1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è venerdì 22 giugno 2018, 22:07

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 50 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: domenica 18 febbraio 2018, 8:52 
Vendor
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2015, 23:52
Messaggi: 709
Località: Provincia di Treviso
Tipo di Astrofilo: Visualista
Io li trovo a 7 euro su aliexpress e pur avendo una lente di plastica sono ottimi. Su questo piccolo rifrattore (usato come cercatore) vanno benissimo in quanto forniscono un buon campo e i giusti ingrandimenti. Li uso con soddisfazione anche sul binoscopio da 127mm..per quello che costano fanno anche troppo! :wink:

Ps. Ho costruito il binoscopio con tubi di alluminio solo perche non ho trovato tubi in pvc del giusto diametro.. :wink:

_________________
R.E.E.G.O. inventor


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 18 febbraio 2018, 13:56 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14379
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
giacampo ha scritto:
Ottimo lavoro Carlo, io il mio acro da 127mm l'ho costruito allo stesso modo, con gli stessi tubi in pvc.
Qualcuno potrebbe storcere il naso, ma il pvc funziona benissimo ed è leggero.
Ovviamente, date le dovute differenze di peso col 127mm, per rafforzare il tubo, ne ho inserito un altro all'interno, ricavandolo dallo stesso tubo originario.
Vista la leggerezza e i risultati, non mi spiego come non costruiscano tele così.

Perché strutturalmente come materiale fa pena dal punto di vista delle flessioni (ha un modulo di elasticità 85 volte inferiore all'acciaio e 28 volte inferiore all'alluminio), quindi può andare bene per tubi corti e tozzi come mak, SCT, newton e rifrattori "corti", ma malissimo per tutti gli altri, tu stesso scrivi che per rinforzare il tubo ne hai dovuto inserirne uno dentro l'altro per aumentare lo spessore e questo su un compattissimo mak 127, per tubi un po piu "snelli" le flessioni sarebbero tali da rendere lo strumento incollimabile, oppure il tubo dovrebbe avere un tale spessore che il peso totale sarebbe ben superiore a quello di un tubo in alluminio od acciaio (infondo il peso specifico del PVC è solo poco piu della metà di quello dell'alluminio).

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: https://associazioneastronomicamirasole.wordpress.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 18 febbraio 2018, 14:49 
Vendor
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2015, 23:52
Messaggi: 709
Località: Provincia di Treviso
Tipo di Astrofilo: Visualista
Meglio un tubo in plastica collimato che tanta porcheria metallica che vendono a caro prezzo..e ovvuamente scollimata..tanto..chi se ne accorge...

Scusa lo sfogo Angelo ma ne ho viste troppe..a cosa serve avere un rifrattore in titanio se poi te lo assemblano alla meno peggio e non verificano minimamente la collimazione? Il mio tubetto in pvc fara' schifo a vedersi ma fidati che e' collimatissimo e per i 18 euro che l'ho pagato fornisce immagini piu' che ottime.. su 5/6 rifrattori che ho acquistato non ce n'era uno di collimato. Stessa cosa dicasi per altri rifrattori su cui ho messo occhio (e non posso dire dove..)..ma tutta roba pronta per la vendita..

Poi e' ovvio che se devo intubare un rifrattore lungo e stretto, evito la plastica che sicuramente flette..ma per un cercatorino da trenta cm..un pvc da 63mm con spessore 3 mm va non bene di piu'!

_________________
R.E.E.G.O. inventor


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 18 febbraio 2018, 19:18 

Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 14:33
Messaggi: 1556
Località: Termoli (CB) Italy
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Tra le qualità del pvc citerei: il minor peso di un uguale tubo in alluminio, anche se con doppio tubo, come ho fatto io (la montatura e la schiena ringraziano); maggiore reperibilità, in quanto i tubi li puoi trovare in un qualsiasi negozio di edilizia, mentre un uguale tubo in alluminio è difficile da trovare ( me ne sono accorto quando ne cercavo uno proprio per intubare l'acro da 127mm); poi l'enorme sproporzione del prezzo, in quanto mi è costato solo 10 euro o giù di lì; maggiore lavorabilità, non occorrendo ne' tanto tempo, ne' molte forze; facilità nel reperire tappi, paraluce ed altri accessori, ecc. ecc.
Finora ho intubato il 127mm acro e un 80mm ED e se dovessi farne un altro, saprei cosa scegliere.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 18 febbraio 2018, 19:35 
Vendor
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2015, 23:52
Messaggi: 709
Località: Provincia di Treviso
Tipo di Astrofilo: Visualista
Io ho intubato il bino da 127mm con l'alluminio standard da 130 esterno e pareti da 3mm. Forse con quello riuscivi..io non l'ho fatto in pvc perche i tubi hanno standard 125 o 140mm esterno

_________________
R.E.E.G.O. inventor


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 18 febbraio 2018, 23:08 

Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 14:33
Messaggi: 1556
Località: Termoli (CB) Italy
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Infatti, l'ho intubato col 125, che entrava giusto giusto dentro la cella, sembrava fatto apposta.
L'80mm, invece, che avevo fatto un annetto prima, è entrato con tutta la cella dentro il bicchiere del tubo, cioè nella parte del raccordo del tubo stesso.
Ormai sono più di tre anni che ho autocostruito il 127 e qualcosa di più l'80.
Li ho provati sotto diversi climi e stagioni.
Il più piccolo lo uso per le foto, quello grande per il visuale, perché mi piace molto come rende sui pianeti e profondo cielo.
Ho dovuto ridurre il tubo più volte, perché col diagonale non andava fuoco, avendoci montato un focheggiatore elicoidale con poco back focus. Originariamente avevo calcolato la lunghezza del tubo per il solo fotografico.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 19 febbraio 2018, 19:15 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14379
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
@giacampo.
Il PVC ha un peso specifico di 1,4 g/cm³ l'alluminio 2,7 g/cm³, ma il modulo di elasticità del primo è 2.600 N/mm² contro i 70.000 N/mm² del secondo, questo vuol dire che per avere lo stesso momento d'inerzia, lo spessore di un tubo in PVC deve essere circa 5 volte quello dello stesso tubo ma in alluminio, e quindi a parità di dimensioni e di capacità strutturale il tubo in PVC peserebbe circa 2,5 volte in piu di un omologo in alluminio.
Naturalmente c'è anche il PVC-C con modulo di 3.500 N/mm² con peso s. 1,55 g/cm³ ma si và su ben altri costi.

Carlo Rigo ha scritto:
Scusa lo sfogo Angelo...

Infatti il tuo sfogo onestamente non lo capisco, mica ho criticato il tuo cercatore, ho quotato la parte di cui era mio interesse rispondere ed ho argomentato del perché il PVC come elemento strutturale non è assolutamente adatto per intubare telescopi (poi se quelli che construiscono telescopi in titanio, li fanno scollimati, son capre loro che non sanno lavorare, mica è colpa del titanio), tanto è vero che alla fine hai concluso sostanzialmente nella stessa maniera in cui ho concluso il mio precedente intervento, quindi onestamente trovo lo sfogo indirizzato nella direzione sbagliata. :roll:

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: https://associazioneastronomicamirasole.wordpress.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 19 febbraio 2018, 19:58 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:41
Messaggi: 21301
Ragazzi, capisco che ormai tutto è un'opinione ed ognuno si sente in diritto di contestare tutto. Ma la scienza (anche quella dei materiali) non è democratica e il parere di chi l'ha studiata e conosce non vale quanto quello di chi studia all'università della vita. Ps in generale eh! Mi riferisco al "clima" che si respira ormai sul web, per quanto ne so marco rigo e Giacampo potrebbero essere anche nobel per la fisica dei materiali ;)

_________________
qa'plà!


Ultima modifica di tuvok il lunedì 19 febbraio 2018, 20:20, modificato 1 volta in totale.

Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 19 febbraio 2018, 20:15 
Vendor
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2015, 23:52
Messaggi: 709
Località: Provincia di Treviso
Tipo di Astrofilo: Visualista
Angelo ho solo reagito ad una affermazione che dal mio punto di vista non e' corretta. Non bisogna dire a prescindere che il pvc 'fa schifo' come materiale o che non e' adatto a intubare telescopi. Va solo impiegato nel modo giusto. Se devo sostenere una lentina da 62mm del peso di neanche 100 grammi, un tubo di pvc da 63mm e spesso 3 e' fin troppo sovradimensionato. Il risultato finale e' un cercatorino prestante e molto leggero. Trovo piu' scandaloso che la cella dello specchio primario del mio dobson sia sorretta in toto da un lamierino dello spessore di 6/10 che si piega a guardarlo. E' uno skywatcher..non roba artigianale. Ripeto..non userei nemmeno io il pvc per intubare un f15..le flessioni sarebbero avvertibili e incontrollabili. :wink: nessuna polemica sia chiaro.. :thumbup:

_________________
R.E.E.G.O. inventor


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 20 febbraio 2018, 11:07 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14379
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Carlo scusa, ma allora vuol dire che non leggi bene i post degli altri, riporto integralmente quanto scritto precedentemente evidenziando quanto sembra ti sia sfuggito...
Angelo Cutolo ha scritto:
Perché strutturalmente come materiale fa pena dal punto di vista delle flessioni (ha un modulo di elasticità 85 volte inferiore all'acciaio e 28 volte inferiore all'alluminio), quindi può andare bene per tubi corti e tozzi come mak, SCT, newton e rifrattori "corti", ma malissimo per tutti gli altri, tu stesso scrivi che per rinforzare il tubo ne hai dovuto inserirne uno dentro l'altro per aumentare lo spessore e questo su un compattissimo mak 127, per tubi un po piu "snelli" le flessioni sarebbero tali da rendere lo strumento incollimabile, oppure il tubo dovrebbe avere un tale spessore che il peso totale sarebbe ben superiore a quello di un tubo in alluminio od acciaio (infondo il peso specifico del PVC è solo poco piu della metà di quello dell'alluminio).

Quindi non mi sembra di aver scritto alcuna inesattezza.

Per il resto si possono fare verifiche in proprio anche senza essere geometri o ingegneri, i moduli di elasticità dei materiali e i calcoli ad elementi finiti per tubi a sezione circolare si trovano in rete e lo schema statico di un tubo vincolato da due anelli è riconducibile grossomodo a questo il cui carico è solo quello del peso proprio (ai cui estremi andrebbero aggiunti due ulteriori carichi concentrati a simulare la cella ed il focheggiatore)...
Immagine
Da questo puoi calcolare la "freccia" che ti dice di quanto si flette un elemento di date dimensioni, data forma e dato materiale, da tale risultato con la trigonometria potrai calcolare di quale angolo gli estremi del tubo serebbero "fuori centro".

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: https://associazioneastronomicamirasole.wordpress.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 50 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010