1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 23 luglio 2019, 8:06

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 34 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 25 febbraio 2015, 1:27 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 24579
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Sarà il cielo. :D
Sarà l'emozione da "strumento nuovo".
Sarà che non vedevo l'ora di provare lo specchio appena rialluminato dopo il suo sesto anno di onorato servizio.
Sarà che era da un po' che le visioni che mi forniva non mi appagavano del tutto: mi sembrava che mancasse contrasto, rispetto ai bei tempi.

Sta di fatto che giovedì scorso, timorato per il ciclone in arrivo da Sud, mi metto in macchina per andare in montagna e non farmi sfuggire questa Luna Nuova.
Arrivo sul posto e monto lo strumento.

Dopo l'alluminatura del primario e secondario, fatta da un noto tecnico alle porte di Milano, non avevo ancora collimato lo strumento.
Privato del "salvabuchi" sul primario dall'alluminatura, ci metto un po' a capire come tornare a collimare il secondario sul primario: di notte potevo usare solo il laser. Che puntava una zona del primario a caso, difficile da identificare come "centro".
Dopo vari tentativi inutili fatti senza e durati 30-40 minuti, mi ricordo di avere in valigetta il sight-tube / chesire.
Con la torcetta rossa illumino il secondario, ed è un attimo allineare il secondario al fuocheggiatore e, poi, il primario al secondario.
Raggiungo la collimazione in poco meno di 3 minuti al collimatore, e in 2 minuti sulla stella.

Pronti via: cosa punto per test?
La Polare intanto era già più secca, rispetto a poco prima con le ottiche disallineate.
Bello vedere facilmente già tanto spazio tra la componente primaria e quella secondaria, nonostante lo specchio fosse ancora caldo e da poco all'aria aperta.

Punto sulla bella di stagione: M51!

Nagler 13 nel fuocheggiatore.
140x mi lasciano una buonissima visione.
La galassia è luminosa e sembra mostrare una buonissima nottata, trasparente e abbastanza buia.

Ma perchè non ingrandire ancora?

L'Ethos da 8mm mi permette di arrivare a 225x, con la galassia riempire buoni 2/3 del campo.
Più di metà oculare è occupata dalla galassia Whirlpool.
E' qui che mi si ferma il respiro...

Mi si presenta davanti una M51 commovente.
Come davvero non riesco a ricordare di aver mai visto così in maniera dettagliata nel mio specchione.

I bracci erano impressionanti. Sin dalla loro partenza era possibile seguirli nel loro moto vorticoso in senso orario.
Ho cercato di riprodurre la visione all'oculare manipolando l'immagine della galassia del DSS con Photoshop, sfocando sulle parti opportune e lasciando il contrasto dove effettivamente la galassia aveva una marcia in più rispetto al solito.
Allontanatevi un po' dal monitor per ottenere un risultato realistico.
Ho riportato sotto le parti più evidenti, indicato fin dove arrivavano i bracci in maniera contrastata e netta (si appuntivano letteralmente) e dove c'erano zone di nebulosità tra una spire e l'altra. Era impressionante il braccio a destra, che mostrava quel filotto di nervature fantastico.

Ho cercato di rendere l'immagine più realistica possibile rispetto a come la vedevo all'oculare. Ho riprodotto il tutto con luci spente in camera e un monitor fisso tarato sui toni di grigio.
Allegato:
NGC5194.jpg
NGC5194.jpg [ 32.8 KiB | Osservato 1285 volte ]


La serata è proseguita in maniera molto positiva. Non nascondo la mia soddisfazione nell'operazione riuscita: le immagini ora offrono un contrasto molto più marcato, anche ad alti ingrandimenti. Sembrano più "pulite". Ora aspettiamo la prossima uscita :ook:

_________________
Immagine

Dobson 60cm f/4 e atlanti cartacei
Celestron C8 XLT e Heq5


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 25 febbraio 2015, 7:32 

Iscritto il: giovedì 5 settembre 2013, 0:05
Messaggi: 418
Località: Roma
Tipo di Astrofilo: Visualista
Cioè questo è un disegno fatto a mano? Mi stai dicendo che non è una foto? Paurosa, sia la mano, sia la galassia stessa in un meganewton come il tuo, sia l'alluminatura e le sue prestazioni quando è nuova. Quando leggevo che le fotografie non sarebbero mai assomigliate alla visione dal vivo credevo la cosa fosse più drastica di così, almeno sulle galassie. Ma qua si vede un ben di Dio che non avrei mai immaginato.. Complimenti!!


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

_________________
"Kosmos connotes both aesthetical and ethical order, both adornment and decency. The nightsky exhibits the cosmos by the spangled display of stars and the rhythmical, lawful procession of the planetary bodies. For us today it is odd indeed to find in the one term meanings such as embellishment, ornament and the dress of women, yet also the idea of ruling and government." (James Hillman, "Aphrodite's Justice")


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 25 febbraio 2015, 7:47 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 24579
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Aeee, magari!
È una lastra del DSS (Digited Sky Survey) ritoccata per farla "simile" a quanto si vedeva all'oculare.
L'estensione dei bracci e molti dettagli erano quasi come in quella foto.
Se non hai mai visto M51 attraverso un 30 o 40cm dalla montagna, devi rimediare! È una delle galassie più evidenti.

_________________
Immagine

Dobson 60cm f/4 e atlanti cartacei
Celestron C8 XLT e Heq5


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 25 febbraio 2015, 8:10 

Iscritto il: giovedì 5 settembre 2013, 0:05
Messaggi: 418
Località: Roma
Tipo di Astrofilo: Visualista
Aaah ecco, ho pensato fosse disegnato perché hai scritto "Ho cercato di rendere l'immagine più realistica possibile rispetto a come la vedevo all'oculare. Ho riprodotto il tutto con luci spente in camera e un monitor fisso tarato sui toni di grigio", ma mi ero perso completamente la parte in cui dicevi che proveniva da una rielaborazione del DSS. Ma comunque rimane che se si vede così, ora capisco i dobsoniani. Credevo che la vita degli osservatori di galassie fosse più una ricerca di barlumi di dettagli in chiazzette bianche sempre più piccole e più deboli. Invece la roba pare sia tanta. Si, è decisamente d'obbligo un dobsonone da 30/40.. Anche perché finora oltre a una fugace occhiata in un C9.25 non sono mai andato.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

_________________
"Kosmos connotes both aesthetical and ethical order, both adornment and decency. The nightsky exhibits the cosmos by the spangled display of stars and the rhythmical, lawful procession of the planetary bodies. For us today it is odd indeed to find in the one term meanings such as embellishment, ornament and the dress of women, yet also the idea of ruling and government." (James Hillman, "Aphrodite's Justice")


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 25 febbraio 2015, 9:11 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 24579
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ma infatti, superati i 400-500 oggetti visti, la vita del "cacciatore di galassie" è così :mrgreen:

Per fortuna esistono gli ammassi di galassie, che regalano poesia anche se ciascun elemento è (visto in maniera riduttiva) debole e ovale

_________________
Immagine

Dobson 60cm f/4 e atlanti cartacei
Celestron C8 XLT e Heq5


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 25 febbraio 2015, 9:19 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 15118
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
mabbeatotè :D

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 25 febbraio 2015, 10:05 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20566
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Se hai visto M51 in quel modo devi essere ben soddisfatto. Anche e soprattutto del cielo che avevi a... disposizione. Certo che con l'alluminatura nuova il telescopio deve aver acquistato una bella marcia in più! :ook:

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 25 febbraio 2015, 11:28 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 15022
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
La prima osservazione con gli specchi rialluminati di fresco è sempre una "botta" (in positivo), quando mi tornarono gli specchi del Barile alla prima occhiata esclamai <<Marò s'appicciat'à luce!>>. :D

A giudicare da questo report penso che anche io a breve dovrò pensare a far rialluminare gli specchi, sia del Barile che tanto piu dell'Obice (quello che ne ha veramente maggior bisogno), l'alluminatura del dob ha già passato i 9 anni e nonostante la quarzatura la riflettività e calata in maniera percepibile, mentre quella dell'Obice è ancora quella di quando lo recuperai (penso che la sua riflettività totale è già tanto se arriva al 50%), ma non me ne sono mai preoccupato visto che lo uso praticamente su Luna e pianeti.

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: http://astromirasole.org
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 25 febbraio 2015, 11:30 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 15118
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
certo così metti una bella pulce nell'occhio ai dippisti :uhm:

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 25 febbraio 2015, 11:43 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 15022
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Soprattutto nel deep un 15/20% di riflettività in piu fà molto, infatti sul Barile penso che tra primario e secondario, dovremmo essere sul 70/75% di riflettività, quindi con il secondario con deposito dielettrico (96/99%) ed il primario con alluminatura e quarzatura (91/94%) si arriva da "nuovo" ad'una riflettività di 87/93%.
Ma anche in hi-res un +35/40% di riflettività (sull'Obice) ne gioverà sicuramente il contrasto generale e la percezione dei colori.

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: http://astromirasole.org
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 34 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010