1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è lunedì 1 maggio 2017, 5:25

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 35 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Osservatorio sul tetto di casa
MessaggioInviato: venerdì 5 giugno 2009, 9:37 

Iscritto il: domenica 4 marzo 2007, 16:02
Messaggi: 1171
Località: Genova/Varese
Ciao a tutti,
stavo raccogliendo un po' di idee sulla costruzione di un Osservatorio sul tetto di casa (villetta monofamiliare), tanto per rendermi conto un po' delle difficolta' e della spesa da affrontare.

Premetto che l'idea sarebbe quella di costruirlo in una casa gia' esistente (quindi un adattamento), con necessita' di modificare il tetto dato che non e' gia' presente un terrazzo su cui poter costruire. Inoltre, la preferenza e' data a strutture solide, quindi non di legno ma muri di mattoni o gasbeton e roba simile; tetto ovviamente scorrevole e pianta intorno ai 3 x 3 metri.

Io non sono un esperto di ne' di strutture ne' di costruzioni e quando parlo con chi deve fare il progetto (es. un geometra, che ne sa di costruzione ma nulla delle problematiche inerenti gli Osservatori) devo avere un'idea di massima dei requisiti da fornire, per avere un preventivo che poi non porti sorprese.

Qualcuno ha per caso esempi su Internet (con foto e quant'altro) o conosce persone che l'abbiano fatto?

Grazie in anticipo,

_________________
Emmanuele Sordini
- ° -
Sito Internet personale: http://www.bloomingstars.com


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Osservatorio sul tetto di casa
MessaggioInviato: venerdì 5 giugno 2009, 9:44 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:55
Messaggi: 10246
Località: Salento
non so risponderti..
ma se vuoi vedere una tonnellata di osservatori, tra cui anche quello che vuoi fare tu,
esplora cloudynights
http://www.cloudynights.com/ubbthreads/ ... bservatory


Se vai nel topic delle foto, lo trovi. (non mi chiedere dove pero' :) )


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Osservatorio sul tetto di casa
MessaggioInviato: venerdì 5 giugno 2009, 9:51 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 14:35
Messaggi: 4114
Località: Padova
Emmanuele Sordini ha scritto:
Io non sono un esperto di ne' di strutture ne' di costruzioni e quando parlo con chi deve fare il progetto (es. un geometra, che ne sa di costruzione ma nulla delle problematiche inerenti gli Osservatori) devo avere un'idea di massima dei requisiti da fornire, per avere un preventivo che poi non porti sorprese.

Penso che le problematiche siano più da geometra/carpentiere che da astrofilo: basta che il tetto scorra facilmente e sia stagno. Ovviamente la nuova stanzetta dovrà essere ben separata termicamente rispetto al resto della casa (fresca d'estate e fredda d'inverno).

Comunque le paroline magiche per una ricerca sono: "rool roof observatory".

Donato.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Osservatorio sul tetto di casa
MessaggioInviato: venerdì 5 giugno 2009, 10:00 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:55
Messaggi: 10246
Località: Salento
si.. credo che il requisito numero uno sia l'isolamento termico..
sia per le tue tasche che per l'utilizzo proficuo del telescopio :)

Non e' da trascurare neanche il discorso vibrazioni.
Dovresti fare in modo che il tuo peso sia scaricato il piu' lontano possibile dalla colonna.
(visto che non puoi isolarlo completamente)


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Osservatorio sul tetto di casa
MessaggioInviato: venerdì 5 giugno 2009, 10:16 

Iscritto il: domenica 4 marzo 2007, 16:02
Messaggi: 1171
Località: Genova/Varese
doduz ha scritto:
Penso che le problematiche siano più da geometra/carpentiere che da astrofilo: basta che il tetto scorra facilmente e sia stagno.

Questo mi sembra ovvio. Inoltre ci sono problemi strutturali (probabilmente la soletta del tetto dovra' essere rinforzata)...
doduz ha scritto:
Ovviamente la nuova stanzetta dovrà essere ben separata termicamente rispetto al resto della casa (fresca d'estate e fredda d'inverno).

Nel mio caso si tratta di una casetta che ha un solaio abbastanza ampio, nel centro del quale (colmo del tetto) puoi tranquillamente camminare in piedi. Tra il solaio e il piano inferiore della casa c'e' una di quelle classiche solette in cemento armato.

L'Osservatorio verrebbe costruito ovviamente sopra la zona giorno (altrimenti chi sta sotto non dorme :mrgreen: ), e sufficientemente lontano dai vari comignoli (che si possono comunque un po' spostare). Non prevederei significativo isolamento termico, a parte una porta. Quindi per salire in Osservatorio ci sarebbero due porte: zona giorno -> solaio (accesso con scala) e solaio -> Osservatorio.

doduz ha scritto:
Comunque le paroline magiche per una ricerca sono: "rool roof observatory".

Si', ma con questo termine si designa anche i casottini isolati (molto piu' semplici ed economici da costruire)... comunque guardero'.

_________________
Emmanuele Sordini
- ° -
Sito Internet personale: http://www.bloomingstars.com


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Osservatorio sul tetto di casa
MessaggioInviato: venerdì 5 giugno 2009, 10:28 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 14:35
Messaggi: 4114
Località: Padova
Cita:
doduz ha scritto:
Comunque le paroline magiche per una ricerca sono: "rool roof observatory".

Si', ma con questo termine si designa anche i casottini isolati (molto piu' semplici ed economici da costruire)... comunque guardero'.

La tua realizzazione non richiede particolari conoscenze astronomiche: l'unica particolarità (non standard) sta proprio nel tetto scorrevole che è comune per costruzioni su tetto e per casottini stand-alone.

Ovviamente l'isolamento termico ha come ricaduta quello acustico.

Come diceva Chris dovrai anche isolare meccanicamente la pedana sulla quale si poggiano i piedi dal pavimento su cui poggia la montatura.

Donato.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Osservatorio sul tetto di casa
MessaggioInviato: venerdì 5 giugno 2009, 10:40 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 4 settembre 2006, 13:29
Messaggi: 4977
Località: Mugello
Tipo di Astrofilo: Visualista
Non è più semplice realizzare una terrazza "a tasca" con un base per il tele fissa e un stanza per il ricovero degli strumenti nel sottotetto?

_________________
Il Cielo Stellato sopra di Me e la Legge Morale in Me. Kant
Grandi Menti parlano di Idee, Menti Mediocri parlano di Fatti, Menti Piccole parlano di Persone. Eleanor Roosevelt


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Osservatorio sul tetto di casa
MessaggioInviato: venerdì 5 giugno 2009, 10:56 

Iscritto il: domenica 4 marzo 2007, 16:02
Messaggi: 1171
Località: Genova/Varese
doduz ha scritto:
Ovviamente l'isolamento termico ha come ricaduta quello acustico.

Ovviamente.

Per le pareti non penso che ci siano grossi problemi, dato che comunque in parte saranno immerse nel corpo della casa e in parte usciranno dal tetto. E' chiaro che, soprattutto di inverno, l'aria al di sotto della soletta sara' quella del soffitto di una tipica stanza riscaldata ad uso abitativo (diciamo 20 C come media ambiente, ma visto che l'aria calda sale, e' facile che arrivi a 25 verso il soffitto).

Il problema sta nel capire se un classico pavimento (classica soletta in cemento armato) sia da considerarsi sufficiente a livello di isolamento termico oppure no.

doduz ha scritto:
Come diceva Chris dovrai anche isolare meccanicamente la pedana sulla quale si poggiano i piedi dal pavimento su cui poggia la montatura.

Ovviamente anche questo, ma alla fine il tutto poggera' sempre sulla solita soletta del solaio che si sopporta tutto il peso (pedana + colonna in cemento della montatura)... Quindi in ultima analisi il punto cruciale sta proprio nel pavimento.

_________________
Emmanuele Sordini
- ° -
Sito Internet personale: http://www.bloomingstars.com


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Osservatorio sul tetto di casa
MessaggioInviato: venerdì 5 giugno 2009, 11:00 

Iscritto il: domenica 4 marzo 2007, 16:02
Messaggi: 1171
Località: Genova/Varese
Vicchio ha scritto:
Non è più semplice realizzare una terrazza "a tasca" con un base per il tele fissa e un stanza per il ricovero degli strumenti nel sottotetto?

Si', ovvio.

Ma l'obiettivo e' quello di minimizzare i tempi di morti di sistemazione. Perche' un Osservatorio sia davvero utile, deve stare tutto sempre pronto montato, e richiedere solo di:

1) aprire il tetto
2) accendere le apparecchiature (montatura, PC ecc.)

tutto il resto (incluso montaggio/smontaggio di ottiche, etc) in condizioni normali non dovrebbe essere richiesto.

_________________
Emmanuele Sordini
- ° -
Sito Internet personale: http://www.bloomingstars.com


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Osservatorio sul tetto di casa
MessaggioInviato: venerdì 5 giugno 2009, 11:08 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13063
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Emmanuele Sordini ha scritto:
Il problema sta nel capire se un classico pavimento (classica soletta in cemento armato) sia da considerarsi sufficiente a livello di isolamento termico oppure no.

A questo posso risponderti io. Purtroppo la risposta è un deciso no, la soletta in laterocemento in termotecnica è considerata un "ponte termico", in parole povere trasmette il calore che è un piacere, quindi è un pessimo isolante.
Quello che posso consigliarti, è la messa in opera di un piccolo pavimento soprelevato di pochi cm (una decina + o -) simile a quelli che si usano per gli stand fieristici, con sotto dei pannelli termoisolanti dello spessore di 2,5 cm in maniera da creare un piccolo "vespaio" areato che porti il calore sui lati della stanza e allontani i moti convettivi dal telescopio.
La soluzione non è la migliore possibile, ma l'alternativa (perfettamente efficente) sarebbe "ingabbiare" con l'isolante l'intera stanza del telescopio (opzione abbastanza costosa), così da svincolarla termicamente dal resto dell'edificio.

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700.
Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 35 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010