1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 17 ottobre 2017, 6:38

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 29 settembre 2017, 16:19 

Iscritto il: domenica 4 marzo 2007, 16:02
Messaggi: 1180
Località: Genova/Varese
Ciao a tutti,
quando approntai il mio capanno, scelsi un modo semplice ed economico di pavimentarlo: lastroni di cemento (tipo quelli da giardino) da 50 x 50 cm posati su uno strato di sabbia fine di circa 2 cm. Economico, funzionale e "reversibile". Questa soluzione però ha un problema, della cui serietà mi sono accorto solo recentemente.

La sabbia, pur avendo ottime proprietà e conferendo stabilità ai piastroni, mantiene sempre l'umidità e, arrivando a contatto anche con i montanti della struttura, sta creando della ruggine proprio in un punto delicatissimo: alla base dei suddetti montanti in ferro. Allora ho dovuto rimuovere tutto (piastroni + sabbia) e giusto in questi giorni ho grattato accuratamente la ruggine le basi dei montanti che ripitturerò con vernici opportune.

Passo successivo: ripensare la pavimentazione. Il vincolo, per questioni economiche, è mantenere i piastroni, ma non metterli più sulla sabbia, ma su supporti di plastica fatti apposta tipo quello raffigurato nell'immagine allegata. Questa soluzione è molto economica, lascia circolare l'aria così da mantenere tutto asciutto, e garantisce sempre accessibilità in qualunque punto della soletta e dei montanti. I supporti sono fatti in modo da mantenere una "fuga" di larghezza costante fra i piastrelloni.

L'unico, grosso svantaggio è che si crea uno spazio vuoto tra piastrelloni e soletta, in un capanno circondato da un giardino. Il che significa una cosa: nella bella stagione, invasione di insetti striscianti (ragni, formiche, bacherozzi, ecc...) di qualunque forma, tipo e specie.

Quindi il consiglio che vi chiedo è: esiste un modo per mantenere libera dagli insetti quella "intercapedine"? Io pensavo ad applicazioni periodiche di un qualche insetticida, ma vorrei qualcosa di lunga durata e che non richiedesse di alzare i piastrelloni ogni santa volta.

Grazie in anticipo a chi vorrà proporre qualche idea/suggerimento ;-)


Allegati:
disco-fisso.jpg
disco-fisso.jpg [ 11.63 KiB | Osservato 295 volte ]

_________________
Emmanuele Sordini
- ° -
Sito Internet personale: http://www.bloomingstars.com
Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: venerdì 29 settembre 2017, 19:23 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13699
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Potresti postare una foto del pavimento senza lastroni?
Pensavo all'applicazione tra rialzi e lastroni di una rete in maglia metallica fitta (ne ho viste con "passo" da zanzariera nikelate da esterni), opportunamente giuntata ai bordi esterni del capanno e della colonna centrale, ma senza immagini non so se fattibile o quantomeno semplice da realizzare.

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Bresser/lidl 10x50, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 1 ottobre 2017, 15:14 

Iscritto il: giovedì 21 gennaio 2016, 14:23
Messaggi: 148
Io a pavimento non userei piastre di plastica di nessun tipo, a causa sia dei loro anfratti colonizzabili e sia del loro grande infragilimento con il tempo il freddo e l'umidità, che le degrada "idrolizzandole".

Dalla mia esperienza lavorativa metallurgica, metterei a terra una bella piastra da 10mm di ferraccio oppure acciaio al carbonio di tipo Cor-ten nel suo grado più economico "A", che avendo una resistenza alla trazione di 49kg per mm quadrato, è meglio dell'inox ferritico, il quale diventa fragile col freddo...(provate a togliere il ghiaccio dal freezer con un coltello inox da cucina e vedrete che appena freddo si romperà di netto alla minima sollecitazione).

Il Cor-ten si usa senza alcuna verniciatura e si arrugginisce fino ad uno spessore massimo di ossidio di 5 centesimi di mm, dopodichè rimane autoprotetto in eterno.

Tanto per dare una idea: Il Cor-ten è utilizzato nelle grandi sculture (es: grandi croci dei cimiteri, come il Torino 2), in agricoltura (pali per i vigneti) e per esempio in tutti i guard rail dell'autostrada del berennero, i quali che si vedono arrugginiti, ma non si tratta di incuria, essendo la loro autoprotezione naturale causata dalla presenza nella colata dell'acciaio di una quantità di rame che va dallo 0.25 al 0.55%.

(In azienda mettevo molte piastre sottili di spessoramento a pacco sotto alcuni macchinari, oppure lo acquistavo in tagli su misura e spessori fino dieci centimetri per ganci a C di movimentazione coils da 10 Ton presso Acciai Di Qualità di Vignole Borbera (AL)

_________________
WWW.GRATTAVETRO.IT, blog del fai da te astronomico


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 3 ottobre 2017, 21:50 

Iscritto il: domenica 4 marzo 2007, 16:02
Messaggi: 1180
Località: Genova/Varese
Angelo Cutolo ha scritto:
Potresti postare una foto del pavimento senza lastroni?
Pensavo all'applicazione tra rialzi e lastroni di una rete in maglia metallica fitta (ne ho viste con "passo" da zanzariera nikelate da esterni), opportunamente giuntata ai bordi esterni del capanno e della colonna centrale, ma senza immagini non so se fattibile o quantomeno semplice da realizzare.

Ecco in allegato due immagini. La prima mostra un angolo del pavimento "nudo" (cioè con sabbia e piastrelloni rimossi): si tratta di una soletta di cemento armato non isolata e dalla superficie abbastanza grezza. I montanti in ferro scatolato da 60 mm di lato e 5 mm di spessore, non zincato (perciò necessitano di controllo e manutenzione periodici) e sono interni alla struttura realizzata in pannelli coibentati da 40 mm di spessore. Tutta la struttura è rinforzata da due coppie di "traverse", una che sta in alto (e su cui scorre il tetto), e una, qui raffigurata, ancorata in basso ad un'altezza da terra di circa 7-8 cm.

La seconda foto mostra il dettaglio del piede di un montante che poggia sulla soletta, con i due "traversi" che si dipartono a destra e a sinistra. L'angolo ovviamente è di 90 gradi :-)


Allegati:
dettaglio_pavimento.jpg
dettaglio_pavimento.jpg [ 206.99 KiB | Osservato 161 volte ]
dettaglio_montante.jpg
dettaglio_montante.jpg [ 209.06 KiB | Osservato 161 volte ]

_________________
Emmanuele Sordini
- ° -
Sito Internet personale: http://www.bloomingstars.com
Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 3 ottobre 2017, 22:02 

Iscritto il: domenica 4 marzo 2007, 16:02
Messaggi: 1180
Località: Genova/Varese
GiulioT ha scritto:
Io a pavimento non userei piastre di plastica di nessun tipo, a causa sia dei loro anfratti colonizzabili e sia del loro grande infragilimento con il tempo il freddo e l'umidità, che le degrada "idrolizzandole".

Sarà come dici tu, ma allora perché li offrono addirittura per pavimenti posti all'aperto? Questi supporti esistono anche in versione basculante, molto più costosa e adatta a superfici irregolari. Però anche questi sono in plastica, quindi potenzialmente hanno gli stessi problemi di invecchiamento. Diciamo che almeno quelli che vorrei mettere io starebbero al chiuso, costano pochissimo (tipo un euro l'uno) e si cambiano facilmente.

GiulioT ha scritto:
Dalla mia esperienza lavorativa metallurgica, metterei a terra una bella piastra da 10mm di ferraccio oppure acciaio al carbonio di tipo Cor-ten nel suo grado più economico "A", che avendo una resistenza alla trazione di 49kg per mm quadrato, è meglio dell'inox ferritico, il quale diventa fragile col freddo...(provate a togliere il ghiaccio dal freezer con un coltello inox da cucina e vedrete che appena freddo si romperà di netto alla minima sollecitazione).

L'idea è davvero bella, ma temo di realizzazione molto difficile. Una piastra liscia non basta: i supporti devono essere dotati di "pioli" che si alzano (v. immagine originariamente postata), i quali regolando lo spessore delle fughe stabilizzano la posizione del piastrellone. Non sono certamente capace di farmi questi supporti in acciaio, e men che meno ho idea se ci sia qualcuno che li fabbrichi...

_________________
Emmanuele Sordini
- ° -
Sito Internet personale: http://www.bloomingstars.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 4 ottobre 2017, 11:24 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 12 ottobre 2006, 9:32
Messaggi: 3922
Località: Lendinara (RO)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao Emanuele.

Quei supporti in plastica che tengono galleggianti le piastre di ghiaino lavato li avevo anche io in terrazza, l'unica parte che spunta solo le 4 linguette che separano le piastre il resto rimane nascosto sotto la piastra.

Le mie non hanno avuto alcun tipo di invecchiamento, ma erano statiche nel senso che a parte la piastra di ghiaino lavato ed il peso del sottoscritto non avevo altre sollecitazioni, permettevano il deflusso dell'acqua senza problemi. Cimici ed altri insetti si insediano facilmente anzi trovano un vero riparo.

Non ho capito come vorresti separare i piedini dal pavimento e che tipo di materiale vorresti mettere per evitare che i piedini arrugginiscano. Prova a spiegarti meglio.

Carlo

_________________
Carlo Martinelli StarNavigator Astronomical Observatory - Cell. 347/7902337 - E.Mail astronomia@carlomartinelli.net - Home Page http://www.carlomartinelli.net

Binocoli: Astrotech 25x100 Binoview 20x80 Meade 10x50 Sky Quality Meter: SQM-L/SQM-LE
Telescopi: Astrografo Veloce Meade LXD55 10" F4 - Takahashi FS102 Apo Fluorite, Takahashi FS60C Apo Fluorite, MTO 100/1000 F10/F7 TecnoSky 60/228
Sensori: 2 Orion StarShot Pro DSCI, Canon EOS 450D Baaderized COOLED-BOX-Peltier Controller - StarLight Lodestar Guider
Montatura: 10Micron GM2000 QCI (Red Passion)


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 4 ottobre 2017, 12:30 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13699
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
A giudicare dalle immagini non penso ci sia alcun problema, si piazzano i rialzi plastici e poi si stende la rete metallica (due esempi veloci di rete trovati sul web https://www.modulor.de/en/wire-mesh-sta ... xible.html https://www.modulor.de/en/wire-mesh-sta ... xible.html con maglia stile zanzariera), questa la puoi posare sopra i rialzi, si puo piegare a mano sui bordi del casotto e posare le piastre, non mi sembra che sia un problema nemmeno tagliare le reti a misura usando delle tronchesine da girdinaggio.


Ps.: Trovato anche questo sito italiano http://www.archiexpo.it/fabbricante-arc ... 32089.html è da vedere se ne hanno una a maglia abbastanza stretta.

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Bresser/lidl 10x50, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 4 ottobre 2017, 14:26 

Iscritto il: domenica 4 marzo 2007, 16:02
Messaggi: 1180
Località: Genova/Varese
Carlo.Martinelli ha scritto:
Quei supporti in plastica che tengono galleggianti le piastre di ghiaino lavato li avevo anche io in terrazza, l'unica parte che spunta solo le 4 linguette che separano le piastre il resto rimane nascosto sotto la piastra.
Le mie non hanno avuto alcun tipo di invecchiamento, ma erano statiche nel senso che a parte la piastra di ghiaino lavato ed il peso del sottoscritto non avevo altre sollecitazioni, permettevano il deflusso dell'acqua senza problemi.

Immaginavo che durassero abbastanza, altrimenti non lo proporrebbero per esterni.
Carlo.Martinelli ha scritto:
Cimici ed altri insetti si insediano facilmente anzi trovano un vero riparo.

Questo è appunto il mio problema: voglio mettere i supporti, ma allo stesso tempo voglio impedire agli insetti di installarvisi. Temo che la soluzione più semplice sia applicare periodicamente (diciamo almeno un paio di volte al mese durante la bella stagione) dell'insetticida in polvere ai bordi e tra le fughe.

Carlo.Martinelli ha scritto:
Non ho capito come vorresti separare i piedini dal pavimento e che tipo di materiale vorresti mettere per evitare che i piedini arrugginiscano. Prova a spiegarti meglio.

Intendi i piedi dei montanti come quello nella foto che ho messo? Per quelli non c'è niente da fare, purtroppo ormai sono ancorati alla soletta senza essere stati pre-verniciati o rivestiti, perciò sono per forza destinati ad arrugginire nel tempo. L'unica cosa che posso fare ricoprire almeno le parti accessibili di N mani di vernice, ma il lato posto a contatto con la soletta, non essendo isolata, rimane per forza esposto a corrosione.

_________________
Emmanuele Sordini
- ° -
Sito Internet personale: http://www.bloomingstars.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 4 ottobre 2017, 14:37 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 12 ottobre 2006, 9:32
Messaggi: 3922
Località: Lendinara (RO)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Se non c'è aria non c'è corrosione dopo averli verniciati fai un giro di silicone sicuramente la ruggine rallenterà ... Poi dipende dai sali sciolti nel cemento e sabbia.

Inviato dal mio ThL W8 utilizzando Tapatalk

_________________
Carlo Martinelli StarNavigator Astronomical Observatory - Cell. 347/7902337 - E.Mail astronomia@carlomartinelli.net - Home Page http://www.carlomartinelli.net

Binocoli: Astrotech 25x100 Binoview 20x80 Meade 10x50 Sky Quality Meter: SQM-L/SQM-LE
Telescopi: Astrografo Veloce Meade LXD55 10" F4 - Takahashi FS102 Apo Fluorite, Takahashi FS60C Apo Fluorite, MTO 100/1000 F10/F7 TecnoSky 60/228
Sensori: 2 Orion StarShot Pro DSCI, Canon EOS 450D Baaderized COOLED-BOX-Peltier Controller - StarLight Lodestar Guider
Montatura: 10Micron GM2000 QCI (Red Passion)


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 4 ottobre 2017, 14:44 

Iscritto il: domenica 4 marzo 2007, 16:02
Messaggi: 1180
Località: Genova/Varese
Angelo Cutolo ha scritto:
A giudicare dalle immagini non penso ci sia alcun problema, si piazzano i rialzi plastici e poi si stende la rete metallica (due esempi veloci di rete trovati sul web https://www.modulor.de/en/wire-mesh-sta ... xible.html https://www.modulor.de/en/wire-mesh-sta ... xible.html con maglia stile zanzariera), questa la puoi posare sopra i rialzi, si puo piegare a mano sui bordi del casotto e posare le piastre, non mi sembra che sia un problema nemmeno tagliare le reti a misura usando delle tronchesine da girdinaggio.
Ps.: Trovato anche questo sito italiano http://www.archiexpo.it/fabbricante-arc ... 32089.html è da vedere se ne hanno una a maglia abbastanza stretta.

Ok, adesso il discorso è chiaro. I tagli disponibili sul sito tedesco sono un po' piccolini (tipo 15 x 50 cm la rete da 0.25 x 0.16 mm) e quindi ce ne vogliono tanti, come li giunti insieme? Inoltre il prezzo per ricoprire tutta la superficie non è indifferente: sono circa 6.5 mq (poco meno), ci vogliono oltre 80 pezzi, cioè oltre 500 euro... :shock:

Visto il sito italiano, anche se le informazioni sono più difficili da reperire. Forse mi conviene provare a chiedere ai rivenditori di materiale edile della zona, ad esempio lo stesso dove ho preso i supporti in plastica per i piastrelloni.

_________________
Emmanuele Sordini
- ° -
Sito Internet personale: http://www.bloomingstars.com


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010