1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 21 novembre 2017, 15:07

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Tre gemme del cielo
MessaggioInviato: giovedì 19 ottobre 2017, 16:53 

Iscritto il: lunedì 3 dicembre 2012, 20:09
Messaggi: 1265
Se ne stanno là, tutti e tre, apparentemente immobili per noi che li guardiamo dalla Terra. Mentre guido in autostrada, diretto alla Val Zoldana, dove presumo di arrivare alle 22 circa, penso a quante volte ci siamo passati sopra a questo terzetto con i nostri tele, dedicando loro magari solamente pochi secondi, anche se sono fra gli oggetti più belli del nostro cielo: c'è la fretta di andare oltre, verso il Perseo, verso le Pleiadi, verso il Pegaso. E invece gli ammassi aperti M36, M37, M38, rendono orgogliosa la costellazione di Auriga, che, pur annoverando altri oggetti interessanti, esibisce consapevolmente, vicini tra loro, le tre gemme preziose.
Questa sera non me li voglio perdere: voglio dedicare loro il tempo necessario, per suscitare la voluta emozione. Misurerò la mia osservazione, non per pochi secondi, ma per quanto basta a raggiungere la piena sazietà.
Sono le 22, il cielo è scuro e profondo (S Q 21,40), umidità percepita 73%, seeing 1° Anton, turbolenza assente: meglio non potrei pretendere. Auriga è già spuntata: Capella è un luminoso invito a concentrarsi là, godendo di quelle tre meraviglie che lei mi propone. Non la faccio attendere: l'allineamento mi riesce bene. imposto nello syn scan M36: pochi secondi e me lo trovo al centro dell'oculare. Una precisazione: quando uso l'XWA con F da 20 mm, che nel TAKA 130 mi dà 50X quasi dimentico il Nagler da 31 mm. La cosa è grave, ma per il momento non so ravvedermi. Il TAKA che stasera ho portato con me, sembra gradire pienamente l'XWA, e allora perché tradirlo? Tornando a M36, vedo qualcosa da lasciarmi a bocca aperta: è vistoso, esuberante, più giovane dei suoi fratelli: mag 6, diametro 12', distanza 4150 anni luce, età 25 milioni di anni, mag assoluta -5,2. Sembra che si possano contare oltre 80 stelle e la colorazione vira sull'azzurro -giovane età- e spicca nel cielo con il vuoto attorno. Lo guardo bene, sapendo che gli altri due sono vicini e potrei con un oculare a grande campo, vederli anche tutti e tre assieme. Il nucleo di M36 è abbastanza compatto, ma poi sembra allungarsi verso l'alto, quasi per fuggire la forza gravitazionale che lo tiene unito alle altre stelle. Al centro, con uno strumento a grande apertura, si vede la doppia STRUVE 737: non so se con il Taka sono riuscito a sdoppiarla. Forse avrei dovuto usare un oculare più potente.
Lascio l'ammasso un po' dispiaciuto, ma il vicino M37, mi sta attirando. Entro in un mare di stelle, perché M37 dei tre è il più esteso. La sua mag è -56, età 300 milioni di anni, diametro 24', distanza 4400 a. l.
E' il fratello che domina sugli altri, forse non per bellezza, ma certamente per dimensioni. Meno ingrandimenti usi e più polvere di stelle vedi: l' XWA è l'oculare giusto. Benché l'ammasso sia ben contenuto dall'oculare, puoi spaziare con l'occhio da destra a sinistra, fino ai bordi e ancora non ne sei fuori. In sostanza il nucleo cede lentamente verso l'esterno, quasi a rendere più riposante la visione. Rimarresti lì per un bel po', se M38 non mi attendesse. Qui siamo in piena Via Lattea. La separazione di M37 da M36 è meno di 400 a.l. I suoi dati principali sono mag 6,4, diametro 21', distanza 4300 anni luce, età 220 milioni di anni. Cosa dire di quest'ultima gemma di Auriga? intanto che è più a nord degli altri due, quasi al centro della costellazione e poi che gode di una caratteristica peculiare: a circa 200 a.l. c'è un ammasso di piccole dimensioni siglato NGC 1907 e fa coppia con M38
Da qui il tele scivola via, lasciando un vuoto visuale, pronto ad essere colmato da altri doni del cielo.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tre gemme del cielo
MessaggioInviato: giovedì 19 ottobre 2017, 17:06 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 6999
Località: ̶B̶s̶̶ Francia Corta
:ook: :clap: :ook:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tre gemme del cielo
MessaggioInviato: giovedì 19 ottobre 2017, 20:17 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 dicembre 2013, 21:32
Messaggi: 373
Località: ITALIA
Tipo di Astrofilo: Visualista
Questo non è un semplice report osservativo.
Questa è poesia. :clap: :clap:

Un saluto e complimenti veramente.

Francesco


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tre gemme del cielo
MessaggioInviato: venerdì 20 ottobre 2017, 20:27 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 22 agosto 2012, 9:17
Messaggi: 625
Località: Martellago
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Che piacere la lettura del tuo report Gianantonio!
Restituire e infondere certe emozioni non è capacità di tutti e la tua dedizione all'astronomia è ammirevole.
Alla prossima storia allora!

Un caro saluto
Pierpaolo

_________________
Canon EOS 450D full spectrum
TAIR-3S 300mm F4.5, Jupiter 21M - 200mm f/4, Jupiter 37 A MC 3,5/135, Helios 77M-4 MC 50mm F1.8, Vivitar 28mm f/2.8
IDAS D1
EQ5 non marchiata


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tre gemme del cielo
MessaggioInviato: sabato 21 ottobre 2017, 20:46 

Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 19:24
Messaggi: 148
Località: Pedara (CT)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Meravigliosa descrizione di tre oggetti stupendi della volta celeste. Sei stato capace di farmi sentire di nuovo le emozioni inesprimibili che io stesso provo ogni volta che vedo M36, M37 ed M38 al telescopio. Complimenti :ook:

_________________
Osservo con Dobson GSO 254/1250, Newton 155/1000 Urania C.R.T. (del 1983), binocolo Vixen 20x80 BWCF (del 1985), binocolo Nikon Action 12x50 CF, binocolo 8x30 degli anni 70'.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tre gemme del cielo
MessaggioInviato: domenica 22 ottobre 2017, 13:02 

Iscritto il: lunedì 3 dicembre 2012, 20:09
Messaggi: 1265
Ti ringrazio vivamente e mi compiaccio di avere risvegliato in te le mie stesse emozioni.
Ciao e grazie ancora.


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010