1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è lunedì 22 ottobre 2018, 19:44

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 23 agosto 2018, 10:12 

Iscritto il: martedì 28 agosto 2012, 21:52
Messaggi: 166
Ciao a tutti.
Ho una domanda.
Secondo voi è possibile usare una camera SBIG della vecchia serie ST che ha solo uscita l'uscita USB trasformando questa uscita il porta LAN accessibile quindi da remoto attaccandola direttamente ad un router?
So che esistono dei convertitori da USB a LAN, ma penso servano solo per creare una porta di rete su dispositivi come PC portatili o altro che non ce l'hanno di serie.
In questo caso vorrei convertire la porta USB della camera in porta di rete LAN accessibile da remoto.
Pensate sia impossibile?


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 23 agosto 2018, 10:26 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 6 maggio 2008, 11:59
Messaggi: 8757
Località: San Francesco al Campo [TO]
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Allora, sapevo che esistevano delle porcherie come queste ma ho fatto fatica a trovare un modello ancora in vendi, indi: è stato un fallimento.

Mio modesto parere da possessore di una ST-8XME e di una ST-2000XCMI: la tua idea è malasana. Meglio prendere un piccolo computer, o un vecchio portatile (basta una ASUS EEEPC900) e piazzalo vicino all'attrezzatura: accederai poi al PC tramite remote desktop.

_________________
Simone Martina
(a.k.a. gaeeb)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Gruppo Astrofili Edward Emerson Barnard
Home Page: www.gaeeb.org
Facebook: facebook.com/gaeeb
Twitter: twitter.com/gaeeb_org

autocostruttite.wordpress.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 23 agosto 2018, 10:36 

Iscritto il: martedì 28 agosto 2012, 21:52
Messaggi: 166
Il PC in locale ce l'ho già, ma in questo modo sono sempre vincolato alla sua accensione, interfacciamento con TeamViewer o roba del genere.
Senza considerare che a volte quel pc fa i capricci e non parte (non ho ancora capito perché).
Se invece la camera, fosse in rete potrei usare qualunque PC.

In questo modo potrei usare tutto da remoto da qualunque PC, cosa che già faccio per tutti i servizi come apertora e chiusura osservatorio, puntamento montatura ecc... tranne appunto la gestione della CCD che mi vincola ad usare un PC in loco.

Comunque anche io la vedo dura poiché quelle camere non nascevano per questo tipo di utilizzo da, remoto quindi probabilmente subentrerebbero problematiche di velocità di trasferimento dati, sincronismo di comandi ecc...


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 23 agosto 2018, 11:00 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 6 maggio 2008, 11:59
Messaggi: 8757
Località: San Francesco al Campo [TO]
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Goldrake71 ha scritto:
Senza considerare che a volte quel pc fa i capricci e non parte (non ho ancora capito perché).
Scusa la banalità del mio commento, ma: cambia PC.

Attaccato alla colonna avevo un minipc che periodicamente dava problemi: aveva Windows XP, stando all'aperto sempre l'elettrolitico dei condensatori evaporava (una volta all'anno dovevo dissaldarli e sostiuirli), a volte si inchiodava tutto.

Da quando ho l'osservatorio ho messo un PC nuovo (neanche tanto, un HP DC4800) con due dischi in RAID1, il tutto sotto UPS. Lo accendo tramite Wake On Lan (e tieni conto che l'osservatorio è connesso tramite un ponte wireless fatto con due Mikrotik) e ci accedo da ovunque con poco sbattimento.
Goldrake71 ha scritto:
quindi probabilmente subentrerebbero problematiche di velocità di trasferimento dati, sincronismo di comandi ecc...
Condivido la stessa preoccupazione.

_________________
Simone Martina
(a.k.a. gaeeb)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Gruppo Astrofili Edward Emerson Barnard
Home Page: www.gaeeb.org
Facebook: facebook.com/gaeeb
Twitter: twitter.com/gaeeb_org

autocostruttite.wordpress.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 23 agosto 2018, 11:26 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 23 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 7726
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Mi pare un ottimo modo per andarsi a cercare guai.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 23 agosto 2018, 11:32 

Iscritto il: martedì 28 agosto 2012, 21:52
Messaggi: 166
Anche noi abbiamo un pc desktop dentro una casetta di legno da giardino sotto UPS e lo accendiamo da remoto, ma a quanto pare anche nel nostro caso i condensatori stanno partendo.
Il PC ha funzionato regolarmente per circa un anno poi ha iniziato ad avviarsi solo quando pare a lui. Spesso non da alcun cenno di vita.
I condensatori dei quali parli sono nell'alimentatore o sulla scheda madre?

Mi sa che anche dentro la casetta di legno l'umidità alla lunga danneggi i condensatori.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 23 agosto 2018, 11:42 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 6 maggio 2008, 11:59
Messaggi: 8757
Località: San Francesco al Campo [TO]
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Nel mio caso erano i condensatori della scheda madre: sappi che la sostituzione è un lavoraccio schifosissimo. Un po' di aiuto mi è arrivato acquistando il dissaldatore pneumatico ma, sopratutto la prima volta, le piastre sono verniciate per renderle resistenti all'umidità: questo trattamento è una specie di flatting molto difficile da rimuovere, a volte per cercare di scaldare a sufficienza lo stagno le piste si staccano.

Insomma, non è un lavoro per chi non è pratico di saldature.

L'elettronico dei condensatori evapora per il calore, non per l'umidità. A volte un condensatore sembra perfetto visto da fuori ma non avendo più elettrolitico non funziona più. L'umidità li fa arrugginire o gonfiare.

Concordo con Ivaldo, naturalmente.

_________________
Simone Martina
(a.k.a. gaeeb)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Gruppo Astrofili Edward Emerson Barnard
Home Page: www.gaeeb.org
Facebook: facebook.com/gaeeb
Twitter: twitter.com/gaeeb_org

autocostruttite.wordpress.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 23 agosto 2018, 11:54 

Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 14:33
Messaggi: 1638
Località: Termoli (CB) Italy
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Mi sembra che di questo argomento se ne sia già parlato e che si è arrivati alla conclusione che sebbene esistano delle schede (sicuramente non quelle sopra postate), la migliore soluzione sia quella di due pc, uno server e di uno client, da collegare tra di loro.
In altre discussioni si sta parlando di utilizzare il Raspberry, per contenere spazio, peso e consumo.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 23 agosto 2018, 12:19 

Iscritto il: martedì 28 agosto 2012, 21:52
Messaggi: 166
Simone Martina ha scritto:
Nel mio caso erano gli alimentatori della scheda madre: .


Noi abbiamo sostituito anche l'alimentatore, ma il problema resta immutato. Parte solo quando pare a lui, altrimenti non da alcun cenno di vita.
Se il problema non è l'umidità, ma il calore posso dire che d'estate nella casetta la temperatura qualche volta sarà certamente intorno ai 45°, ma non so se sia preoccupante questo valore.
Abbiamo però trovato dentro al case del pc tracce di escrementi di topo... forse l'urina del topo è finita sulla scheda madre ed ha corrotto alcuni condensatori che adesso lavorano in modo non corretto, magari con valore di capacità cambiata.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 23 agosto 2018, 13:45 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 6 maggio 2008, 11:59
Messaggi: 8757
Località: San Francesco al Campo [TO]
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Volevo scrivere "condensatori" non "alimentatori".

Goldrake71 ha scritto:
Abbiamo però trovato dentro al case del pc tracce di escrementi di topo... forse l'urina del topo è finita sulla scheda madre ed ha corrotto alcuni condensatori che adesso lavorano in modo non corretto, magari con valore di capacità cambiata.
Ok, se sei in grado di fare un'operazione rischiosa: smonta la schema madre, togli tutti i dissipatori e le schede accessorie (compreso processore e RAM), lava tutto con acqua e sapone dei piatti, risciacqua con acqua distillata e fai asciugare perfettamente. Se il problema è una contaminazione esterna, così la risolvi.

Una curiosità: come fanno i topi ad entrare nel case di un PC? Posso capire gli insetti...

_________________
Simone Martina
(a.k.a. gaeeb)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Gruppo Astrofili Edward Emerson Barnard
Home Page: www.gaeeb.org
Facebook: facebook.com/gaeeb
Twitter: twitter.com/gaeeb_org

autocostruttite.wordpress.com


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010