1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 12 dicembre 2017, 20:42

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 23 agosto 2017, 14:27 

Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 19:24
Messaggi: 151
Località: Pedara (CT)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Come avviene da alcuni anni il GAC, Gruppo Astrofili Catanesi, organizza un campeggio astronomico presso il rifugio "Margio Salice" (Maniace, CT) per i soci del gruppo. Quest'anno il campeggio ha avuto luogo tra il 18 e il 20 agosto 2017. La partecipazione è stata massiccia (31 partecipanti e 11 telescopi utilizzati nel giorno più "affollato") soprattutto dal punto di vista fotografico. Io sono riuscito a raggiungere il soci del GAC solo la sera del 20 portando il mio dobson GSO 254/1250 e un binocolo Nikon 12x50. Già montato sul campo c'era anche un binoscopio Astromeccanica 150/750 di proprietà del socio Giovanni Benintende. Con questi 3 strumenti abbiamo fatto osservazioni visuali :obs: in questa serata finale del campeggio. Le osservazioni sono state alle 21:00 alle 02:50 e dalle 03:50 alle 05:30 (mi sono fatto un'oretta di riposino :oops: ). Seeing 3/10 (all’inizio era 5/10), trasparenza 7/10. SQM: probabilmente poco maggiore di 21. All’interno del quadrato di Pegaso si vedevano una ventina di stelle. In molte occasioni ho osservato da solo quando gli amici del GAC erano troppo impegnati con i loro setup fotografici. Quello che vi presento è il report di queste osservazioni visuali. Buona lettura e non annoiatevi troppo :matusa: dato che è un po' lungo :crazy:

NB, quando mi riferisco ad osservazioni effettuate a Pedara (CT) bisogna pensare ad un cielo cittadino di mag. circa 19.

Sommario oggetti osservati (71):
pianeti: 1
stelle doppie: 2
ammassi aperti: 17
ammassi globulari: 5
galassie: 28
nebulose planetarie: 8
residui di supernova: 3
nebulose ad emissione: 7

Saturno. Alle 21:00 ancora non c’è buio completo, ma punto Saturno già basso sull’orizzonte prima che finisca dietro gli alberi. C’è una buona visione a 156x e anche a 347x. La turbolenza non è eccessiva, ma si vede chiaramente un fastidioso jet-stream. Nonostante tutto a 347x si vede molto bene la divisione di Cassini e la fascia equatoriale. Il seeing in questo momento iniziale della serata si potrebbe valutare in 5/10.

Rasalgethi. La bella stella doppia della costellazione di Ercole. A 156x già si sdoppia bene, anche se il seeing non è eccellente. Si vedono bene i colori arancione e azzurrino delle due componenti da mag. 3,48 e 5,40 separate da 4,64”. Non provo ad ingrandimenti maggiori.

Pi Aquilae. Questa doppia con separazione di 1,4” la uso spesso per vedere se il seeing è buono. A 347x si vede già che sdoppiarla risulta molto difficile, il seeing sta peggiorando rapidamente.

M27, nebulosa planetaria “Manubrio”. Puntata più volte durante la serata con e senza filtri OIII ma sempre a 70x. Molto bella in tutti i casi, ma con il filtro OIII Baader (prestato da Giovanni Benintende), appare più contrastata e si vede più estesa.

M2, ammasso globulare. A 156x è risolto in moltissime stelle finissime anche nella zona del nucleo.

M15, ammasso globulare. Appare molto esteso con numerose stelle luminose miste ad altre più deboli. Il nucleo è molto denso, ma appare risolto a 156x.

M13, ammasso globulare. Il re di tutti gli ammassi globulari dell’emisfero boreale appare davvero spettacolare già a 156x con il nucleo ben risolto. Appare sensibilmente più esteso rispetto a come si vede con il cielo inquinato di Pedara perché si vedono molte più stelline deboli nelle zone periferiche.

M92, ammasso globulare. Più piccolo e compatto di M13, ma ugualmente spettacolare a 156x.

M57, nebulosa planetaria “anello”. Non c’è molta differenza di dettagli ed estensione in questa famosa nebulosa planetaria rispetto alla visione che si ha sotto il cielo di Pedara. Nelle vicinanze si vede una stella di mag. 14,7 (sicura) e forse anche 15,3 (156x). Probabilmente la mag. limite della serata è stata circa 15 con il dobson 250 mm e non si è potuto fare di più a causa del seeing abbastanza scarso che “spappolava” le stelle facendo scomparire le più deboli.

Minkowsky M1-64, nebulosa planetaria. Una debole nebulosa planetaria nella Lyra. A 156x con il dobson appare come un pallino nebuloso abbastanza debole, ma nettamente visibile. Da Pedara avevo avuto solo la sensazione di vederlo a 250x con il CPC-800.

M71, ammasso globulare. Immerso in un campo straordinariamente ricco di stelle. E’ facile da risolvere completamente anche a 70x dato che ha una scarsa condensazione centrale. Decisamente molto bello.

NGC 6992, parte della nebulosa Velo. Osservata senza filtri e con filtri OIII Ts e Baader. Senza filtro si vede già abbastanza bene, con il filtro OIII Ts, appare già nettamente contrastata, ma con l’OIII Baader si ha una visione sconcertante, soprattutto con un oculare 27 mm 2” (46x). Sembra di vedere una fotografia in bianco e nero! Con il binoscopio 150/750 con oculari Nagler 16 mm (46x) si vede tutta all’interno del campo con un effetto ancora più sconcertante.

NGC 6960, parte della nebulosa velo. E’ quella parte della nebulosa Velo adiacente alla stella 52 Cygni. Valgono le stesse cose dette per NGC 6960, cioè visione “fotografica” con il filtro OIII Baader a 70x e soprattutto a 46x. Nella seguente immagine (ottenuta da una foto “peggiorata” con Photoshop) si può vedere qualcosa di simile a ciò che avreste visto accostando l’occhio all’oculare 27 mm (46x) con il dobson 254 mm.

https://drive.google.com/open?id=0B3esj ... XIybzFpbjQ

NGC 6888, nebulosa “Crescent”. Difficile senza filtro OIII, con il filtro OIII Ts comincia ad apparire qualcosa in più. A 70x si osserva una sorta di “mezzaluna” nebulosa non proprio completa, ma con zone più luminose e altre più deboli e con brevi “parti mancanti”.

M16, nebulosa “Aquila”. A 70x si vede nettamente la nebulosità attorno ad un ammasso aperto. Non riesco a vedere i “pilastri della creazione”. (70x).

M23, ammasso aperto. A 70x si contano una ventina di stelle luminose e chissà quante altre immerse in un ricco campo stellare. Molto bello.

M17, nebulosa ad emissione “Cigno”. A 70x si vede bene la forma del cigno stilizzato tipica di questa nebulosa vista visualmente. Con il filtro OIII Ts si vede più contrastata e compaiono delle zone nebulose attorno.

NGC 6781, nebulosa planetaria. A 70 appare già un disco luminoso evidente. Con filtro OIII Ts il disco appare più contrastato e si vede nettamente come la luminosità non sia costante ma c’è una regione più netta e una più sfumata.

NGC 6852, nebulosa planetaria. A 156x si vede un pallino luminoso non troppo facile da vedere. Niente di spettacolare.

M52, ammasso aperto. Osservato con il binocolo Nikon 12x50 e con il dobson 254 mm. Con quest’ultimo a 70x si vedono una trentina di stelle luminose immerse in un bel campo stellare. Decisamente spettacolare se visto da un cielo buio.

NGC 7635, nebulosa ad emissione “bolla”. Se da Pedara (SQM 19 circa) si vedeva solo una piccola zona nebulosa vicino ad una stella, qui (a 70x) si vede quella stessa zona più larga e un’ampia zona luminescente attorno. Non sono riuscito però a cogliere la forma “bolla”.

NGC 7789, ammasso aperto. Più volte negli anni ‘90 avevo osservato questo ammasso aperto da Serra la Nave (CT) con il Newton 155/1000 a 33x trovandolo spettacolare, forse uno degli ammassi aperti più belli. Puntandolo presso Margio Salice con il 254/1250 (70x) ho capito che finora non avevo visto nulla! Una quantità immensa di stelline impossibili da contare, con l’apparenza di gocce di rugiada in una tela di ragno. Da sbavare!

IC 10, galassia nana irregolare. Da Pedara non avevo visto nulla, a Margio Salice ho l’impressione di vedere una vaga nebulosità nei pressi di un terzetto di stelle disposte a triangolo rettangolo. Molto difficile come oggetto visuale. (70x).

M110, galassia ellittica. A 70x questa galassia ellittica satellite di M31 appare subito molto evidente e di forma allungata, mentre a Pedara appare meno estesa e per vederla bisogna fare molta attenzione. Con il binoscopio 150/750 a 46x appare insieme ad M31 ed M32 in un quadretto cosmico fantastico. Anche con il Nikon 12x50 la visione di questo terzetto di galassie è molto gradevole.

M31, galassia a spirale in Andromeda. Davvero spettacolare nel binoscopio 150/750 a 46x, con il dobson 254/1250 a 70x non entra nel campo visivo. In entrambi i casi è una visione spettacolare.

M32, galassia ellittica. Osservata sia con binoscopio che con dobson. Più vicina al nucleo di M31 è più evidente di M110 perché ha un nucleo più compatto e una forma più sferica.

NGC 404, galassia ellittica “fantasma di Mirach”. A 70x e a 156x non c’è molta differenza rispetto alla visione che avevo avuto da Pedara se non per il cielo che appare più scuro e la galassia che appare un po’ più estesa. Il contrasto tra la brillante Mirach e la debole galassia resta comunque molto suggestivo.

NGC 7662, nebulosa planetaria “blue snowball”. A 156x appare subito come una sferetta luminosa abbastanza grande. Non ho provato a ingrandimenti superiori a causa del seeing abbastanza scarso.

M33, galassia a spirale nel Triangolo. Già ben visibile nel binocolo Nikon 12x50 e nel cercatore 8x50 del dobson. Con il dobson a 70x si ha una visione spettacolare di questa galassia con un accenno di struttura a spirale e con la visione di diversi rigonfiamenti nelle larghe spirali.

NGC 57, galassia ellittica. Non vista a Pedara il 18 agosto 2017, qui a Margio Salice è subito evidente a 156x come una macchiolina luminosa (mag. 12,7) senza altri dettagli.

NGC 315, galassia ellittica (mag. 12,2). Era già evidente a Pedara, ma qui si vede subito senza difficoltà come una macchia luminosa (156x).

NGC 311, galassia lenticolare (mag. 14,0). A 156x con visione distolta si vede un minuscolo fuso luminoso. Solo con un cielo buono si ha la speranza di scorgere una galassia di mag. 14.

NGC 318, galassia lenticolare (mag. 14,4). Non ci credo che si possa vedere una galassia di mag. 14,4, ma la visione mi è sembrata abbastanza sicura da citarla in questo report. A 156x si vede una macchiolina luminosa vicino ad una stella solo con visione distolta e nemmeno in maniera continuativa.

NGC 890, galassia ellittica (mag. 11,3). A 156x si vede senza difficoltà come una macchiolina tonda.

NGC 925, galassia a spirale barrata (mag. 9,9). A 156x appare come una macchia larga con debole condensazione centrale. Nonostante la mag. 9,9 non è affatto luminosa e sembra avere una bassa luminosità superficiale.

NGC 969, galassia lenticolare (mag. 12,3). A 156x si vede come un fuso luminoso senza altri dettagli.

NGC 974, galassia a spirale (mag. 12,8). A 156x si vede una batuffolo luminoso.

NGC 978, galassia ellittica (mag. 12,2). A 156x visibile una macchiolina luminosa.

NGC 973, galassia a spirale vista di profilo (mag. 12,8). Nelle foto appare come una NGC 891 in miniatura. A 156x si vede un minuscolo fuso luminoso.

IC 1815, galassia a spirale barrata (mag. 13,3). A 156x visibile come una macchia luminosa in visione distolta.

NGC 7331, galassia a spirale. Nucleo brillante e alone non molto esteso di forma allungata, più largo rispetto a quello visto a Pedara (156x). E’ una galassia luminosa, ma penso che per vedere altri dettagli occorrano dobson da 50 cm in su.

NGC 7335, galassia a spirale (mag. 13,3). Visibile come una macchia luminosa di forma vagamente allungata a 156x. Era visibile anche dal cielo di Pedara.

NGC 7340, galassia ellittica (mag. 13,7). A 156x si vede un debolissimo batuffolo luminoso con visione distolta.

NGC 7337, galassia a spirale (mag. 14,4). A 156x si vede una macchiolina luminosa davvero al limite anche della visione distolta.

NGC 7320, galassia a spirale del Quintetto di Stephan (mag. 12,6). A 156x è la galassia che si vede in maniera più evidente. Appare diffusa e di forma allungata.

NGC 7318, galassie a spirale interagenti del Quintetto di Stephan (mag. 13,4). E’ una coppia di galassie formate da UGC 12100 e UGC 12099. Nel dobson 254 a 156x si vede come un’unica debolissima macchia luminosa.

NGC 7317, galassia ellittica del Quintetto di Stephan (mag. 13,6). A 156x con visione distolta si vede un batuffolino luminoso vicina ad una stella di mag. 13,15.

NGC 7319, galassia a spirale barrata del Quintetto di Stephan (mag. 13,1). A 156x niente di più che una macchietta luminosa.

NGC 7293, nebulosa planetaria “Helix”. Già visibile nel cercatore del dobson e nel binocolo Nikon 12x50, a 70x si vede un grande disco luminoso anche senza filtro. Con il filtro OIII Ts si nota un maggiore contrasto e si vede che la parte centrale del disco è meno luminosa. Si vedono anche disomogeneità nelle zone periferiche.

M74, galassia a spirale. A 70x appare come una evidente e larga macchia luminosa più densa al centro. Non sembra di vedere una struttura a spirale anche se si intuiscono delle disomogeneità nel disco luminoso.

NGC 891, galassia a spirale vista di profilo. La più famosa galassia vista di profilo, molto ripresa dagli astrofotografi (anche io l’ho ripresa più volte) non è per niente facile visualmente. A 70x è evidente un fuso luminoso esteso quasi la metà del campo inquadrato. Non riesco a vedere la banda oscura centrale, ma vedo solo una discontinuità luminosa. Da Pedara riuscivo ad avere solo l’impressione di vedere qualcosa e solo nelle serate più trasparenti vedevo qualcosa.

NGC 869 ed NGC 884, ammassi aperti h e Chi Persei. Il famoso doppio ammasso di Perseo a Margio Salice mostra un aspetto spettacolare. Osservati con il binocolo Nikon 12x50, con il binoscopio 150/750 a 46x e con il dobson a 70x. La visione più spettacolare si aveva con il binoscopio perché forniva una suggestiva visione tridimensionale. Sembrava di navigare tra le stelle e di vedere gli ammassi guardandoli dalla visiera del casco di un astronauta. Con il Nikon 12x50 i due ammassi sono spettacolari perché immersi in un fantastico campo stellare. Con il dobson a 70x invece gli ammassi sono contenuti a stento nel campo inquadrato ma ciò che stupisce è l’enorme numero di stelle visibili.

NGC 475, ammasso aperto “Civetta”. Osservato con il Nikon 12x50 e con il dobson a 70x. Spettacolare con entrambi gli strumenti. Con il dobson è possibile contare una ventina di componenti luminose vicine ad una brillante stella.

NGC 281, nebulosa ad emissione “Pacman”. Con il dobson a 70x si vede una larga nebulosità diffusa attorno ad un compatto ammasso stellare con al centro una stella brillante. Non riesco a cogliere la banda centrale di polvere.

IC 1590, ammasso aperto. E’ l’ammasso aperto al centro della nebulosa Pacman (NGC 281). Si vedono alcune stelline attorno ad una stella più brillante. Questa stella in realtà è la HIP 4121 che è doppia o forse anche multipla.

NGC 6946, galassia a spirale “fuochi d’artificio”. Ben visibile una macchia luminosa non perfettamente tonda e con discontinuità luminose filamentose, come se si cominciasse a vedere la struttura a spirale. Il nucleo è piccolo ed evidente (70x). Non sono riuscito a identificare il punto giusto in cui si dovrebbe vedere la sua ultima supernova.

NGC 6939, ammasso aperto. Prospetticamente molto vicino alla galassia NGC 6946, con il dobson a 70x mostra una quindicina di componenti non molto luminose ed è immerso in un bel campo stellare.

M38, ammasso aperto. Osservato con il binocolo Nikon 12x50, con il binoscopio 150/750 a 46x e con il dobson a 70x. Con il 12x50 si vede una macchia luminosa con alcune stelle all’interno e resta un’impressione di nebulosità. Con il binoscopio appare già molto bello e perfettamente risolto in una decina di stelle immerse in un bel campo molto ricco. Con il dobson a 70x si vedono una decina di stelle luminose più molte altre che si confondono con il fitto campo stellare.

NGC 1907, ammasso aperto. Osservato con il binoscopio 150/750 a 46x e con il dobson a 70x. Con il binoscopio si vede come una macchia luminosa con qualche stella. Con il dobson a 70x si contano una decina di stelle deboli.

M36, ammasso aperto. Osservato con il binocolo Nikon 12x50, con il binoscopio 150/750 a 46x e con il dobson a 70x. Con il binocolo 12x50 è già risolto in un gruppetto di stelle brillanti. Con il binoscopio 150/750 si vedono una quindicina di componenti che si staccano nettamente dal campo stellare perché molto più luminose. Con il dobson a 70x si vede più grande e con qualche stella il più.

M37, ammasso aperto. Osservato con il binocolo Nikon 12x50, con il binoscopio 150/750 a 46x e con il dobson a 70x. Con il binocolo 12x50 mantiene un aspetto nebuloso. Con il binoscopio 150/750 a 46x si vede risolto in una miriade di stelle finissime. Con il dobson a 70x appare davvero spettacolare: compatto, composto da una quantità fantastica di stelle finissime e immerse in un bel campo stellare. Uno degli ammassi aperti più spettacolari del cielo boreale.

M1, residuo di supernova “Nebulosa Granchio”. Con il dobson a 70x appare come una macchia luminosa leggermente allungata. Niente di più di ciò che si vedeva con il newton 155/1000 o con il CPC-800 da Pedara.

NGC 1514, nebulosa planetaria. A 156x attorno ad una stella luminosa si scorge una luminosità evidente e dotata di irregolarità.

NGC 1647, ammasso aperto. E’ un tipico ammasso aperto “binoculare” cioè da osservare prevalentemente con binocoli a causa della sua estensione. Con il Nikon 12x50 si vedono una decina di stelline deboli. Molto bello.

M34, ammasso aperto. Osservato con il binocolo Nikon 12x50 e con il dobson a 70x. Con il binocolo si osserva un gruppetto compatto di stelle brillanti. Con il dobson a 70x si contano una quindicina di stelle luminose. Molto bello.

M35, ammasso aperto. Con il dobson a 70x si contano una cinquantina di stelle, ma potrebbero essere molte di più perché sono così numerose che si perde sempre il conto. Questo è un altro ammasso aperto tra i più belli del cielo boreale.

NGC 2158, ammasso aperto. Prospetticamente vicino ad M35, questo ammasso è davvero spettacolare con telescopi non troppo piccoli e sotto un cielo buio. A 70x con il dobson si vedono moltissime stelline deboli che si addensano verso il centro. Sembra quasi un ammasso globulare molto rarefatto e in effetti è un ammasso aperto molto antico (1 miliardo di anni) e molto distante (16000 anni luce).

M45, ammasso aperto “Pleiadi”. Ovviamente le Pleiadi vanno puntate con strumenti idonei come i binocoli. Con il Nikon 12x50 si mostra in tutta la sua spettacolarità, ma anche con il binoscopio 150/750 a 46x in cui occupa quasi tutto il campo visuale e con una sensazione straordinaria di tridimensionalità.

M42, nebulosa ad emissione in Orione. La più famosa delle nebulose del cielo. Ancora molto bassa prima che arrivi la luce del crepuscolo mostra lo stesso i suoi possenti “muscoli”. Con il binoscopio a 46x appare davvero spettacolare ed estesa, non proprio come nelle foto a lunga posa, ma come alcune foto fatte con pochi secondi di posa (tranne il colore ovviamente). Con il dobson a 70x appare meno tridimensionale e più piatta, ma ancora più ricca di dettagli soprattutto nella zona vicina al Trapezio. Con il filtro OIII Ts perde luminosità in certe zone, ma ne acquista nelle zone periferiche più deboli.

M43, nebulosa ad emissione. Si mostra chiaramente attorno ad una stella luminosa ed è separata dalla più grande M42 da un canale scuro (70x).

_________________
Osservo con Dobson GSO 254/1250, Newton 155/1000 Urania C.R.T. (del 1983), binocolo Vixen 20x80 BWCF (del 1985), binocolo Nikon Action 12x50 CF, binocolo 8x30 degli anni 70'.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 24 agosto 2017, 10:19 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13853
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Complimenti per il report, decisamente un Luna nuova profiqua. :wink:

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Bresser/lidl 10x50, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 24 agosto 2017, 20:18 

Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 19:24
Messaggi: 151
Località: Pedara (CT)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Esattamente :D . Gli amici del GAC adesso sono saliti di nuovo sui Nebrodi per osservare con i dobson da 40 e 60 cm :please: e poi mi faranno sapere. Io non ci sono potuto andare per impegni di lavoro :facepalm:

_________________
Osservo con Dobson GSO 254/1250, Newton 155/1000 Urania C.R.T. (del 1983), binocolo Vixen 20x80 BWCF (del 1985), binocolo Nikon Action 12x50 CF, binocolo 8x30 degli anni 70'.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 29 agosto 2017, 22:10 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 26 novembre 2011, 21:36
Messaggi: 459
Località: Francavilla Fontana (BR)
Tipo di Astrofilo: Visualista
Report grandioso con oggetti magistralmenfe descritti. Ti sei fatto una bella scorpacciata astronomica spaziando dai classici agli oggetti sfida, con alcuni direi abbastanza tosti con il 25cm. Mi è piaciuto molto il parallelo tra binocolo, binoscopio e dobson. Complimenti ;)

_________________
Oronzo Zanzarella, osserva con
- Dobson 20" F5; Dobson 10" Synscan;- Oculari ES 100°- 20, 14, 9mm; SW 4mm 58°; Meade TeleXtenders 2x; - Torretta Binoculare Denk II Super System; Filtri OIII, UHC, H-Beta, colorati - Binocolo Celestron 15x70


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 30 agosto 2017, 9:33 

Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 19:24
Messaggi: 151
Località: Pedara (CT)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ti ringrazio per il complimento. Spero di ripetere questa esperienza osservativa a settembre in località Portella Femmina Morta presso Cesarò dove sono stati rilevati valori di SQM pari a 21,6 :ook: Probabilmente porteranno i dobson da 40 e 60 cm costruiti da Gianfranco Occhipinti :beer:

_________________
Osservo con Dobson GSO 254/1250, Newton 155/1000 Urania C.R.T. (del 1983), binocolo Vixen 20x80 BWCF (del 1985), binocolo Nikon Action 12x50 CF, binocolo 8x30 degli anni 70'.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 30 agosto 2017, 9:41 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 23173
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Chi è questo "Gianfranco Occhipinti"? Tu lo conosci, Oronzo? :D

Appena ho due minuti mi leggo il gustoso report :mrgreen:

_________________
In attesa di uscire a riveder le stelle

volpetta.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 30 agosto 2017, 15:56 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 26 novembre 2011, 21:36
Messaggi: 459
Località: Francavilla Fontana (BR)
Tipo di Astrofilo: Visualista
davidem27 ha scritto:
Chi è questo "Gianfranco Occhipinti"? Tu lo conosci, Oronzo? :D
....


Prima o poi farò un monumento in onore di Gianfranco!

_________________
Oronzo Zanzarella, osserva con
- Dobson 20" F5; Dobson 10" Synscan;- Oculari ES 100°- 20, 14, 9mm; SW 4mm 58°; Meade TeleXtenders 2x; - Torretta Binoculare Denk II Super System; Filtri OIII, UHC, H-Beta, colorati - Binocolo Celestron 15x70


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 30 agosto 2017, 16:44 

Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 19:24
Messaggi: 151
Località: Pedara (CT)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Il tuo è il quarto dobson costruito da Gianfranco che vedo io giro :look:

_________________
Osservo con Dobson GSO 254/1250, Newton 155/1000 Urania C.R.T. (del 1983), binocolo Vixen 20x80 BWCF (del 1985), binocolo Nikon Action 12x50 CF, binocolo 8x30 degli anni 70'.


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010