1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 24 novembre 2020, 18:36

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lunedì 5 ottobre 2020, 9:25 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 23 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 7707
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ormai diversi anni orsono ho realizzato, per gestire l'apertura e la chiusura del tetto scorrevole dell'osservatorio remoto che condivido con l'amico Teo, un'interfaccia ASCOM che comanda un motore per cancello attraverso alcuni relay pilotati da Arduino UNO. Mi sembrava una cosa utile e quindi, dopo averlo modificato per renderlo adatto ad un uso con un solo telescopio (al Ghezz Observatory abbiamo due telescopi indipendenti) ho deciso di rendere pubblico il progetto sperando potesse essere utile a qualcuno.

In questi anni effettivamente alcuni astrofili hanno usato AstroDome (questo il pomposo nome che avevo dato al progetto). Alcuni lo hanno modificato adattandolo alle proprie esigenze particolari, ma alcuni non sono riusciti a farlo funzionare. In genere i guai cominciano quando si ignora il progetto e si comincia a fare modifiche senza averne capito appieno il principio di funzionamento.

AstroDome è un driver ASCOM di tipo Dome, e ne rispetta lo standard. Nel caso di un tetto scorrevole ASCOM richiede (meglio sarebbe dire pretende) che siano gestiti tre comandi (APRI, CHIUDI e FERMA) e che se interrogato il driver possa rispondere con lo stato attuale del tetto (APERTO, CHIUSO, IN APERTURA, IN CHIUSURA oppure ERRORE). È importante capire questo principio prima di pensare di mettersi a modificare AstroDome per adattarlo al proprio tetto motorizzato esistente.

Un classico caso è chi mi chiede se è possibile adattare AstroDome (che nel linguaggio segreto degli astrofili significa "me lo adatti tu in cambio delle mie lodi sperticate sul forum") ad un sistema comandato da un unico pulsante che apre o chiude il tetto. La risposta, se avete letto e compreso il paragrafo precedente, è NO. Questo perché ASCOM prevede due distinti comandi per l'apertura e la chiusura. Se il tetto è chiuso e viene dati il comando CHIUDI l'ultima cosa che deve accadere è che il tetto si apra!

Un altro caso classico è che mi si chieda perché si devono montare gli interruttori di fine cosa se già la propria motorizzazione ha i suoi collegati alla centralina del motore. Gli interruttori di fine corsa di AstroDome servono a due cose: a fermare il motore quando il tetto arriva alla fine della corsa (da qui il loro nome) e a verificare lo stato del tetto (APERTO, CHIUSO oppure a metà strada). AstroDome per funzionare correttamente deve conoscere la REALE posizione del tetto: è fatto per gestire in automatico un osservatorio remoto e questa è una misura di sicurezza irrinunciabile. Il driver ASCOM deve poter rispondere alla domanda sullo status del tetto in modo corretto, altrimenti il client non potrà funzionare.

Per costruire un AstroDome funzionante servono un motore comandato da due pulsanti (uno che lo fa girare in un senso, un altro che lo fa girare nel senso opposto), due interruttori di fine corsa, un Arduino UNO e due relay attivabili con 5 Volt. Richieste del tipo “Ho provato a costruire AstroDome, ma ho un problema. Invece del motore ho un muflone appositamente addestrato a trainare con una corda il tetto, invece di Arduino UNO ho usato un Commodore 64 comprato su eBay, invece dei relay ho due valvole termoioniche rubate dalla radio della mia bisnonna e non mi servono i finecorsa perché il muflone non si allontana mai troppo dall’osservatorio, essendo timido. Quando provo a connettere AstroDome il tuo software mi da un errore XR548456XXXXXX61111USFTS520003736, quindi c’è certamente un’incompatibilità con la mia versione di Ubuntu. Per favore fai qualcosa.” mi fanno davvero cadere le braccia.

In conclusione: se volete usare AstroDome per comandare l’apertura del vostro tetto senza doverci pensare troppo usate i componenti che ho usato io, se lo volete modificare tenete sempre conto delle specifiche ASCOM.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 5 ottobre 2020, 9:42 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 25273
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ivaldo sei un mito :rotfl:

_________________
Immagine

Da dove osservo? - Dobson 60cm f/4 - Dobson 30cm f/5 - Celestron C9,25


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 5 ottobre 2020, 9:53 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 11 giugno 2020, 12:07
Messaggi: 38
Località: Genzano di Roma
Tipo di Astrofilo: Visualista
post spettacolare! :lol:

da sw developer... i feel you! :lol:

_________________
Osservo con:
[1] Orion SkyQuest XT 4.5
[2] Sky-Watcher Skyliner 12" Flextube + RACI Orion + Rigel Quikfinder

Oculari:
[1] Meade 4000 Japan 20mm, 12.4mm, 6.4mm
[2] Baader Morpheus 9mm + 4.5mm


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 5 ottobre 2020, 11:16 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 6 maggio 2008, 11:59
Messaggi: 9139
Località: San Francesco al Campo [TO]
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Punto primo: sono contento di leggere un post di Ivaldo.

Punto due: io ho modificato AstroDome perché non volevo usare un motore da cancello. Funziona. Come? Ho rispettato la logica del driver: un pulsante per aprire, uno per chiudere, due finecorsa per far capire al driver in che stato è il tetto, un tempo stimato in cui il tetto deve fare il suo lavoro (se non lo fa in quel tempo il driver si preoccupa e chiama il soccorso alpino e speleologico nazionale). Sapevo che era diverso dal progetto iniziale, ci ho studiato un po' su e mi è andata bene, in caso contrario avrei adottato i componenti indicati da Ivaldo senza sfrantumargli le scatole.

Ieri il figlio della mia compagna è entrato in osservatorio, ha disattivato la sicura, ha aperto il tetto (di giorno), poi ha riattivato la sicura e l'AAG ha chiuso il tetto in emergenza. Una figata pazzesca. :beer:

Come dico spesso a molti, Arduino è semplice ma non è per tutti. Cosa serve per farlo andare? La volontà di capire. Se non avete questa volontà, potete rivolgervi a progetti commerciali e installatori qualificati: assicuro a tutti che noi autocostruttori non picchiamo chi compra le cose invece di costruirle. :rotfl:

_________________
Simone Martina
(a.k.a. gaeeb)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Gruppo Astrofili Edward Emerson Barnard
Home Page: www.gaeeb.org
Facebook: facebook.com/gaeeb
Twitter: twitter.com/gaeeb_org

autocostruttite.wordpress.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 5 ottobre 2020, 12:47 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 novembre 2006, 9:31
Messaggi: 3516
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ivaldo Cervini ha scritto:
Invece del motore ho un muflone appositamente addestrato a trainare con una corda il tetto
:lol: :lol: :lol:

_________________
Stefano
Binocoli: APM 23-41x100/45°; Vortex Vulture 10x50; Pentax Papilio 6,5x21
Telescopi: Dobson GSO 300 deluxe; WO Zenithstar 66SD


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 5 ottobre 2020, 14:26 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 gennaio 2014, 22:52
Messaggi: 314
Località: Cosenza
stevedet ha scritto:
Ivaldo Cervini ha scritto:
Invece del motore ho un muflone appositamente addestrato a trainare con una corda il tetto
:lol: :lol: :lol:

:lol: ... un muflone astrofilo. di nome farà "Celestino"...

_________________
Osservo con: Nikon 8x30 EII - William Optics 10x50ed - Vixen BT 126
DIP 60mm (osservo senza occhiali)


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 5 ottobre 2020, 21:33 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 13:59
Messaggi: 1488
Località: Provincia di Sondrio
Felicissimo di leggerti Ivaldo.
Ciao

_________________
ES ULD 16' Gen II
Vixen A70Lf su Porta Mini
APM XWA serie completa
ES 82° 30, 18, 11
PLOSSL Vixen 20 6,3 Tecnosky 9
ES UHC OIII e ND variabile da 2"
Radiant SQML GSO Coma Corr.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 8 ottobre 2020, 16:58 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 15 gennaio 2007, 21:54
Messaggi: 1801
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Però un driver ascom che pilota una mungitrice per il muflone ti converrebbe farlo, avresti formaggio gratis.

Già mi vedo i post: ho un muflone maschio e la mungitrice non funziona.... :mrgreen:


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 8 ottobre 2020, 19:14 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 13:59
Messaggi: 1488
Località: Provincia di Sondrio
Teo66 ha scritto:
Già mi vedo i post: ho un muflone maschio e la mungitrice non funziona.... :mrgreen:

Ma il muflone è molto felice :mrgreen:

_________________
ES ULD 16' Gen II
Vixen A70Lf su Porta Mini
APM XWA serie completa
ES 82° 30, 18, 11
PLOSSL Vixen 20 6,3 Tecnosky 9
ES UHC OIII e ND variabile da 2"
Radiant SQML GSO Coma Corr.


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010