1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 24 agosto 2019, 21:07

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: domenica 14 luglio 2019, 10:12 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 23:39
Messaggi: 1054
Località: Roma
Dunque, il nuovo setup prevede un newton 250 F/4 con correttore di coma Wynne Vixen PH. Di questo oggetto è nota la sua distanza dal sensore, 56.5 mm. Ora mi chiedevo, ma se il costruttore consiglia la distanza con una precisione del mezzo millimetro, vuol dire che questa misura è abbastanza critica. Mi immagino anche che questa distanza sia quella ottimizzata per 800 mm (l'oggetto è stato pensato per il newton 200ss), e quindi è da considerarsi ancora valida per 1000 mm? Guardando in rete, ho trovato qualche indicazione su correttori di simile impostazione, tipo:
TS Riccardi 2.5"
800mm: 68mm
1000mm: 69.5mm
TS Optics GPU
800 mm: 53.50 mm
1000 mm: 55 mm
Interpolando questi dati, e dando per valida la supposizione, dovrei aumentare la distanza di 1.3 mm. Ovviamente è un discorso abbastanza scemo, perché il tutto dipende da come è stato interpretato lo schema Wynne nei vari casi. Insomma, lascio la distanza originale (che però potrebbe non essere corretta nel mio caso) o mi azzardo a modificarla?
Altro dubbio.
Tra correttore e sensore ci sarà sempre un filtro da 2 mm di spessore. Ho visto che per un indice di rifrazione ragionevole del vetro, si considera un aumento del cammino ottico di 1/3 dello spessore del filtro.
Quindi, devo estendere ulteriormente la distanza di 0.7 mm per compensare questo spostamento del fuoco?
Dato che devo far realizzare un anello adattatore custom, tanto vale farlo calcolando il tutto con la maggiore precisione possibile.
O sono solo, come dice il titolo, divagazioni filosofiche?
Ciao, Max


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 14 luglio 2019, 12:55 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 9559
Località: Francia Corta (Bs)
Per la mia esperienza, per quanto ho sperimentato io, la distanza del correttore di coma è critica al decimo di millimetro e ogni ottica la vuole personalizzata per se stessa, al di là di tutte le teorie.
:wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 14 luglio 2019, 14:16 
Vendor
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 11 settembre 2006, 8:35
Messaggi: 1269
Località: Codroipo (UD)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Non essendoci un dato dichiarato si è costretti a sperimentare. Direi che è assodato che si debba allontanare un po', io onestamente starei corto partendo dalla distanza originale dichiarata e farei degli spessorini per allontanare all'occorrenza.

Corretto prevedere 1/3 dello spessore del filtro, anche se sarebbe di gran lunga preferibile poter montare anteriormente un filtro m52. Così saresti sicuro di evitare qualsiasi riflesso (il filtro deve essere qualitativamente buono ovviamente).

Ciao

Mauro

_________________

Mauro Narduzzi
Responsabile sezione Astronomia
www.skypoint.it


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 14 luglio 2019, 14:18 
Vendor
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 11 settembre 2006, 8:35
Messaggi: 1269
Località: Codroipo (UD)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Considera cmq che la tolleranza dipende anche da dimensioni sensore e del pixel.

_________________

Mauro Narduzzi
Responsabile sezione Astronomia
www.skypoint.it


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 14 luglio 2019, 14:47 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 23:39
Messaggi: 1054
Località: Roma
Mauro Narduzzi ha scritto:
Corretto prevedere 1/3 dello spessore del filtro, anche se sarebbe di gran lunga preferibile poter montare anteriormente un filtro m52. Così saresti sicuro di evitare qualsiasi riflesso (il filtro deve essere qualitativamente buono ovviamente).

Considera cmq che la tolleranza dipende anche da dimensioni sensore e del pixel.


Certo, mettere un filtro prima del correttore, e non dopo, sarebbe ideale ma è impossibile da gestire da remoto. Con "ci sarà sempre un filtro" intendevo infatti che userò una ruota porta filtri con filtri da 36, per cui, comunque sia, ci saranno sempre due mm di vetro interposti. Il problema dei riflessi dei filtri mi preoccupa non poco, ma non saprei come risolverla a parte comprarne di molto buoni. Dovrei prendere una QHY 163M, che ha una dimensione del chip molto ridotta, per cui il campo fuori asse sarà modesto e questo immagino riduca il problema, visto che il coma è anche funzione della distanza dall'asse ottico.

M.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 16 luglio 2019, 18:08 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 23:39
Messaggi: 1054
Località: Roma
Aggiungo questa informazione che magari può essere utile ad altri.
Mi ha risposto (non è che ci sperassi, e invece) la Vixen giapponese a cui avevo posto il quesito della distanza tra sensore e correttore Wynne PH nel caso di utilizzo con un newton 10".

Thank you for your email.

It is important to keep the distance of 56.5mm between the PH corrector and a CCD focal
plane even if the PH corrector is used with your 10" F/4 Newtonian telescope.

Best regards,
Vixen Co., Ltd.


Quindi niente aumento della distanza, sembrerebbe.

M.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 16 luglio 2019, 20:57 
Vendor
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 11 settembre 2006, 8:35
Messaggi: 1269
Località: Codroipo (UD)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Beh, no... È un principio ottico, checché ne dica Vixen :D . Probabilmente un commerciale (so come funzionano le cose in Giappone :angel:).

Un correttore di Wynne (schema ottico usato dal correttore Vixen) non corregge solo il coma, ma anche riduce l'astigmatismo fuori asse e la curvatura di campo, senza introdurre aberrazione sferica. L'entità del coma dipende dal rapporto focale, mentre astigmatismo e curvatura di campo dipendono dalla lunghezza focale, pertanto la variazione della distanza serve a trovare il compromesso migliore tra le varie aberrazioni da correggere. Più la focale è lunga e più bisogna correggere aumentando leggermente la distanza. Le variazioni solitamente sono abbastanza contenute.

_________________

Mauro Narduzzi
Responsabile sezione Astronomia
www.skypoint.it


Ultima modifica di Mauro Narduzzi il martedì 30 luglio 2019, 13:59, modificato 2 volte in totale.

Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 16 luglio 2019, 21:56 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 23:39
Messaggi: 1054
Località: Roma
Mauro Narduzzi ha scritto:
Beh, no... È un principio ottico, checché ne dica Vixen :D . Probabilmente un commerciale (so come funzionano le cose in Giappone :angel:).

Un correttore di Wynne (schema ottico usato dal correttore Vixen) non corregge solo il coma, ma anche riduce l'astigmatismo fuori asse e la curvatura di campo, senza introdurre aberrazione sferica. L'entità del coma dipende dal rapporto focale, mentre astigmatismo e curvatura di campo dipendono dalla lunghezza focale, pertanto la variazione della distanza serve a trovare il compromesso migliore tra le varie aberrazioni da correggere. Più la focale è lunga e più bisogna correggere aumentando leggermente la distanza. Le variazioni solitamente sono abbastanza contenute.


Penso che farò come hai suggerito tu, partirò dalla distanza teorica consigliata ed aumenterò con degli spessori di 1/2 mm alla volta diciamo fino a 2 mm di incremento totale, la somma dei contributi teorici di filtro e focale.
Grazie assai.

M.


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010