1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 18 settembre 2018, 22:15

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 8 giugno 2018, 8:39 

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2012, 12:53
Messaggi: 69
Tipo di Astrofilo: Visualista
Buongiorno!
Vista la mia necessità di osservare da un balcone molto stretto, sul quale una montatura commerciale non può stare per via dell'eccessiva ampiezza del treppiede, ho dovuto costruire una montatura (o un tentativo di montatura, almeno per il momento :mrgreen: ) con tubi zincati da idraulico.

L'insieme sembra funzionare bene, anche se ritengo necessario rendere più scorrevoli i movimenti delle parti mobili.
Quindi vi chiedo con che prodotto posso rendere più scorrevoli i movimenti di rotazione dei tubi zincati.

Inoltre, vorrei procedere a fissare il telescopio alla flangia (nella figura sotto) nel seguente modo:
- tramite due bulloni e due dadi (forse quattro sono troppi) fisso alla flangia una tavola in legno.
- a questa tavola in legno fisso con delle viti o dei bulloni piccoli una barra tipo vixen lunga.
- alla barra vixen collego gli anelli
- con gli anelli chiudo il tubo ottico.

Secondo voi può funzionare? Ci sarebbero altri metodi migliori secondo voi? :?:
Sarebbe meglio usare un morsetto vixen tipo Baader forse?

Grazie a tutti! :thumbup:


Allegati:
Montatura.jpg
Montatura.jpg [ 94.75 KiB | Osservato 512 volte ]
Flangia.jpg
Flangia.jpg [ 48.29 KiB | Osservato 512 volte ]
FLANGFIL.jpg
FLANGFIL.jpg [ 87.52 KiB | Osservato 512 volte ]

_________________
[size=85]Osservo con:
gli occhi, fondamentalmente, ed alcuni vetri che metto loro davanti. Gli occhiali per il giorno e il telescopio per la notte.
Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 8 giugno 2018, 10:52 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14620
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ricordo benissimo questa "montatura idraulica" avevo salvato la pagina dell'ideatore. ► http://mastrotyler.blogspot.com/2009/02 ... mount.html

Per migliorare (ma ci si deve comunque accontentare) la scorrevolezza si devono fare due cose, essendo raccordi a misura, l'unica è utilizzare il grasso piu denso che trovi e secondo collegare (in qualche maniera) alla flangia di "altezza" (2ª foto) una leva abbastanza lunga (di un buon 50 cm) così da aumentare la leva e vincere piu facilmente l'attrito statico, mentre per la rotazione in azimut (oltre al grasso di cui sopra) cerca di bilanciare il piu possibile (così che la forza applicata sia perlopiù verticale, riducendo al minimo le flessioni trasversali le quali aumenterebbero di molto l'attrito).

Relativamente al collegamento del tubo, eviterei la tavola di legno, hai una flangia già bella e pronta, collegala direttamente alla barra vixen (tramite due dei quattro fori già presenti). In commercio ve ne sono anche di "piene" a cui appunto poter fare fori alla bisogna nel diametro e posizione piu opportuni.
Ad esempio potresti prenderne una piena come questa https://www.skypoint.it/it/slitte-e-bar ... 80-mm.html e fare tu i buchi nella posizione opportuna, oppure prenderne una completamente "asolata" http://shop.tecnosky.it/Articolo.asp?Se ... 80&Score=1 così da non dover nemmeno fare i buchi.
I link sopra si riferiscono a barre da 180/200 mm di lunghezza, ma ovviamente ve ne sono di piu lunghe ► https://www.teleskop-express.it/barre-v ... nosky.html :wink:

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: https://associazioneastronomicamirasole.wordpress.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: venerdì 8 giugno 2018, 11:23 

Iscritto il: martedì 26 dicembre 2017, 11:48
Messaggi: 208
È una costruzione molto elementare e sbrigativa, giusto per sperimentare. Sul piano della funzionalità però lascia a desiderare. A parte la stabilità , la scorrevolezza e la precisione alquanto precarie, la rotazione in azimuth avviene sul filetto che in sostanza è una spirale. Spostando il telescopio sull'orizzonte si ha un sollevamento o un abbassamento sul piano di diversi millimetri; altrettanto avviene sul piano della declinazione. Detta così sembra poca cosa, ma è più che sufficiente a fare uscire l'oggetto puntato dal campo dell'oculare ad ogni più piccolo spostamento durante l'inseguimento.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 8 giugno 2018, 11:33 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14620
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
E' un'altazimutale in stile Giro, ne ho fatta una anche io, la "deriva" dx-sx per il movimento in altezza (da 0° a 90°) sulla filettatura dei tubi da 1,5" è di circa 2 mm e circa il doppio per quella in azimut, tranquillamente correggibile in manuale, io fino a 120/140x non ho trovato particolari problemi di puntamento/inseguimento (è naturale che la si debba utilizzare ad ingrandimenti consoni alla "classe" della montatura); ribadisco che è fondamentale per la movimentazione, la leva "lunga".

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: https://associazioneastronomicamirasole.wordpress.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: venerdì 8 giugno 2018, 12:45 

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2012, 12:53
Messaggi: 69
Tipo di Astrofilo: Visualista
@ Angelo Cutolo grazie mille per i suggerimenti! :ook: A questo punto penso che farò fare una piastra in acciaio di pochi mm dal fabbro, imbullonata alla flangia. Potrei far fare una piastra di forma circolare, così da avere poi varie posizioni di attacco per gli anelli del tubo ottico. Se infatti la flangia avesse una dimensione principale unica (cioè fosse un rettangolo) avrei un unica posizione di aggancio per gli anelli.
@ Renato C Condivido le tue considerazioni e ti ringrazio. Preciso che una soluzione di questo tipo, sebbene grezza, è l'unica che mi permette di poter osservare dal casa. Il balcone è infatti largo meno di un metro. Anche riuscendo a trovare una montatura che abbia il treppiede che, totalmente aperto, rimanga nelle dimensioni del balcone, mi troverei ad avere il telescopio "incernierato" al centro del balcone stesso. In tal modo però, non avrei modo di usare il rifrattore a mia disposizione. Chiaro che montature più costose danno un risultato migliore.

_________________
[size=85]Osservo con:
gli occhi, fondamentalmente, ed alcuni vetri che metto loro davanti. Gli occhiali per il giorno e il telescopio per la notte.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 10 luglio 2018, 12:38 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 1 novembre 2007, 11:12
Messaggi: 1316
Località: da qualche parte in pianura padana
colonna ...
quel coso mi pare inusabile


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 10 luglio 2018, 20:55 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14620
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
L'idea della colonna non è da scartare, ma non quella classica (visto che i tre necessari appoggi di fatto occuperebbero quasi come un treppiede), ma una che si possa fissare direttamente alla righiera o addirittura (come hanno fatto altri) fissare direttamente una flangia sulla ringhiera, a cui poi si fisserà la testa.

Com'è fatto il tuo balcone, ha la classica ringhiera metallica, il "muretto" od altro?

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: https://associazioneastronomicamirasole.wordpress.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 1 agosto 2018, 16:25 

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2012, 12:53
Messaggi: 69
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ciao a tutti!
Grazie per i vostri consigli/commenti! :D
A che punto sono? Ho fatto fare la piastra in alluminio da imbullonare alla flangia. A questa piastra collegherò il telescopio, con degli anelli di diametro interno di poco più di 90 mm, oppure attraverso delle fascette in plastica.

Detto ciò, vorrei ricordare a tutti i motivi alla base di questa autocostruzione:
-economico: chiaramente, una colonna sarebbe stata meglio, ma anche più costosa; visto il tempo a disposizione al momento, non ho intenzione di investire troppo denaro in questa attività. Detto ciò, rispetto chi può permettersi il meglio.
-spazio-leggerezza: il tutto fino ad ora pesa molto poco, ed è spostabile con un solo braccio, senza problemi.

@Angelo Cutolo: il mio balcone ha il parapetto in acciaio. Sei un pozzo di informazioni molto utili. Grazie

@LorenzoS: quel coso mi pare inusabile. :rotfl: https://www.cloudynights.com/topic/5823 ... ipe-mount/. :rotfl:

Sostengo, inoltre, che sia molto istruttivo costruire qualcosa ed impegnarsi per farlo funzionare. Se la montatura funzionerà con il mio 90/900, avrò risolto un problema con meno di 100 euro. Se non funzionerà, proverò con il 70/400. Se non funzionerà ancora, farò i dovuti cambiamenti.

Buona giornata

_________________
[size=85]Osservo con:
gli occhi, fondamentalmente, ed alcuni vetri che metto loro davanti. Gli occhiali per il giorno e il telescopio per la notte.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 1 agosto 2018, 19:09 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14620
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
flyinglegor ha scritto:
@Angelo Cutolo: il mio balcone ha il parapetto in acciaio.

Se la ringhiera è qualcosa di simile a questa http://www.avogadriroberto.it/wp-conten ... F19381.jpg potresti fissare la parte di montatura (dopo aver smontato i "piedi") che fa da colonna ad uno dei longheroni verticali tramite un buon numero di fascette (di dimensioni congrue), in questo modo avresti il tutto aderente al parapetto, recuperando così spazio per il "brandeggio".

Anche se non esteticamente il massimo, la soluzione sarebbe solida e soprattutto reversibile (con un tronchesino e cosa di un minuto togliere le fascette).

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: https://associazioneastronomicamirasole.wordpress.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 2 agosto 2018, 14:57 

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2012, 12:53
Messaggi: 69
Tipo di Astrofilo: Visualista
Grazie per l'idea. In realtà ci avevo già pensato. Ho però osservato che il parapetto in acciaio che costituisce la ringhiera vibra con tempi di smorzamento molto lunghi ad ogni urto contro di esso. Tempi molto lunghi dovuti al fatto che la balconata è continua e il parapetto non ha soluzione di continuità con gli appartamenti dello stesso piano. Non ha una struttura come un muro a distanze regolari che possa assorbire le vibrazioni.
E' vero che neppure la mia "montatura" è esente da vibrazioni, ma esse hanno un tempo di smorzamento molto minore. Nel caso in cui la rendessi solidale con il parapetto, ogni vibrazione di quest'ultimo avrebbe effetto anche sulla montatura.
Il problema si potrebbe risolvere ponendo un materiale isolente tra la montatura e il parapetto in acciaio, in modo che non si trasmettano le vibrazioni.
Proverò.
Grazie intanto

_________________
[size=85]Osservo con:
gli occhi, fondamentalmente, ed alcuni vetri che metto loro davanti. Gli occhiali per il giorno e il telescopio per la notte.


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010