da lontano la maggior parte della strumentazione. La mia soluzione e' stata una relaybox con interfaccia web. In particolare io ho usato una NCD ZADR810ProXR_WEB-i collegando i suoi 8 relay ad altrettante prese elettriche in un piccolo quadro.

Questa interfaccia a relay e' sempre alimentata e connessa alla rete internet. E' possibile accedervi semplicemente con un normale programma di navigazione internet con cui, attraverso semplici pulsanti, dare corrente alle varie prese e, di conseguenza, ai vari accessori collegati. In questo modo sono in grado di accendere via web il PC dell'osservatorio, il telescopio e vari strumenti di corredo.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 17 ottobre 2012, 12:03 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 13952
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
ottima dritta. Per gli amanti del faidate (e del risparmio) ci sono una soluzioni arduino già pronte tipo questa http://www.hobbyist.co.nz/?q=web-switch-tutorial

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 17 ottobre 2012, 12:31 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 6 maggio 2008, 11:59
Messaggi: 8024
Località: San Francesco al Campo [TO]
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Grazie ad entrambi, in effetti 329$ non sono pochi... :roll:
Certo, che il link postato da Andrea è per i pigri assoluti :mrgreen: Si possono saltare un sacco di passaggi usando un etherduino (che è un arduino già con la ethernet a bordo) e la parte relay si può costruire molto semplicemente con un NPN e un relay da .20€.

Se farò l'osservatorio a casa mi ci cimenterò e pubblicherò i risultati.

_________________
Simone Martina
(a.k.a. gaeeb)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Gruppo Astrofili Edward Emerson Barnard
Home Page: www.gaeeb.org
Facebook: facebook.com/gaeeb
Twitter: twitter.com/gaeeb_org

autocostruttite.wordpress.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 17 ottobre 2012, 12:51 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 13952
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
ma hai un avviso automatico che scatta quando qualcuno scrive arduino? :mrgreen:
Beh, sì, è il primo link che ho trovato, giusto per far vedere quanto sia relativamente semplice.

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 17 ottobre 2012, 14:00 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 23 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 7437
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ottima soluzione anche la tua Andrea, anche se non ho capito alla fine quanto verrebbe a costare, quanti relay potrebbe controllare e se richiede competenze specifiche ad esempio di programmazione.

So che ci sono altre schede "chiavi in mano" più economiche di quella che ho comperato io. Ad esempio Carlo Martinelli mi pare ne abbia usate di più economiche e forse anche Vittorino Suma.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 18 ottobre 2012, 15:49 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 12 ottobre 2006, 9:32
Messaggi: 3922
Località: Lendinara (RO)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Si rispondo all'appello.

Ho preso delle schede ad 8 relay ethernet della GCE elettronic una ditta francese molto affidabile che offre anche a basso costo anche sistemi rs232/USB ecc.ecc. oltre all'ethernet la scgeda prevede sonde di temperatura o di livello (acqua) ecc.ecc da collegare a basso costo vedi più sotto.

http://www.gce-electronics.com/en/tcp-i ... -v200.html
Avevo trovato da ridire sull'assistenza inizialmente ma avevo capito male il francese e devo dire invece che ora mi trovo molto bene con loro anche per il supporto tecnico alla programmazione di nuove funzionalità.

Nel mio osservatorio ho usato un relay in accoppiamento ad un sensore di barriela per cancelli opportunamente modificato per conoscere in tempo reale quanto il telescopio è effettivamente in parcheggio idem per essere sicuro che il tetto sia veramente aperto o chiuso.

Il costo è di 110 euro nella versione base (124) della versione con più memoria) entrambi sono pilotabili via internet o smartphone con password, con la possibilità di attivare anche un dns esterno per l'accesso.

La prima scheda l'ho pagata 2 anni fa 90 euro (ora 110) la seconda 124 (purtroppo è aumentata anche se a dire il vero la seconda è leggermente migliore e più programmabile).

A questo punto devo dire sempre ringraziando Ivaldo che ho fatto anche un programmino in Visualbasic 2010 chiamandolo AstroRelay che in abbinamento al programma originale AstroRoll fatto da Ivaldo permette i controllo via Ascom della montatura e del tetto conoscendo i dati di parcheggio ed interrogando i sensori.

Ho collegato sul primo i comandi di apertura/chiusura del tetto, poi in sequenza accensione spegnimento montatura, ccd principale, Canon EOS 450d, CPU osservatorio, dewzapper/telecamere-videoserver osservatorio, coldbox, flat panel, i 3 focheggiatori, il secondo ccd, e poi mi sono rimasti liberi alcuni relay per usi futuri e parecchi ingressi digitali di controllo e 2 analogici.

Astrorelay è anch'esso ascom compatibile ed è più dedicato ad utilizzo di carichi da controllare da remoto mentre AstroRoll invece è maggiormente predisposto al dialogo ascom con la montatura ed il tetto.

Esistono in internet anche iterfacce da 16 relay ad un costo abbordabile sui 150 euro circa fatte e commercializzate da una ditta bulgara molto preparata per l'automazione di ambienti.

Saluti. Carlo


Allegati:
ipx800-v200.jpg
ipx800-v200.jpg [ 53.58 KiB | Osservato 2146 volte ]
snwrb.JPG
snwrb.JPG [ 269.52 KiB | Osservato 2146 volte ]

_________________
Carlo Martinelli StarNavigator Astronomical Observatory - Cell. 347/7902337 - E.Mail astronomia@carlomartinelli.net - Home Page http://www.carlomartinelli.net

Binocoli: Astrotech 25x100 Binoview 20x80 Meade 10x50 Sky Quality Meter: SQM-L/SQM-LE
Telescopi: Astrografo Veloce Meade LXD55 10" F4 - Takahashi FS102 Apo Fluorite, Takahashi FS60C Apo Fluorite, MTO 100/1000 F10/F7 TecnoSky 60/228
Sensori: 2 Orion StarShot Pro DSCI, Canon EOS 450D Baaderized COOLED-BOX-Peltier Controller - StarLight Lodestar Guider
Montatura: 10Micron GM2000 QCI (Red Passion)
Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: sabato 27 ottobre 2012, 19:35 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 20 ottobre 2011, 18:09
Messaggi: 311
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Una curiosità: come fai ad accendere il PC da remoto? Perchè quando dai tensione all'alimentazione il PC non si accende da solo: tocca premere il pulsante!
O no?

Lo spegnimento, invece, può avvenire via software.

Danilo


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 27 ottobre 2012, 20:00 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 6 maggio 2008, 11:59
Messaggi: 8024
Località: San Francesco al Campo [TO]
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Su molte schede madri è possibile impostare il BIOS in modo tale che il PC si accenda al ritorno della corrente di alimentazione. Inoltre alcune schede di rete (ormai quasi tutte) supportano il WOL (Wake On Lan), per cui utilizzando il MAC address della scheda di rete del PC in stand-by è possibile mandare un pacchetto (ICMP) che sveglia il PC. Il client WOL è spesso installato sui router casalinghi o, volendo, si può mettere una schedina embedded che rimanga sempre accesa e che svolga la funzione di accenditore: le soluzioni sono molteplici e vanno dalla fonera modifcata all'arduino con shield ethernet.

_________________
Simone Martina
(a.k.a. gaeeb)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Gruppo Astrofili Edward Emerson Barnard
Home Page: www.gaeeb.org
Facebook: facebook.com/gaeeb
Twitter: twitter.com/gaeeb_org

autocostruttite.wordpress.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: sabato 27 ottobre 2012, 21:19 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 23 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 7437
Tipo di Astrofilo: Fotografo
astrodany ha scritto:
Una curiosità: come fai ad accendere il PC da remoto? Perchè quando dai tensione all'alimentazione il PC non si accende da solo: tocca premere il pulsante!
In buona parte ti ha già risposto Simone. In effetti mi è bastato impostare il BIOS del PC in modo che questo si riaccenda dopo una caduta di tensione. Così facendo quando faccio scattare il giusto relay il PC riceve la 220 e si accende. Attendo un minutino e poi mi collego in accesso remoto. Lo spegnimento invece, contrariamente a quanto si possa pensare, è leggermente più laborioso: io ho scelto di usare per l'accesso remoto il protocollo RDP installato nativo in Windows 7 Professional (so che esistono altre soluzioni, ma secondo la mia esperienza questa è la più semplice ed affidabile ed ha l'enorme vantaggio che vi sono client praticamente per ogni piattaforma software, compresi OS X ed iOS), ma quando si accede in remoto la voce "Spegni il computer" sparisce dalle opzioni possibili nel menu "Start". Per spegnere il computer io quindi uso la casellina "Comandi" dove digito ed eseguo

Codice:
shutdown /s /t 1


dove /s stà per "spegni", se volessi effettuare un riavvio userei /r. Invece /t 1 significa che il comando viene eseguito dopo un secondo (se lo omettessi il PC si spegnerebbe solo dopo 30 secondi).

Anche in questo caso attendo un minutino, durante il quale spengo il telescopio e gli altri dispositivi, e poi tolgo corrente al PC attraverso la relaybox. A questo punto il computer sarà pronto a riaccendersi di nuovo.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: sabato 27 ottobre 2012, 22:20 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 12 ottobre 2006, 9:32
Messaggi: 3922
Località: Lendinara (RO)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Puoi anche collegare un relay al pulsante di accensione del pc in parallelo, in questo modo lo puoi accendere spegnere e volendo lo puoi forzare anche in caso di blocco, .... per lo spegnimento da rdp lo si può fare anche via task manager con l'apposito pulsante o con il relay come faccio io puoi impostare anche che ti chieda conferma.

Come dicevate esiste anche il wake on lan ma non sempre è accessibile da fuori rete locale.

Esiste anche un metodo a tempo io uso un software molto valdido che non solo accende e spegne il pc ma esegue macro, e script simula anche mouse e tastiera tramite registrazione di azioni.

Come vedi ci sono molte soluzioni.

Carlo

_________________
Carlo Martinelli StarNavigator Astronomical Observatory - Cell. 347/7902337 - E.Mail astronomia@carlomartinelli.net - Home Page http://www.carlomartinelli.net

Binocoli: Astrotech 25x100 Binoview 20x80 Meade 10x50 Sky Quality Meter: SQM-L/SQM-LE
Telescopi: Astrografo Veloce Meade LXD55 10" F4 - Takahashi FS102 Apo Fluorite, Takahashi FS60C Apo Fluorite, MTO 100/1000 F10/F7 TecnoSky 60/228
Sensori: 2 Orion StarShot Pro DSCI, Canon EOS 450D Baaderized COOLED-BOX-Peltier Controller - StarLight Lodestar Guider
Montatura: 10Micron GM2000 QCI (Red Passion)


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010