1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è venerdì 6 dicembre 2019, 20:15

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Gli estensimetri
MessaggioInviato: lunedì 2 dicembre 2019, 13:56 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:35
Messaggi: 16687
Località: Dove mi portano le stelle
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ho letto i vari post e capisco le metodologie applicate per quanto non conoscessi gli estensimetri avendo mollato già da un po' di tempo sia l'astronomia sia l'elettronica.
Volevo però fare presente che le flessioni differenziali sono le peggiori e si verificano come variazioni dell'asse di due strumenti, di regola: Il telescopio di ripresa e quello di guida.
Se infatti uso un tele di ripresa A e un tele di guida B normalmente avrò flessioni possibili su A dovute al peso del sistema di ripresa che fanno flettere il focheggaitore (in primis) gli attacchi della camera e dell'eventuale ruota porta filtri in seconda battuta e da ultimo anche qualche felssione sui tubo e sul sistema di attacco.
Su B, invece, di regola non ho il peso della ruota ma in compenso il sistema di attacco è spesso quello più critico subito dopo il focheggiatore (il tele di guida quasi sempre è molto più economico di quello di ripresa)
Di conseguenza diventa un grosso problema riuscire a capire utilizzando gli estensimetri dove e in che modo si verifichino le flessioni.
Nel caso in cui si usi una guida fuori asse il numero dei fattori di rischio si riduce ma non è solo finalizzato alla flessione del focheggiatore o dell'attacco camera/tubo ma comprende anche l'attacco del sensore alla guida fuori asse.
Solo nel caso di camera con doppio sensore incorporato i prblemi si riducono ai due fattori inizialmente citati.
E' comunque già un buon punto di partenza per quanto mi sembra che la sensibilità sia bassa.
Se ho capito bene con una variazione di 0.5 mm abbiamo una variazione del display di circa 10 su 500 cioè del 2% sulla scala.
Normalmente i sistemi di ripresa rilevano flessioni almeno dieci volte più piccole col risultato di non avere abbastanza sensibilità. Probabilmente dovrà essere studiato un circuito di amplificazione con un filtro di riduzione del rumore stesso o che faccia la media di più letture per aumentare il rapporto S/N altrimenti la tua pur valida idea, rischia di non avere applicazini pratiche.
Complimenti comunque per l'inventiva e i migliori auguri per la riuscita.

_________________
Cieli sereni da Renzo
Immagine

Prima di un acquisto parallelo, pensateci - link

Il titolo del topic non è un optional. Usiamolo bene!


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010