1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è giovedì 21 settembre 2017, 14:52

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 29 agosto 2017, 13:46 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 22 maggio 2007, 22:37
Messaggi: 2835
Località: Lugagnano di Sona (VR)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao a tutti. Pensando ad una futura ripresa delle attività astrofotografiche mi stavo dilettando nel vedere un po' di lavori di auto costruzione cold box per reflex in giro per la rete.
Ho visto interessanti realizzazioni partendo da scatole gewiss coibentate e peltier raffreddate con dissipatori alluminio più ventola. Ho letto dati di tutti i tipi chi ha raggiunto delta termici di tutto rispetto chi un po' meno. I dissipatori in alluminio hanno il difetto di aggiungere molto peso, poi mi sono imbattuto in un articolo di un astrofilo che ha affrontato il tema con un radiatore a liquido raggiungendo un delta di ben 25 gradi. E che ti trovo su aliexpress? Dei kit peltier e dissipatore a liquido già completi a pochi spiccioli. Quello che allego ha una cella da 72w ed è già in kit di montaggio. Dimensioni 40x40mm. Costa 11,99 euro. Una pompetta adeguata se non si dispone di acqua corrente altri 3 euro. Insomma interessante la cosa, ho letto poco sul forum di esperienze con dissipazione a liquido su cold box, qualcuno mi illumina ?


Allegati:
IMG_3249.PNG
IMG_3249.PNG [ 845.21 KiB | Osservato 168 volte ]

_________________
saluti, Andrea

http://bricioledicielo.blogspot.com/
Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 30 agosto 2017, 10:08 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 12 ottobre 2006, 9:32
Messaggi: 3870
Località: Lendinara (RO)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Chiedi ad Antonio Zanardo che ha fatto un bel lavoro

Inviato dal mio ThL W8 utilizzando Tapatalk

_________________
Carlo Martinelli StarNavigator Astronomical Observatory - Cell. 347/7902337 - E.Mail astronomia@carlomartinelli.net - Home Page http://www.carlomartinelli.net

Binocoli: Astrotech 25x100 Binoview 20x80 Meade 10x50 Sky Quality Meter: SQM-L/SQM-LE
Telescopi: Astrografo Veloce Meade LXD55 10" F4 - Takahashi FS102 Apo Fluorite, Takahashi FS60C Apo Fluorite, MTO 100/1000 F10/F7 TecnoSky 60/228
Sensori: 2 Orion StarShot Pro DSCI, Canon EOS 450D Baaderized COOLED-BOX-Peltier Controller - StarLight Lodestar Guider
Montatura: 10Micron GM2000 QCI (Red Passion)


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 30 agosto 2017, 13:10 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 22 maggio 2007, 22:37
Messaggi: 2835
Località: Lugagnano di Sona (VR)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao si avevo visto quelle prove ma da quel che capisco lui ha attaccato il sistema peltier e dissipatore direttamante alla camera non per costruire un cold box. Mi interessava capire se qualcuno aveva agito in questo senso

_________________
saluti, Andrea

http://bricioledicielo.blogspot.com/


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 30 agosto 2017, 13:51 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 12 ottobre 2006, 9:32
Messaggi: 3870
Località: Lendinara (RO)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Il sistema è molto efficiente, trovi alcuni test e tutorial sulla rete, bisogna però lottare duramente contro la condensa, coibentando bene , usando neoprene e sistemi di controllo della temperatura per non andare troppo sotto.

La cosa fondamentale da capire è che non serve iper-raffreddare, le nuove reflex hanno poco rumore intrinseco, in ogni caso basta diminuire la temperatura facendola arrivare poco sopra o poco sotto lo zero, così non si hanno grossi problemi di condensa. Con il dito freddo raggiungi prima il risultato, con la cold box ci vuole trequarti ora.

Ottimi risultati si hanno abbinando il sistema di refrigerazione a liquido immergendo il condensatore a sua volta in un liquido freddo a 3-5 gradi ed usare una pompa che cambi il liquido in pochi minuti, ma presuppone la presenza di un impianto di irrigazione o simili :-) che usa un pozzo con acqua proveniente dal sottosuolo. (Ho provato anche io con l'impianto di irrigazione di casa ed è una goduria la rapidità con cui si raggiungono i -20°C (7 min.) partendo da 33 gradi esterni, ma rompe le scatole sentire il motore dell'impianto che ogni pochi minuti si accende per qualche secondo (i vicini ringraziano) :-) :clap:

Altri hanno messo un contenitore di ghiaccio secco a contatto con il condensatore arrivando a -40°C per alcune ore, ma il sensore ad uno sbalzo termico del genere dura molto poco.

Kiunan tutto dipende da cosa hai in mente, spingersi oltre lo zero serve molto a poco e le rogne di condensa sono veramente troppe sia sul sensore e parti elettroniche sia sul riduttore/spianatore di focale che spessissimo si appanna.

:matusa:

Alla fine prendi un ccd usato spendi meno ed è ben raffreddato e pensato dal produttore per non dare problemi, oppure vai di coldbox con la reflex. Il dito freddo è molto veloce ed efficiente ma presuppone che poi la reflex la butti e quindi lo puoi fare con reflex a basso costo, con una moderna magari full-frame ... ci penserei due volte.

_________________
Carlo Martinelli StarNavigator Astronomical Observatory - Cell. 347/7902337 - E.Mail astronomia@carlomartinelli.net - Home Page http://www.carlomartinelli.net

Binocoli: Astrotech 25x100 Binoview 20x80 Meade 10x50 Sky Quality Meter: SQM-L/SQM-LE
Telescopi: Astrografo Veloce Meade LXD55 10" F4 - Takahashi FS102 Apo Fluorite, Takahashi FS60C Apo Fluorite, MTO 100/1000 F10/F7 TecnoSky 60/228
Sensori: 2 Orion StarShot Pro DSCI, Canon EOS 450D Baaderized COOLED-BOX-Peltier Controller - StarLight Lodestar Guider
Montatura: 10Micron GM2000 QCI (Red Passion)


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 30 agosto 2017, 15:36 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 22 maggio 2007, 22:37
Messaggi: 2835
Località: Lugagnano di Sona (VR)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Grazie Carlo delle info. Io ho acqua corrente in giardino senza problemi che esce in estate sui 15 gradi ed ho in mente di usare quella tanto il flusso che serve è così basso che al limite la siepe non disdegnerà un po' di irrigazione in più nelle serate calde. Non pensavo a dei risultati così freddi. Per dire il dito freddo non lo prendo nemmeno in considerazione quindi il progetto sarebbe cold box e sistema di raffreddamento che ho postato sopra. Vedendo a quanto vengono via sui mercatini le Canon vecchiotte modificate non prendo neanche in considerazione un ccd colore con grande sensore. Se riesco ad ottenere un Delta di 20 gradi sulla Canon per me potrebbe già essere sufficiente per le notti estive. E da quel che capisco penso non sia difficile usando l'acqua. Per la condensa spero che il sensore tappato dal gruppo riduttore possa essere sufficiente. Ma per i costi di realizzazione penso valga la pena di provare

_________________
saluti, Andrea

http://bricioledicielo.blogspot.com/


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010