1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è giovedì 23 novembre 2017, 23:27

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: domenica 22 ottobre 2017, 8:07 

Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 19:24
Messaggi: 148
Località: Pedara (CT)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Osservazione del 14-15/10/2017. Pedara. Ore 22:00 - 02:30. Seeing 6-7/10 nei momenti migliori, 2/10 nei peggiori, soprattutto a fine serata. Trasparenza 8/10. Una bella serata con ottima trasparenza e seeing ballerino, ma che ha permesso in molti istanti di vedere stelle doppie anche molto difficili. In un primo momento avevo messo in balcone il Newton 155/1000, ma avendo visto subito con l’oculare da 18 mm che il seeing era accettabile, ho messo fuori il dobson GSO 254/1250 che ho usato fino alla fine della serata. Osservata anche la cometa C/2017 O1 ASASSN1 stimata di mag. 11. Oggetti osservati: NGC 1245, NGC 1444, NGC 1528, NGC 1496, NGC 1545, NGC 1624, Cr 53, NGC 936, M77, NGC 1055, M45, M42, M43, M37, M35, NGC 2158, 59 And, SAO 75265, SAO 57211, 56 Per, SAO 38700, Eta Per, Epsilon Per, 31 Tau, STF 314, SAO 76256, SAO 76169, 52 Ori, 32 Ori, Alnitak, Eta Ori, Theta Ori, Rigel.

Sommario
Ammassi aperti: 10
Nebulose ad emissione: 3
Galassie: 3
Stelle doppie: 17
Comete: 1
Totale: 34

Cometa C/2017 O1 ASASSN1. Debole cometa visibile in questa data nella costellazione di Auriga. Visibile in visione distolta come una macchia luminosa senza una marcata condensazione centrale (156x con Baader 8 mm). Per questa serata era stimata di mag. 11 e questa stima appare in buon accordo con la mia osservazione.

NGC 1245, amm. ap. Visibili una ventina di stelle immerse in quella che sembra una nebulosità indistinta. 70x con 18 mm.

NGC 1444, amm. ap. Poche stelline vicine ad una stella doppia con primaria rossiccia. Compatto. (70x con 18 mm).

NGC 1528, amm. ap. Ben visibili una cinquantina di stelle luminose più altre deboli difficili da contare. Appare piuttosto esteso già a 70x con 18 mm.

NGC 1496, amm. ap. Visibili una decina di stelle deboli. Appare piuttosto piccolo a 70x.

NGC 1545, amm. ap. A 70x appare largo con una ventina di stelle luminose.

NGC 1624, nebulosa ad emissione. Si trova nella costellazione di Auriga ed è sorprendentemente facile quanto sconosciuta. E’ piccola ed evidente già a 70x e molto bella a 156x con Baader da 8mm. Si vede una evidente luminosità attorno ad un piccolo ammasso aperto in cui ci contano non più di una decina di stelle.

Cr 53, amm. ap. E’ l’ammasso aperto all’interno di NGC 1624.

NGC 936, galassia a spirale barrata. A 156x visibile una evidente macchia luminosa con condensazione centrale. La forma sembra vagamente allungata.

M77, galassia a spirale. A 156x appare molto brillante con un nucleo molto concentrato.

NGC 1055, galassia a spirale. Visibile un debole fuso luminoso tra due stelle a 156x.

M45, ammasso aperto Pleiadi. Descritto in molte occasioni.

M42, grande nebulosa di Orione. A 70x è già bellissima con le sue “ali” ben visibili e il centro pieno di nubi oscure di aspetto sfilacciato.

M43, nebulosa ad emissione. Circonda una stella luminosa ed è vicina alla più famosa M42. La forma è approssimativamente tonda ma con delle striature scure al suo interno.

M37, amm. ap. L’ho già descritto come uno dei più begli ammassi aperti del cielo e anche stavolta a 70x posso confermare la sua bellezza.

M35, amm. ap. Il luminoso ammasso dei Gemelli in questa limpida serata appare in tutta la sua bellezza a 70x con un centinaio di stelle visibili che occupano la metà del campo visibile.

NGC 2158, amm. ap. Il “vicino di casa” di M35 è un antico ammasso aperto e appare come una macchia luminosa granulosa con un inizio di risoluzione a 70x, tuttavia era ancora basso sull’orizzonte e non ho provato con ingrandimenti maggiori.

Descrizioni delle stelle doppie. In tutti i casi si vedevano bene le centriche e un anello di diffrazione, tranne nelle stelle più luminose e se viene indicato diversamente.

59 Andromedae, stella doppia. Coppia larga con separazione di 16,6″ e componenti di mag. 6,1 e 6,7. Con oculare 9 mm Plossl (139x) le stelle sono di colore indefinito (quasi bianco).

SAO 75265, stella doppia. Componenti di mag. 7,1, e 7,8; separazione 14,0″, entrambe di colore giallino con 9 mm Plossl (139x).

SAO 57211, stella doppia. Separazione di 19,6” e componenti di mag. 7,30 e 8,49. Osservata con Baader 8 mm + barlow 2,5x (390x). Le stelle appaiono entrambe bianche.

56 Persei, stella doppia. Con una separazione di 4,3” e magnitudini di 5,84 e 9,25, è una coppia dalla luminosità sbilanciata. Il colore di entrambe sembra giallino. Osservata con Baader 8 mm + barlow 2,5x (390x).

SAO 38700, stella doppia. Componenti gialline con Plossl 9 mm + barlow 2,5x (347x). Separazione di 3,6” e magnitudini 6,83 e 7,72.

Eta Persei, sistema multiplo. Un sistema multiplo di stelle dove spiccano il colori delle due stelle più luminose di mag. 3,76 (rossa) e di mag. 8,5 (blu), separate da ben 31,4”. (347x).

Epsilon Persei, sistema multiplo. La coppia principale è formata da due stelle separate da 8,7” e di magnitudini 2,85 e 8,88, quindi molto sbilanciata in luminosità. A 163” è visibile un’altra componente di mag. 9,25.

31 Tauri, stella doppia. Ecco una coppia molto stretta (mag. 6,26 e 6,56 a 0,8”) ma nei momenti di buon seeing appariva facile a 390x con centriche e anelli di diffrazione regolari e abbastanza fermi. Il colore delle componenti sembra giallino.

STF 314 (SAO 23674), sistema multiplo. Le componenti principali sono di mag. 7,0 e 7,3 con separazione di 1,6”. Osservata con Plossl 9mm + barlow 2,5x (347x). Appaiono di colore bianco.

SAO 76256, stella doppia. Questa doppia strettissima si trova molto vicina all’ammasso M45 delle Pleiadi. Con una separazione di 0,48” è una delle doppie più strette che abbia mai osservato. Le componenti hanno una magnitudine di 5,73 e 6,52. A 390x appare già che la centrica non è perfettamente tonda, a 625x (Ortho Celestron 5 mm + barlow 2,5x) invece la sua duplicità diventa meravigliosamente evidente con una centrica a forma di “pupazzo di neve” con due dischi tangenti di dimensioni leggermente diverse e un solo anello di diffrazione ellittico intorno alle componenti, più spesso nella direzione della centrica più luminosa.

SAO 76169, sistema multiplo. Questo sistema multiplo si trova all’interno dell’ammasso aperto delle Pleiadi. Le componenti A e B sono di mag. 8,13 e 9,39 separate da 1”. La componente C è di mag. 7,7 e si trova a 39,5” dalla coppia AB. La C appare di colore rossastro. La componente B di mag. 9,39 sparisce alla vista appena il seeing peggiora per poi riapparire in maniera spettacolare quando l’agitazione atmosferica si calma. A 17,7” dalla componente C riesco a vedere la D che è di mag. 12,9. Non sono riuscito a vedere la E che è di mag. 14,0. In ogni caso un sistema multiplo spettacolare! Osservato a 156x e a 390x.

52 Orionis, stella doppia. Bellissima coppia dalla luminosità molto equilibrata e stretta (mag. 5,99 e 6,03 a 1”). Si vedono nettamente le centriche ben separate con anelli di diffrazione che si toccano. Spettacolare. Il colore delle stelle sembra giallo.

32 Orionis, stella doppia. Brillante sistema binario con componenti di mag. 4,44 e 5,75 separate da 1,33”. Solo nei momenti di migliore seeing è possibile vedere la secondaria che viene inondata dagli anelli di diffrazione della componente di mag. 4,44. (390x).

Alnitak, stella doppia. Un mare di luce e lunghissimi (ma per fortuna sottili) “baffi” di diffrazione causati dal sostegno del secondario. Nonostante tutto è stato facile vedere le due componenti di mag. 1,88 e 3,70 separate da 2,18”. Ovviamente appena l’aria mostrava momenti di agitazione tutto si mescolava in un mare di luce in movimento (390x).

Eta Orionis, stella doppia. Brillante coppia dalle componenti bianchissime di mag. 3,56 e 4,87 separate da 1,8”. A fine serata il seeing stava peggiorando ed ho dovuto aspettare un paio di minuti prima che ci fosse un momento di calma in cui si vedevano le centriche e gli anelli di diffrazione di questa bella doppia. (390x).

Theta Orionis, sistema multiplo “Trapezio”. E’ il trapezio all’interno della nebulosa di Orione M42 ed era possibile vedere le componenti E ed F di mag. 10,3 e 10,2 a 390x.

Rigel, sistema multiplo. Le componenti principali di questo sistema sono di mag. 0,3 e 6,8 (6,5 mag. di differenza!) con una separazione di 9,5”. Nonostante il seeing deteriorato di fine serata questa coppia era facilissima a 390x. E’ una coppia simile a Sirio, anche se in quel caso il divario di luminosità è ancora maggiore. Infatti nel caso di Sirio abbiamo una separazione di 10,8”, componenti di mag. -1,47 e 8,44 con una differenza di 9,91 mag. Ecco la prossima sfida!

_________________
Osservo con Dobson GSO 254/1250, Newton 155/1000 Urania C.R.T. (del 1983), binocolo Vixen 20x80 BWCF (del 1985), binocolo Nikon Action 12x50 CF, binocolo 8x30 degli anni 70'.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 22 ottobre 2017, 16:08 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 dicembre 2013, 21:32
Messaggi: 373
Località: ITALIA
Tipo di Astrofilo: Visualista
Mi piace questo tuo mix tra Deep Sky e Alta Risoluzione.
Arduo anche l’utilizzo dei due Newton a f/5 e f/6.5 per le doppie . :thumbup:

Francesco


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 22 ottobre 2017, 17:19 

Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 19:24
Messaggi: 148
Località: Pedara (CT)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Il mio cielo di mag. 19 con una magnitudine limite visuale circa 5 mi porta ovviamente a limitare l'osservazione deep sky solo a oggetti facili e luminosi, però il seeing che dalle mie parti spesso è decente mi fa assaporare sempre di più la possibilità di fare osservazioni di stelle doppie. E devo dire che entrambi i dobson sono risultati sorprendenti nell'osservazione dei sistemi binari :look:

_________________
Osservo con Dobson GSO 254/1250, Newton 155/1000 Urania C.R.T. (del 1983), binocolo Vixen 20x80 BWCF (del 1985), binocolo Nikon Action 12x50 CF, binocolo 8x30 degli anni 70'.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 23 ottobre 2017, 17:34 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 26 settembre 2008, 9:11
Messaggi: 826
Località: Veneto
Ohhhh...finalmente un altro pazzo :D :D che osserva stelle doppie con i dobson :thumbup:

viewtopic.php?f=10&t=89586

viewtopic.php?f=10&t=96340

_________________
Osservo con:
Dobson 450/1900 e Travel-Dobson 250/1000 autocostruiti
Intes Micro Alter Mak 715 deluxe


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 23 ottobre 2017, 19:16 

Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 19:24
Messaggi: 148
Località: Pedara (CT)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Siiiii :crazy: Avevo già letto i tuoi report sulle stelle doppie e mi sono ispirato ad essi. Per fortuna i dobson riescono nell'arduo compito di risolvere coppie strettissime con magnitudini simili, ma a volte, sorprendentemente, riescono anche con coppie molto sbilanciate :please:

_________________
Osservo con Dobson GSO 254/1250, Newton 155/1000 Urania C.R.T. (del 1983), binocolo Vixen 20x80 BWCF (del 1985), binocolo Nikon Action 12x50 CF, binocolo 8x30 degli anni 70'.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 24 ottobre 2017, 17:32 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 26 settembre 2008, 9:11
Messaggi: 826
Località: Veneto
Ho per l'appunto pronto un elenco di doppie sbilanciate che alla prima occasione di buon seeing devo provare ad osservare (anche perchè vorrei verificare una certa teoria che ho in testa.... :roll: )

_________________
Osservo con:
Dobson 450/1900 e Travel-Dobson 250/1000 autocostruiti
Intes Micro Alter Mak 715 deluxe


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 24 ottobre 2017, 18:43 

Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 19:24
Messaggi: 148
Località: Pedara (CT)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ottimo :ook: Poi ci fai sapere se e come si vedono queste doppie. Io ad esempio sono riuscito a vedere 1 Delphini e 13 Delphini con il 10" durante una serata con seeing eccellente ed erano facili, mentre quando il seeing era solo discreto erano impossibili :shock:

_________________
Osservo con Dobson GSO 254/1250, Newton 155/1000 Urania C.R.T. (del 1983), binocolo Vixen 20x80 BWCF (del 1985), binocolo Nikon Action 12x50 CF, binocolo 8x30 degli anni 70'.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 25 ottobre 2017, 9:59 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 10 agosto 2006, 10:11
Messaggi: 9671
Località: Cinisello Beach
Tipo di Astrofilo: Visualista
dob ha scritto:
Ho per l'appunto pronto un elenco di doppie sbilanciate che alla prima occasione di buon seeing devo provare ad osservare (anche perchè vorrei verificare una certa teoria che ho in testa.... :roll: )

E posta sto elenco, sia mai che tiro fuori la belva per osservarle dietro casa :D

_________________
De kappellatis non disputandum est

Osservo con Dobson 42cm, un meade 8", un acro 150/750, Royal Astro 76/910 e una marea di ocularacci...

stelle già dal tramonto si contendono il cielo a frotte
luci meticolose nell'insegnarti la notte


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 25 ottobre 2017, 12:21 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 7012
Località: ̶B̶s̶̶ Francia Corta
Bellissimo argomento. Bel campo anche questo. :ook:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 25 ottobre 2017, 14:21 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 26 settembre 2008, 9:11
Messaggi: 826
Località: Veneto
Eccole (doppie sbilanciate per il 45cm):

Allegato:
doppie invernali sbilanciate.jpg
doppie invernali sbilanciate.jpg [ 43.42 KiB | Osservato 89 volte ]


tutte nel Toro, belle alte sull'orizzonte.

non so se siano facili o difficili, può darsi che siano osservabili anche con diametri inferiori...chi lo sa ...bisogna provare...

_________________
Osservo con:
Dobson 450/1900 e Travel-Dobson 250/1000 autocostruiti
Intes Micro Alter Mak 715 deluxe


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010